Barboncino Toy, caratteristiche e differenze con gli altri Barboncini

Cosa sappiamo del Barboncino toy? Ci sono dei dettagli particolari che individuano questa taglia particolare? Scopriamo insieme delle informazioni su di lui

cane dolce

Cosa sappiamo delle varie taglie di questo cane? Quali sono le principali caratteristiche del Barboncino toy che lo differenziano dal resto delle altre stazze? Andiamo ad analizzare i parametri che lo individuano nello specifico.

Barboncino toy: caratteristiche essenziali

Barboncino Toy, caratteristiche e differenze con gli altri Barboncini

Cosa si sa del Barboncino toy? Quali sono le caratteristiche principali che contraddistinguono questo piccolo esemplare dallo sguardo dolce e dagli occhi tenerissimi?

Prima di tutto, dobbiamo sempre fare una precisazione quando si parla di Barboncino. Questa categoria di cane non è una vera e propria razza riconosciuta ufficialmente dalle associazioni internazionali, anzi. Essa non è altro che la taglia piccola (più precisamente quella toy e quella nana) del Barbone.

Lo standard di razza del Barbone, infatti, ammette 4 diverse grandezze: grande, medio, nanotoy. Nel corso del tempo, queste ultime due, le più piccole, sono state definite con il diminutivo “Barboncino“, proprio per le dimensioni ridotte degli esemplari.

Il Barboncino toy è un cagnolino dall’aspetto elegante, raffinato ma anche dolce e tenerissimo. La sua altezza varia fra i 24 e i 28 cm al garrese, mentre il peso si aggira fra i 4 e i 5 kg massimo.

A differenza dell’altra “stazza in miniatura”, il Barboncino nano, che invece può misurare dai 28 ai 35 cm al garrese e pesare più o meno 6 o 7 kg massimo.

Le altre caratteristiche fisiche sono esattamente identiche per tutte le grandezze del Barbone. Quindi sia un Barbone medio o grande, sia il Barboncino nano o toy differiscono soltanto per la stazza.

Vediamo allora dei dettagli sul fisico di questi cagnolini. Le zampe sono muscolose, toniche e abbastanza resistenti per ogni stazza. Il corpo è perfettamente proporzionato, equilibrato e con un’ossatura e una muscolatura forte e pronta ad affrontare tutte le giornate con energia e vitalità.

La coda è presente e di media lunghezza: sempre dal pelo folto, può essere acconciata in diversi modi, a seconda del “taglio” che si vuole dare al nostro piccolo esemplare.

Il pelo è un altro elemento distintivo. Il carattere dominante è sicuramente questo: il Barboncino è un cane famoso per i mille ricci!

Fortunatamente, non ha sotto-pelo, dunque possiamo stare tranquilli a tenerlo in casa per due motivi abbastanza importanti:

  1. è perfetto anche per chi fosse allergico al pelo del cane, in quanto l’assenza di sotto-pelo implica una mancata perdita di peli: questi non svolazzeranno nell’aria e eviteranno di dar fastidio a chi non li tollera
  2. non fa la muta. Questo significa che la nostra casa non sarà invasa da peli in ogni suo angolo, in quanto il Barboncino non ne perde.

I colori ammessi dallo standard del Barbone e che quindi rientrano anche nello “standard” del Barboncino sono:

  • bianco
  • nero
  • marroncino
  • fulvo
  • grigio

Pelo e toelettatura

Barboncino Toy, caratteristiche e differenze con gli altri Barboncini

Una importante caratteristica fisica del Barboncino, come abbiamo già sottolineato, è il suo pelo: i mille ricci sono bellissimi, morbidi e folti, ma anche difficili da gestire.

È bene tenere sotto controllo il pelo del Barboncino. La sua taglia piccola ci aiuta a prenderci cura in modo più semplice, in quanto la stazza è più facilmente gestibile. Però, dobbiamo preoccuparci di tenerlo sotto controllo ogni giorno. Spazzolarlo con gli accessori adatti è quello che ci vuole.

Inoltre, una curiosità simpatica riguardo il Barboncino è questa: è sempre stato famoso per il suo pelo e per le mille acconciature che i toelettatori si sono sempre divertiti ad inventare.

Vediamo in breve qualche dettaglio sulla toelettatura del Barboncino e sui tagli più comuni che vengono fatti, soprattutto per la tipologia nana e toy:

  • all’olandese: questo prevede di lasciare il pelo di lunghezza media e in modo uniforme lungo tutto il corpo. Le orecchie e la testa rimangono invece con il pelo più lungo: le prime formano una specie di caschetto, mentre la seconda prende una forma tondeggiante. Inoltre, la coda ha un pon-pon all’estremità
  • puppy: molto diffuso, non ha dettagli particolarmente rilevanti. L’unico scopo è quello di lasciare il pelo di media lunghezza, mettendo in evidenza tutti i ricci e cercando di mantenerlo uniforme lungo tutte le parti del corpo. L’aspetto generale deve essere quello di un cagnolino dolcissimo, dal pelo lucente, setoso e morbido
  • cupcake: il solo nome è molto divertente. Il pelo è tenuto abbastanza corto lungo tutto il corpo, ad eccezione della testa e delle orecchie. Il pelo, qui, è lasciato più lungo e tagliato in modo tale da dare a queste parti una forma tondeggiante che, appunto, ricorda un cupcake. Le orecchie diventano delle vere e proprie palline, mentre sulla testa il pelo è tagliato in modo da formare una punta. L’aspetto generale è simpatico, buffo e dolce
  • orsetto di peluche: questo è un taglio molto particolare, che sicuramente deve essere fatto da mani esperte. Anche in questo caso, ciò a cui ci si ispira è quello che dice il nome stesso: un orsetto di peluche. Si dovranno utilizzare le forbici per ottenere un pelo omogeneo che metta in evidenza ogni singolo riccio del cucciolo. La lunghezza è media e deve necessariamente dare un aspetto caratteristico, dolcissimo e che ispira affetto e tenerezza.

Carattere e temperamento

Barboncino Toy, caratteristiche e differenze con gli altri Barboncini

Qual è il carattere del Barboncino toy? Di cosa dobbiamo preoccuparci quando decidiamo di prendere un cucciolo del genere in casa? Quali sono le possibili situazioni che si vengono a creare?

Partiamo da un assunto: il Barboncino è il classico cagnolino d’appartamento, ottimo per la famiglia, per qualsiasi membro di tutte le età e anche adatto a convivere con altri animali.

Il primo termine con cui si può descrivere un Barboncino toy è questo: esuberanza! Questo piccolo amico a 4 zampe è dolcissimo, pieno di vita, sempre pronto a correre, giocare e divertirsi!

Passerebbe tutta la vita e tutto il tempo delle sue giornate a dare e prendere un’immensità di coccole. È un cagnolino davvero molto dolce, che non ha problemi a socializzare con nessuno, anzi!

Molte volte, si pone in modo fin troppo espansivo nei confronti sia degli umani sia degli altri eventuali animali presenti in casa. Questo suo aspetto del carattere, in realtà, non è sempre preso in modo positivo dagli altri!

Ad esempio, in presenza di un altro cane o di un gatto, la convivenza deve essere controllata e, soprattutto, deve partire col piede giusto! Se per il Barboncino toy è normale andare a scodinzolare e “saltare addosso” ai suoi nuovi amici, potrebbe non esserlo per gli altri.

Dunque, è importante gestire questa sua grande socievolezza e cercare di tenerla a bada, soprattutto nei primi momenti. Una volta che la confidenza sarà presa in modo più diretto e concreto, allora il nostro Barboncino avrà ogni carta in regola per dedicare tutto l’amore che vuole ai suoi amici. Qualora essi, però, siano altrettanto disponibili a farsi coccolare!

È docile, affabile e abitudinario: ama la sua stabilità, adora inserirsi nel contesto familiare e si impegna ad essere un ottimo cagnolino di casa. Si inserisce perfettamente nell’appartamento e è disponibilissimo ad instaurare un rapporto di amicizia e fiducia con i suoi amici umani.

Si pone in modo aperto anche nei confronti dell’educazione: è intelligente e capisce all’istante quello che gli viene chiesto di fare. Rispetta le regole imposte senza fare storie e apprende facilmente che tutto questo non fa altro che andare a favore di una pacifica e perfetta convivenza.

Rispetta gli altri, come pretende di essere rispettato. Prende male i rimproveri perché si sente facilmente in colpa e si dispiace qualora facesse cose che lo portano a “litigare” con il suo padroncino umano.

Non sopporta il caos né i rumori forti. Dunque, qualora si dovesse rimproverare, si dovrà farlo in modo sì autoritario, ma pur sempre tranquillo. Comunque, è molto ubbidiente e disponibile al dialogo.