Barboncino nero: tutti i consigli per crescerlo al meglio

Se avete intenzione di adottare un Barboncino nero, siete nel posto giusto: ecco una mini-guida per prendercene cura al meglio

Se c’è un cane che piace proprio a tutti è il Barboncino, un tenerissimo compagno di vita tutto coccole ed energia. Tra i più apprezzati (e belli) c’è senza dubbio il Barboncino nero, una variante di colore molto ricercata dagli appassionati di questa razza.

State pensando di adottarne uno? Una scelta che vi fa onore, ma c’è una domanda che dovreste porvi: siete i padroncini adatti a lui? Avete a disposizione tutte le informazioni (e gli accessori) per prendervene cura al meglio?

Ci pensiamo noi a chiarirvi le idee con una piccola guida al Barboncino nero! Scopriamo come si comporta questo adorabile cagnolino e di cosa ha bisogno per vivere sano e felice (e con un pelo perfetto).

Indice

Barboncino nero, il “saltimbanco” dal pelo riccio

barboncino che gioca con un legnetto

Definirlo “saltimbanco” non è affatto casuale. Il Barboncino è la versione più piccola del Barbone, cane dalle origini piuttosto antiche che ha avuto un trascorso davvero molto particolare. Nella versione “grande” era tra i preferiti della nobiltà, usato anche per le battute di caccia, mentre nella versione più “piccola” è diventato a poco a poco una delle principali attrazioni dei circhi francesi. Il motivo? È un cane super intelligente oltre che bellissimo, che riesce a imparare con estrema facilità qualsiasi trucchetto. E poi ha uno sguardo espressivo come pochi altri cani al mondo, sempre allegro e pieno di entusiasmo!

Potremmo riassumere così il carattere del Barbone che, in tutte le sue quattro varianti (Barbone gigante, Barbone medio, Barboncino Nano e Barboncino Toy), resta sempre identico. Così come identica è la cura del mantello che ciascun esemplare richiede: una cascata di fitti ricci che non cade mai, ma cresce di continuo proprio come i nostri capelli. Se volete adottare un Barboncino nero, dunque, sappiate che troverete un compagno di vita a dir poco perfetto ma anche un quattro zampe che ha bisogno di cure e attenzioni particolari.

Barboncino nero, come mantenerlo perfetto

due esemplari di barbone nero

Come si fa a mantenere perfetto il pelo del Barboncino nero? Consideriamo innanzitutto la consistenza del mantello, che non possiede lo strato di sottopelo (per questo motivo non ne perde) ma al contempo ha un pelo di guardia fitto e riccioluto. A seconda dell’esemplare i peli possono avvolgersi in piccole spire (come dei boccoli) o a mo’ di corda (si parla di mantello cordato), tipo di mantello che è ancor più difficile da curare.

Il vantaggio del Barboncino nero è che è di piccole dimensioni – ci riferiamo alle varianti Nano oppure Toy – perciò la toelettatura non è dispendiosa come quella di un Barbone più grande. Ma l’impegno richiesto resta il medesimo: tutto quel che dobbiamo assolutamente fare è stabilire una routine precisa tra spazzolature, spuntatine, tosatura e bagnetti. Data la difficoltà delle varie operazioni, meglio rivolgersi a un professionista che vi saprà perfino consigliare l’acconciatura migliore per il vostro Barboncino nero!

Cosa fare se il Barboncino nero ha il pelo opaco

barboncino nero col pelo opaco

Il mantello è una delle primissime cose che notiamo in un amico a quattro zampe e quello del Barboncino nero è senza dubbio uno dei più belli. Ma non dimentichiamo che il pelo è un po’ come uno specchio, che ci offre una panoramica dello stato di salute del quattro zampe. Se è lucido e fluente indica un ottimo stato di salute, ma se diventa opaco e via via sembra scolorirsi probabilmente qualcosa non va.

Una delle prime ragioni per cui il pelo del cane diventa opaco è la cattiva alimentazione. Con molta probabilità stiamo dando a Fido cibi poveri di proteine e amminoacidi, così come di acidi grassi essenziali. per cui il pelo comincia a diventare sempre più fragile e a perdere la sua naturale lucidità. Una dieta mal composta può causare anche altri problemi al quattro zampe come secchezza della cute e prurito, perciò occhio: consultiamo il veterinario se il mantello perde il suo vigore.

Il pelo opaco potrebbe essere anche la conseguenza dei troppi bagnetti, cosa che si nota ancor di più in un mantello di un nero intenso come quello del Barboncino. Spesso siamo portati a pensare che più bagnetti equivalga a una maggiore pulizia, ma non è così. Anche la toelettatura deve avere delle regole e non possiamo mai esagerare con shampoo e altri prodotti. Ai cani, in fondo, accade esattamente quel che succede a noi quando laviamo troppo spesso i capelli: si spezzano, diventano fragili, la cute si desquama e rischiamo di avere seri problemi.

Altra cosa importante: la scelta dei prodotti. Non usate mai (e ripetiamo, MAI) shampoo per uso umano sul cane, perché potreste gravemente danneggiarlo. Chiedete consiglio al veterinario prima di procedere all’acquisto e, se occorre, optate per uno shampoo specifico. Stessa cosa vale per eventuali rimedi casalinghi: alcuni possono essere davvero efficaci, ma non vi fidate delle informazioni trovate sul web. Meglio chiedere all’esperto!

Barboncino nero, molte persone ci hanno chiesto anche:

barboncino toy

Quanto costa un Barboncino nero femmina?

Una delle cose di cui tener conto quando si decide di prendere con sé un Barboncino nero (ma anche di altri colori) è il costo. Sono cani d’allevamento, da acquistare solo ed esclusivamente da professionisti seri e certificati. Mediamente per una femmina si spendono intorno ai 1.200-1.500 euro.

Quanto costa un Barboncino Nano nero?

Stesso discorso fatto poc’anzi, anche per un Barboncino Nano nero si spende qualche soldino in più rispetto ad altre razze canine (parliamo sempre di 1.200-1.500 euro in media). Non è tanto il colore a determinare il costo, quanto la genealogia e la “purezza” della razza, quindi al pedigree e agli eventuali titoli conquistati dai genitori nelle esposizioni di settore.

Quanto costa un Barboncino Toy nero?

Vale anche per il Barboncino Toy, che è in ordine la più piccola delle taglie del Barbone ma non per questo il costo si abbassa. Qualunque sia la taglia di Barboncino che intendete acquistare, siate pronti a una spesa cospicua che si aggira sempre intorno ai 1.200-1.500 euro. Potete trovare esemplari anche alla metà, ma senza garanzie sull’effettiva appartenenza alla razza.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati