Come insegnare al cane ad abbaiare piano

Come insegnare al cane ad abbaiare piano? Se il cane abbaia tanto, ripetutamente e soprattutto forte può essere abbastanza fastidioso.

Quando adottiamo un cucciolo o un randagio che non ha mai abitato in appartamento o quantomeno non ha esperienza di convivenza con gli esseri umani, la fase di socializzazione non può essere ignorata.

È un periodo fondamentale, che segnerà per sempre la vita del nostro adorato Fido. Imparerà a interagire con il mondo che lo circonda nel rispetto di tutti gli attori in gioco.

Di norma comincia con la mamma e i fratellini appena nati, dopo le prime settimane e completato lo svezzamento nei tempi e nei modi indicati dal veterinario, tocca a noi diventare la mamma e/o il papà adottivi. Ed ecco che dobbiamo anche insegnare al cane ad abbaiare piano, soprattutto se viviamo in un contesto condominiale.

Uno sguardo d’insieme

cane a denti stretti

Come insegnare al cane ad abbaiare piano e perché? Soprattutto se si vive in città e non in una zona isolata, le norme del quieto vivere devono essere rispettate sia da bipedi che da quadrupedi. I cani che abbaiano in condominio, infatti, possono infastidire chi è particolarmente sensibile e creare problemi a livello legale. Infatti, è obbligatorio attenersi al regolamento interno di ogni stabile. A tal proposito, può essere utile conoscere le regole da seguire con i cani in condominio.

Se il nostro amico a quattro zampe abbaia tanto, ripetutamente e soprattutto con un’intensità di volume elevata può essere abbastanza fastidioso. Non lo è solo per noi che ci viviamo a stretto contatto, che potremmo anche rischiare di non sentire l’altra persona quando si chiacchiera, ma che abbiamo deciso tutti gli annessi e i connessi dell’adozione. A essere infastidito può essere anche chi ci abita vicino e che la nostra decisione di convivenza mista l’ha subita.

Ecco allora presto detto perché è bene seguire dei piccoli consigli per riuscire ad addestrare la nostra piccola palla di pelo in modo tale che non faccia troppo rumore e abbai quantomeno non troppo forte e non nelle ore in cui è vietato per legge fare rumore.

Se siamo alla prima esperienza con un amico a quattro zampe, chiediamo consiglio a un etologo esperto in comportamento canino e valutiamo l’ipotesi di iscrivere Fido a un corso di addestramento per cuccioli. Chiediamo anche il parere del veterinario di fiducia, colui che conosce eventuali pregressi clinici e caratteristiche di razza che potrebbero spingere il cane a essere particolarmente rumoroso.

Insegnare al cane ad abbaiare a comando

cane che abbaia

Come insegnare al cane ad abbaiare piano? Riuscirci non è difficile, ma si deve tenere a mente che occorrerà fare diverse prove e tanto esercizio, soprattutto se la socializzazione da cucciolo ha avuto qualche interruzione di percorso.

Ci vuole metodo, perseveranza e pazienza. Come per ogni addestramento, serve pianificare e procedere step by step, con l’ausilio del clicker per il cane e del rinforzo positivo, un premio da riconoscere al nostro adorato Fido quando si dimostra obbediente e mette in atto le nostre richieste. Insomma, il nostro amico a quattro zampe va preso per la gola.

Potrebbe tornare utile studiare un po’ il comportamento del cane e i contesti in cui pare protestare di più. Capire quando e perché i cani abbaiano ci può aiutare a eliminare il problema alla fonte, se è possibile farlo. Ciò non toglie, però, che deve essere educato e seguire le nostre indicazioni, per garantire a tutti una convivenza pacifica.

Come insegnare al cane a non abbaiare quando è solo

cane dà la zampa

Molti amici a quattro zampe, per esempio, non amano particolarmente un certo oggetto, e quando vedono che il proprio padrone lo usa, non ne sono affatto contenti. La loro dunque potrebbe essere una forma di protesta. Se è questo il caso, e possiamo farlo, eliminiamo il motivo del contendere. In alternativa possiamo metterlo in un punto in cui il cane non può vederlo.

Fondamentale, comunque, è creare un ambiente domestico a misura di quadrupede. Non solo una cuccia e le ciotole per cibo e acqua; ma anche dei giochi che siano stimolanti e gli consentano di incanalare correttamente le proprie energie. Non dimentichiamo una zona di comfort, franca, dove Fido possa sentirsi sicuro e protetto. In tal senso, può tornare utile abituare il cane al kennel, perché non lo veda solo come un mero mezzo di trasporto ma come un rifugio.

Come insegnare al cane ad abbaiare piano? L’ideale sarebbe riuscire a utilizzare i gesti in questo caso, come per esempio quello di portarsi un dito alla bocca (il tipico questo che indica fare silenzio). Perché il nostro amico a quattro zampe però memorizzi delle associazioni positive, però, ci vuole allenamento e pazienza.

Ogni sessione non deve durare più di 20 minuti ciascuna e deve avvenire all’insegna del relax e del divertimento. Se così non dovesse essere, interrompiamo e riprendiamo in un momento più favorevole. In sostanza, ogni volta che il cane abbaia, dobbiamo zittirlo con lo stesso comando vocale e lo stesso gesto. Quando obbedisce, facciamogli sapere che siamo fieri di lui con un colpo di clicker e un bocconcino succulento.

Come insegnare al cane a non abbaiare ad altri cani

addestramento del cane

Per farlo, quando il cane abbaia forte, portiamoci un dito alla bocca, come descritto. Appena il cane smette o abbaia più piano, diamogli un biscotto. È possibile riuscire nell’intento anche stabilendo una parola e pronunciandola con tono forte e deciso. Attenzione, però, addestrare il cane con gli snack è possibile, ma non bisogna esagerare. Inoltre, è importante sapere come parlare al cane per farlo sentire al sicuro e protetto.

Tale termine potrebbe essere semplicemente “Silenzio!” e va detto con tono forte, ma senza urlare. Non sgridare il cane, non serve a nulla e lo innervosisce. Si rivelerebbe solo controproducente. Man mano che ripetiamo l’esercizio, Fido riuscirà a interiorizzare il comando e sarà più tranquillo.

Come insegnare al cane ad abbaiare piano? Per riuscirci, l’ideale è cercare di addestrarlo anche in ambienti e situazioni diversi. Una di queste ad esempio può essere quella in cui ci sono degli ospiti. Questo esercizio può essere davvero utilissimo, anche perché all’improvviso potrebbe arrivare una visita importante e inaspettata che verrebbe rovinata dall’abbaio insistente della nostra palla di pelo dispettosa. Insomma, con questi piccoli accorgimenti descritti, si può riuscire ad addestrare il cane facilmente e a creare un legame più profondo e duraturo.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati