Insegnare al cane a concentrarsi su di te: una guida passo dopo passo

Ecco tutte le informazioni necessarie per insegnare al cane ad concentrarsi su di te. Procurati tempo e pazienza e dai il via ai giochi

I cani sono animali predisposti all’addestramento, ma a volte educarli diventa più impegnativo del previsto. Per riuscire nelle proprie intenzioni, ci sono alcun accorgimenti che potete mettere in pratica. Ricordate però che quello che non può mancare in alcuna occasione è la disponibilità di tempo unita ad una bella dose di pazienza.

A volte, prima di procedere con un addestramento, può essere utile insegnare al cane a concentrarsi su di te. I nostri amici a quattro zampe sono un po’ come dei bambinoni e si lasciano distrarre facilmente, ecco perché spesso è consigliabile svolgere il processo educativo in un posto tranquillo e silenzioso. Se a questo riuscite ad aggiungere la capacità di catturare l’attenzione del vostro pelosetto, allora la metà del gioco è già fatto. In questo articolo vedremo insieme come raggiungere questo obiettivo con dei consigli passo dopo passo.

Come faccio ad attirare l’attenzione del cane?

Per insegnare al cane a concentrarsi su di te, devi innanzitutto insegnargli dei comandi di base. Tra questi ce ne può essere anche uno che riguarda proprio la sua attenzione. Quando insegni un comando al tuo cane, ricorda di usare parole semplici e di non ripetere le stesse espressioni per comandi diversi perché il cane potrebbe andare in confusione.

Un altro aspetto fondamentale è il cosiddetto “rinforzo positivo”, si tratta di un premio che il cane riceve quando compie l’azione che desideri. In questo modo il cane sarà portato a ripetere quel gesto perché lo associa – positivamente – ad una ricompensa.

Ma vediamo adesso tutto quello che devi fare se vuoi insegnare al cane a concentrarsi su di te.

La scelta del premio per il rinforzo positivo

Come abbiamo già accennato, è importante utilizzare il metodo del rinforzo positivo. È usato da molti addestratori ed è valido anche se vuoi insegnare al cane a concentrarsi su di te. La prima cosa che devi fare, a questo punto, è scegliere il tipo di premio da dare al tuo amico a quattro zampe ogni volta che compie l’azione che desideri.

Generalmente si utilizza del cibo. Può essere una crocchetta, uno snack appetitoso o un dolcetto il per quale il tuo cane impazzisce. Già il loro solo odore basterà a catturare l’attenzione del tuo amico a quattro zampe. Devi solamente prendere il bocconcino e nasconderlo tra le tue mani oppure in tasca, senza che il cane lo veda.

Ricorda però che devi utilizzare delle porzioni molto piccole. Non si sa quanto tempo ci vuole per addestrare il cane ed è probabile che tu debba utilizzare tanti prelibati bocconcini prima di raggiungere il tuo scopo.

A tale proposito, ti suggeriamo di sostituire il cibo con qualcos’altro dopo un poco di tempo. Può trattarsi di un giocattolo o del peluche preferito del tuo pelosetto. Oppure, ancora, di coccole e carezze. Insomma, qualsiasi cosa che premi il gesto appena compiuto dal cane ma che non interferisca con l’equilibrio della sua alimentazione, causandogli problemi di peso o altri problemi di salute.  

Mostrare al cane la sua ricompensa

Una volta che hai attirato l’attenzione del tuo cane con l’odore di uno snack nascosto dentro alla tua mano, il tuo pelosetto tenderà a seguirti ovunque tu vada. A questo punto, puoi passare al gradino successivo del processo per insegnare al cane a concentrarsi su di te.

Siediti e aspetta che il cane si metta di fronte a te. Appena ti raggiunge, apri la mano in modo che veda il bocconcino che nascondevi. Faglielo annusare ma non lasciare ancora che lo mangi. Se prova ad afferrarlo con la bocca, tu chiudi immediatamente la mano.

Sembrerà una cosa crudele, in realtà serve semplicemente ad incuriosire il tuo cane e ad aumentare in lui il desiderio di ottenere il suo premio. Sarà proprio questo a spingerlo ad assecondarvi.

Un comando per attirare l’attenzione del cane

Hai scelto il premio, il tuo cane sa che ce l’hai, adesso che l’hai incuriosito non ti resta che insegnare al cane a concentrarsi su di te con un comando. I comandi devono essere sempre brevi e univoci, usate parole diverse da quelle già impiegate per altri comandi, per evitare che il cane vada in confusione.

In realtà, in questa fase dell’apprendimento, l’attenzione del cane è tutta rivolta al premio che ha annusato ma non avuto, piuttosto che a re. Adesso ti tocca insegnarli un comando da associare all’azione di concentrarsi su di te e potrebbe essere “guardami”.

Sposta la mano con il bocconcino all’altezza del viso in modo che il cane segua con lo sguardo il tuo movimento e appena lo fa pronuncia il comando “guardami”. Nel momento in cui riesci a spostare l’attenzione del cane dal suo premio ai tuoi occhi, allora puoi finalmente ricompensarlo.

Qualcuno sceglie anche di addestrare il cane con il clicker. Si tratta di un oggetto che produce un suono, devi tenerlo tra le mani e fare quel suono ogni volta che il cane ha compiuto l’azione che desideri. Naturalmente il clicker non sostituisce il premio ma lo anticipa, è come se lo “annunciasse”. Il cane in questo modo capirà di aver fatto la cosa giusta e che a breve otterrà la sua ricompensa. Non è sicuro che tu ci riesca al primo tentativo, quindi armati di pazienza e prova tutte le volte che sarà necessario. Prima o poi il tuo cane capirà.

Usare il nome del cane per attirare la sua attenzione

Hai scelto il comando “guardami” per insegnare al cane a concentrarsi su di te, ma in alternativa potresti utilizzare il suo nome abbinato al comando.

Per molti cani, infatti, già sentire pronunciare il proprio nome è una sorta di richiamo. Ti basterà chiamarlo prima del comando “guardami” oppure “guarda” e il tuo amico a quattro zampe, quasi automaticamente, ti guarderà. A quel punto lodalo con un complimento come “bravo” o con un click del clicker e poi dagli la sua ricompensa.

Se il tuo cane non risponde immediatamente dopo che hai pronunciato il suo nome e il comando, dopo aver dato il comando, agita una sorpresa davanti al suo naso e poi tira il regalo in faccia. Il tuo cane seguirà il premio e finirà per guardarti in faccia. Premialo con un complimento e lascia che si goda la sua ricompensa.

Se necessario, ripeti le stesse azioni per più volte. Ogni cane è diverso dall’altro e ognuno ha i suoi tempi di apprendimento. Segui però il processo in maniera graduale e passa al gradino successivo solamente dopo che sei sicuro che il tuo cane abbia compreso il primo.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati