Svenimento nel cane, che cosa sta succedendo?

Per evitare che si verifichi ma soprattutto per sapere come soccorrerlo, è utile sapere le cause dello svenimento nel cane

cane che dorme sul pavimento

Capire le cause dello svenimento nel cane può essere fondamentale per poterlo soccorrere al meglio. Come infatti gli esseri umani, anche per i nostri amici a quattro zampe possono verificarsi casi di quella che viene definita sincope. Nonostante a provocarla non siano sempre motivi di grave entità, saperne di più può essere un modo per gestire la situazione e non farsi prendere dal panico.

Cause

Lo svenimento nel cane può manifestarsi in maniera sporadica o ripetersi. È proprio nel secondo caso che bisogna conoscere cause e natura del disturbo in quanto potrebbe essere il sintomo di una malattia che solo il veterinario potrà aiutarvi a diagnosticare.

La sincope si caratterizza per una perdita temporanea di coscienza. La causa principale è un mancato apporto di sangue al cervello e una momentanea interruzione di erogazione di ossigeno e rilascio di nutrienti. Ma a provocare lo svenimento può essere una cardiopatia, molto frequente nei cani anziani e in alcune razze come i cocker spaniel, gli schnauzer, i carlini, i bassotti e i pastori tedeschi.

Svenimento nel cane, che cosa sta succedendo?

Ci sono però anche delle patologie specifiche che causano la sincope canina. Le più frequenti sono: malattie cardiache (aritmie, cardiomiopatie dilatative, stenosi polmonare), tumore al cuore, stress emotivo. A queste si aggiungono anche malattie che portano ad ispessimento del sangue, malattie neurologiche o di natura polmonare.

Tra le cause da considerare poi ci sono anche malattie metaboliche come una bassa concentrazione di glucosio, calcio, sodio nel sangue, un uso di determinati farmaci, un’eccessiva eccitazione, encefalite o un’emorragia.

Sincope situazionale

Un discorso diverso va fatto per lo svenimento legato a situazioni che non hanno nulla a che vedere con la salute del cane. La cosiddetta sincope situazionale può essere infatti provocata da tosse (nel caso di cani brachicefali come il carlino), minzione eccessiva, defecazione eccessiva, può essere inoltre causata da soffocamento se ha ingoiato un oggetto che ostruisce le vie respiratorie.

Svenimento nel cane, che cosa sta succedendo?

Allo stesso modo può verificarsi nel caso in cui si è strattonato o tirato troppo il collare, soprattutto se a strozzo, o la pettorina.

Sintomi

Oltre alla perdita di conoscenza, in caso di svenimento si possono presentare altri sintomi. I più frequenti sono: perdita del tono muscolare, rigidità nelle zampe, posizione su un lato, minzione improvvisa, vocalizzazioni e lamenti.

Svenimento nel cane, che cosa sta succedendo?

La sincope dura solitamente circa un minuto, ma il cane può risvegliarsi anche dopo qualche secondo. Se dovesse durare di più contattate subito il veterinario per eseguire una diagnosi appropriata.

Diagnosi

Prima di tutto è necessario informare il veterinario sulle possibili malattie di cui soffre il cane. In questo modo si procederà con un elettrocardiogramma e un ecocardiogramma per valutare la presenza di malattie cardiache. Al contempo potrebbe essere necessaria anche la misurazione dei livelli di glicemia nel sangue.

Svenimento nel cane, che cosa sta succedendo?

Sarà poi compito vostro controllare lo stato di salute del pelosetto dopo lo svenimento e la visita. Il veterinario infatti potrebbe richiedervi di calcolare a casa la frequenza cardiaca, prima e durante eventi sincopici.