Home Razze di cani Barboncino

Barboncino

Barboncino
Barboncino accucciato su prato

Esemplare di Barboncino

Dati generali
Etimologia Da Barbet, nome della razza progenitrice
Genitori Barbet × Cani da lavoro e d’acqua
Presente in natura No
Longevità 10-15 anni
Impieghi Cane da compagnia
Taglia Piccola

Il Barboncino è la taglia piccola del Barbone. Non è riconosciuto come razza a sé stante: è infatti in quadrato nella razza Barbone, riconosciuta dalla FCI nel gruppo 9 – Cani da Compagnia.

Come già accennato nella scheda dedicata appunto al Barbone, questa razza è nota ai più per i modi estrosi in cui viene acconciato il suo pelo. Si tratta però di un cane che ha molto da raccontare, più di quanto il suo dolce aspetto possa fare immaginare.

Scheda informativa del Barboncino
Anallergico No
Per bambini Esuberante e allegro, sa essere un instancabile compagno di giochi se rispettato
Per anziani Sa adattarsi ad uno stile di vita più tranquillo con loro, ma è necessario che vengano garantiti i suoi bisogni fisici primari
Con altri cani Molto socievole con i suoi simili, ma va posta attenzione nella giusta canalizzazione di questa socialità sin da cucciolo, altrimenti la sua esuberanza può diventare eccessiva per gli altri cani
Con gatti Molto socievole, riesce ad andare molto d’accordo anche con i gatti
Rumoroso Abbaia molto spesso, al minimo stimolo
Sport Passeggiate frequenti e diversi esercizi che lo stimolino come nuoto e prove d’obbedienza

ORIGINI STORICHE DELLA RAZZA

Il Barboncino è caratterizzato da un pelo soffice e morbido. Non si sa per certo quale sia la sua storia: come già accennato per il Barbone, si dice che sia nato in Francia o in Germania.

Discenderebbe inoltre dal Barbet, cane d’acqua francese. Ciò che è certo è che sin dal Medioevo, Barbone e Barboncino si sono molto diffusi. I Barboni, addirittura, venivano usati per divertenti numeri acrobatici.

In Spagna venne usato soprattutto come cane da compagnia, da mostrare in occasione speciali per via del suo bell’aspetto.

PREZZO

Il costo di un cucciolo di Barboncino si attesta attorno ai 1000/1200 euro.

CARATTERE

IL Barboncino ha un carattere abbastanza dolce e affettuoso, e si lega moltissimo ai suoi padroni. È perfetto per vivere con i bambini, perché è un ottimo compagno di giochi.

Tuttavia, deve essere subito socializzato per non incorrere in quei problemi tipici che la sua esuberanza può portare.

Il Barboncino è diffidente verso gli sconosciuti e tollera davvero molto poco i rumori bruschi e il caos. Tende a diventare molto ansioso, aggressivo e si spaventa facilmente.

ADDESTRAMENTO

Il Barboncino è ben adatto all’addestramento. Educarlo a vivere in casa e a rispettare alcune regole non è difficile.

Un valido metodo di addestramento è quello del rinforzo positivo. Avendo molta paura del caos e dei rumori forti, infatti, il Barboncino potrebbe avere dei problemi con chi lo rimprovera duramente.

CARATTERISTICHE FISICHE

I Barboncini sono cani esuberanti e resistenti, ben strutturati, che hanno un’aspettativa di vita che va dai 12 ai 15 anni.

Zampe

Le zampe sono ben dritte e muscolose, caratterizzate da un’ossatura piuttosto robusta e da piedi piccoli con dita ben arcuate.

Corpo

Il corpo è ben proporzionato, compatto ed esili. È particolarmente equilibrato e scattante,

Peso e altezza

L’altezza del Barboncino Toy va dai 24 ai 28 cm al garrese (con tolleranza di -1 cm), mente il peso è inferiore ai 3.5 kg. Nel caso di Barboncino Nano, si aumenta di qualche centimetro e il peso massimo arriva a 6 kg.

Testa

Il cranio ovale e c’è un ampio solco frontale tra gli occhi, posizionati a livello dello stop. Proprio gli occhi sono leggermente obliqui, generalmente scuri. Il muso è lungo e rettilineo, con un tartufo ben sviluppato, profilo verticale e narici aperte.

Coda

La coda ha un’attaccatura  alta. Viene portata alzata obliquamente.

Pelo

Il Barboncino non ha il sottopelo e non subisce periodi di muta. Il pelo può essere riccio, fitto e spesso o cordato, con pelo abbondante dalla tessitura fine, che tende a formare vere e proprie corde.

Colori

Il Barboncino è monocolore: può essere bianco, grigio, marrone, nero e rosso fulvo.

CUCCIOLI

I cuccioli di Barboncino sono molto energici e vivaci. Si divertono con i giochi che trovano in casa. Hanno una forte tendenza ad abbaiare, ma per questo è bene addestrarli a limitare questa abitudine.

Hanno anche bisogno di giochi appositi, perché tendono a rosicchiare ciò che si trovano intorno.

SALUTE

I Barboncini sono generalmente molto robusti. Soffrono per lo più di malattie congenite come la displasia dell’anca, l’epilessia, la torsione dello stomaco o la malattia di Legg-Perthes.

Possono soffrire spesso di otite, data soprattutto la conformazione delle orecchie, e di problemi agli occhi, che sono molto sensibili.

Indicazioni sull’alimentazione

Il Barboncino Toy deve consumare circa 100 grammi di crocchette giornaliere, mentre il Nano può arrivare a 140.

Questi cani possono mangiare anche carne tritata, riso bollito e verdure. Consigliato anche il salmone, ricco di Omega 3, che aiuta anche a tenere in salute il pelo.

Toelettatura

La toelettatura del barboncino è difficile, per questo non è consigliato eseguirla in casa, ma affidarsi sempre a un professionista.

In tutte queste toelettature, è importante rasare il pelo sui piedi, così da poterne valutare al meglio la forma.

ALLEVAMENTI

Trattandosi di una razza longeva, che soffre per lo più di patologie ereditarie, è fondamentale la scelta di un allevamento che tenga sotto controllo i suoi cuccioli dal punto di vista genetico.

Affidatevi quindi ad allevatori certificati ENCI, così da avere in casa un cane che goda di ottima salute.

È UN CANE D’APPARTAMENTO?

Il Barboncino si dimostra un perfetto cane da appartamento, perché incredibilmente abitudinario e docile.

CURIOSITÀ

Viene considerato un cane particolarmente snob, invece è socievolissimo. Un’altra curiosità riguarda il fatto che i Barboncini sono spesso presenti in film d’animazione e cartone animati.

In Oliver & Company, per esempio, compare Georgette, una barboncina furba e cattiva.

Classificazione FCI – n. 172
Gruppo 9 Cani da compagnia
Standard n. 172 del 06/03/07
Nome originale Caniche (francese), Pudel (tedesco)
Varietà Grande mole, medio, nano, toy, bianco, grigio, nero, marrone, fulvo
Tipo Compagnia
Origine  Francia
barboncino nell'erba

Barboncino e Barbone, razze a confronto: quali sono le differenze?

Barboncino e Barbone: quali sono le differenze? Cosa cambia fra l'uno e l'altro? Vediamo insieme qualche dettaglio a riguardo
cane dolce

Barboncino Toy, caratteristiche e differenze con gli altri Barboncini

Barboncino Toy: cosa dobbiamo sapere riguardo questa particolare stazza di cane? Vediamo caratteristiche e differenze con altre taglie
cagnolino pelo riccio

Barboncino, toelettatura: tutti i trucchi per riuscire a farla alla perfezione

Cosa si deve fare per procedere ad un'ottima toelettatura del Barboncino? Il pelo riccio è davvero un grattacapo! Ecco qualche informazione
barboncino rossiccio

Barboncino, che cosa mangia? Alimentazione ideale, cibi consigliati e snack

Cosa mangia un Barboncino? Di cosa si deve nutrire questo splendido e dolcissimo esemplare dallo sguardo dolce e dal pelo super-riccio?
barboncino dolcissimo

Barboncino, salute e benessere: indicazioni utili per curarlo al meglio

Barboncino: cosa sappiamo della salute di questo splendido e dolcissimo esemplare? Di cosa dobbiamo preoccuparci per prenderci cura di lui?
barboncino dolcissimo

Barboncini famosi: i quattro zampe più iconici di questa bellissima razza

Quanti Barboncini famosi esistono? Sembra che questa razza sia davvero molto amata dalle celebrità! Vediamo insieme qualche esempio
barboncino si diverte nell'erba

Barboncino, storia: le origini, l’evoluzione e il percorso di questa razza

Barboncino: qual è la storia che racconta la vicenda di questo famoso esemplare dal pelo super-riccio? Scopriamo insieme qualcosa su di lui