Sierimmune per cani: a cosa serve e quando si usa questo farmaco

Fido si è ferito o deve subire un intervento chirurgico? Probabilmente il veterinario ti dirà di fargli l'antitetanica (come il Sierimmune per cani)

Hai presente quando ti ferisci e il medico ti dice che devi fare l’antitetanica? Ebbene, il Sierimmune per cani è proprio questo, un farmaco che si inietta al fine di prevenire questa malattia.

Naturalmente, come ogni farmaco, si usa sotto l’esclusivo controllo del veterinario e bisogna badare bene a dosi e posologia che cambiano a seconda del tipo di animale. Infatti Sierimmune si usa per i cani ma anche per equini, bovini, ovini e suini.

Ma vediamo nel dettaglio cos’è il Sierimmune per cani, quando va iniettato e cosa dobbiamo sapere su eventuali controindicazioni e possibili effetti collaterali.

Com’è fatto

cane con le orecchie grandi

Il Sierimmune per cani è un farmaco che si acquista sotto forma di soluzione iniettabile in flaconi da 50 ml di prodotto. Come da foglietto illustrativo, è un farmaco antitetanico che appartiene alla classe dei cosiddetti farmaci immunologici-antisierici. Ma cosa significa esattamente?

In parole povere vuol dire che farmaci come il Sierimmune agiscono come sieri o vaccini, in questo caso specifico per proteggere il cane dall’azione della pericolosa tossina che causa il tetano. Ecco perché nella composizione del preparato troviamo proprio una porzione di Clostridium tetani, la particella che provoca la malattia.

A cosa serve

cane in giardino

Come anticipato, il Sierimmune per cani contiene al suo interno la tossina che causa il tetano. Vuol dire, quindi, che iniettandolo a Fido scateniamo nel suo organismo la risposta immunologica verso questa tossina, in modo tale che possa automaticamente produrre gli anticorpi necessari per contrastare la malattia.

A tutti gli effetti, quindi, possiamo dire che questo farmaco è (quasi) come una vaccinazione. Tanto che per noi umani è una di quelle obbligatorie al momento della nascita, con i relativi richiami annuali utili per mantenere l’immunità attiva nel nostro corpo.

Cos’è il tetano

cane sulla spiaggia

Tutti noi abbiamo sentito parlare del tetano e anche tu sicuramente avrai fatto la vaccinazione antitetanica. Ma perché è necessario farla ai neonati e poi nel corso della vita? Come mai il tetano suscita questa grande paura?

Il tetano è una malattia molto grave e pericolosa, su questo non ci sono dubbi. Anche se non rientra propriamente tra le malattie contagiose, non è così difficile entrare a contatto con le spore di Clostridium tetani, ovvero un batterio che produce una potente neurotossina che attacca l’organismo. Per contrarre il tetano basta avere anche solo una piccola ferita o un taglietto, che fungono da via d’accesso per il Clostridium tetani. Così le spore penetrano nell’organismo, iniziano a moltiplicarsi ed ecco che il danno è fatto: la persona (o il cane) prende la malattia.

La pericolosità del tetano dipende anche dalla facilità con cui possiamo entrare a contatto con il batterio. Possiamo trovarlo nei terreni o sulla superficie di piante e rovi, nelle feci degli animali, nella polvere o anche negli oggetti metallici arrugginiti. Sono molti gli ambienti in cui il Clostridium tetani trova terreno fertile.

Come si usa il Sierimmune per cani

cane col collare elisabettiano

Ma torniamo ai nostri adorati amici a quattro zampe: come si usa il Sierimmune e quindi come si somministra? Abbiamo visto che si tratta di un farmaco sotto forma di soluzione iniettabile, quindi l’unico modo per somministrarlo a Fido e tramite una puntura.

Per la profilassi antitetanica rivolta ai nostri quattro zampe (quando cioè si feriscono o devono subire un intervento chirurgico), il Sierimmune può essere iniettato sia per via sottocutanea che per via intramuscolare, anche in combinazione con il vaccino vero e proprio. Invece quando il cane deve effettuare la terapia antitetanica, possiamo iniettarlo anche per via endovenosa (quindi direttamente nella vena).

Dosi e posologia

cane grigio

L’uso di farmaci come il Sierimmune per cani richiede senza se e senza ma l’intervento diretto del veterinario. Se vuoi prenderti davvero cura di Fido e vuoi curarlo per una malattia oppure, come in questo caso, prevenirla non puoi fare a meno di rivolgerti a uno specialista. Il fai da te non è mai una scelta sensata, specialmente quando parliamo di iniettare dei farmaci al quattro zampe. L’ultima parola spetta sempre al veterinario!

Premesso ciò, nel foglietto illustrativo del Sierimmune puoi trovare tutte le informazioni relative alla sua composizione ma anche alle dosi consigliate. Per la profilassi in caso di trattamento pre-operatorio o ferite profonde, si consiglia una dose di 0,5-2,5 ml da valutare ovviamente in base al peso del cane. Invece per la terapia contro il tetano, quindi nel caso in cui Fido abbia già contratto l’infezione, la dose consigliata è di 10-20 ml.

Avvertenze ed effetti indesiderati

cane sotto la coperta

Il bugiardino del farmaco ci dà la possibilità di conoscere a fondo com’è fatto e come si deve usare, anche se le valutazioni di fatto spettano al medico veterinario. Ma una parte importantissima che vale la pena leggere è quella relativa alle avvertenze e ai possibili effetti indesiderati.

Somministrare al cane il Sierimmune consente di neutralizzare le tossine che si sviluppano su ferite e lesioni profonde, ma anche quelle che entrano in circolo nel sangue e nel sistema linfatico. Diverso è, però, il caso in cui la neurotossina abbia già colpito il sistema nervoso di Fido: in questo caso il farmaco non riesce ad agire e bisogna procedere in altro modo. Per curare il tetano, inoltre, si consiglia di trattare il cane anche con sedativi o miorilassanti, per placare le convulsioni causate dalla tossina, e di somministrare anche una terapia antibiotica.

Gli effetti indesiderati del Sierimmune per cani per fortuna sono piuttosto rari e si verificano per lo più dopo tante somministrazioni consecutive. Fido potrebbe avere delle reazioni anafilattiche (il classico shock anafilattico) oppure reagire per ipersensibilità al farmaco. Ecco perché è consigliabile fare qualche test prima della somministrazione vera e propria della dose, in modo da capire se il cane potrebbe avere brutte reazioni.

Attenzione ai gatti

cane e gatto insieme

Piccola parentesi finale dedicata agli eterni “nemici” di Fido: i gatti. Come abbiamo visto il Sierimmune si usa per i cani ma anche per altre specie animali quali bovini, equini, suini e ovini, ma stranamente dei gatti non c’è alcuna traccia. Come mai?

Molti farmaci (non tutti) si possono usare sia su Fido che su Micio, questo però fa eccezione e dobbiamo stare davvero molto attenti. Nella composizione del Sierimmune possiamo leggere che tra gli eccipienti c’è anche il fenolo, una sostanza che può causare terribili reazioni nei gatti. Questi, infatti, non riescono a metabolizzarlo velocemente.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati