Sterilità nel cane maschio: cosa bisogna fare?

Sterilità nel cane maschio: cause, sintomi, diagnosi e trattamento

cane dal veterinario

La sterilità non colpisce soltanto i cani femmine, ma anche quelli maschi. Vediamo di capire di più sulla sterilità nel cane maschio.

Le cause della sterilità nel cane maschio possono essere varie e dipendono soprattutto dallo stato di salute del cane. Nel caso in cui il nostro cane dovesse risultare fertile, forse il problema di sterilità riguarda il cane femmina.

Cause

Le cause che provocano la sterilità nel cane maschio sono varie e possono riguardare malattie, problemi fisici e, raramente, possono essere di carattere congenito. Di seguito un elenco delle principali riconosciute:

Sterilità nel cane maschio: cosa bisogna fare?

  • Età del cane – potrebbe essere troppo giovane o troppo vecchio
  • Lesioni
  • Malattia
  • Farmaci
  • Difetti fisici: impossibile montare a causa di artrite o altri problemi
  • Impossibile eiaculare
  • Incapace di eiaculare nella femmina
  • Le anomalie congenite sono rare ma si verificano, in particolare in alcune razze
  • Il numero di spermatozoi è basso
  • Degenerazione dei testicoli

Sintomi

Alcuni cani maschi mostrano uno scarso, se non assente, interesse nei confronti dell’accoppiamento. Tutto ciò può derivare da un problema ormonale.

Potrebbe essere un segnale da interpretare in fretta, una speranza per il nostro Fido. Il trattamento può essere lungo e complicato, ma se avviato in tempo, potrebbe rendere possibile il ripristino di un minimo di fertilità.

Sterilità nel cane maschio: cosa bisogna fare?

Un altro sintomo, evidente solo al veterinario, riguarda il numero di spermatozoi prodotto nella fase dell’accoppiamento e la possibile deformazione dello sperma.

Per poterne avere la certezza, bisogna far controllare Fido da un veterinario, che sicuramente dispone delle attrezzature necessarie per effettuare delle indagini specifiche.

Diagnosi

Sicuramente il primo passo è ripercorrere la storia di “accoppiamenti” di Fido. Il problema potrebbe riguardare il cane femmina e non il maschio.

Verrà successivamente condotto un esame dell’anatomia riproduttiva e della prostata per verificare la mancanza/presenza di malformazioni o cellule tumorali che potrebbero essere la causa della sterilità del cane maschio.

Sterilità nel cane maschio: cosa bisogna fare?

Altro accertamento necessario risulta essere la ricerca di infezioni che, se non curate o mai scoperte, potrebbero anch’esse condizionare o annullare la fertilità del cane.

Per i cani di età superiore a otto anni, invece, lo sperma verrà testato per assicurarsi che siano disponibili abbastanza spermatozoi vivi per l’accoppiamento di successo.

Trattamento

Se il problema dovesse essere l’infezione della prostata o un tumore prostatico, il trattamento consisterà nella somministrazione di antibiotici e terapia ormonale o rimozione della ghiandola.

Sterilità nel cane maschio: cosa bisogna fare?

Un’ottima alternativa potrebbe essere la prevenzione. Se in alcuni casi non c’è modo di recuperare la fertilità, in altri, forse, una corretta alimentazione e un abbondante esercizio fisico, potrebbero rappresentare un ottimo mezzo di prevenzione.

Prodotti Consigliati dal nostro Team: