Cane autistico: esiste? Come si riscontra l’autismo in Fido?

L’autismo è una malattia complicata, ma con pazienza è possibile aiutare il soggetto che ne soffre. Ecco cosa succede con un cane autistico

cane seduto a terra

Con l’avanzare della ricerca medica si stanno iniziando a scoprire alcune cause dell’autismo; inoltre è possibile affermare con certezza che i cani possono soffrire di una patologia molto simile all’autismo. Ecco quindi come riconoscere un cane autistico e cosa è possibile fare per cercare di trattare efficacemente questa patologia che, nel caso dei cani in particolar modo, risulta davvero complicata da gestire nel migliore dei modi.

Cane autistico: esiste? Come si riscontra l'autismo in Fido?

Cos’è l’autismo

L’autismo è un disturbo neurologico che può compromettere l’interazione sociale e comporta anche un deficit a livello comunicativo. In un soggetto affetto da autismo è possibile riscontrare le seguenti problematicità:

  • Impossibilità a dire il proprio nome;
  • Spiccata propensione alla solitudine e all’auto-isolamento;
  • Possibilità di non riuscire a pronunciare correttamente le frasi e le parole;
  • Difficoltà a comprendere le informazioni;
  • Aggressività durante l’interazione con altri soggetti;
  • Esecuzione di movimenti ripetitivi;
  • Attaccamento morboso ad un determinato oggetto;
  • Problemi di coordinazione;
  • Difficoltà ad ingerire alimenti diversi dal solito

Cane autistico: esiste? Come si riscontra l'autismo in Fido?Intorno agli anni ’60 si è iniziato a pensare che anche i cani potessero contrarre questa patologia. Recentissimi studi hanno dimostrato inoltre che alcuni fattori genetici possono effettivamente rendere un cane autistico e la condizione genetica che lo causerebbe prende il nome di “sindrome X fragile”.

Come diagnosticare

Gli studi sopracitati hanno dimostrato che è possibile riscontrare casi di autismo nei cani. Tuttavia è davvero abbastanza complicato riuscire a riconoscere un cane autistico perché è davvero difficile riuscire a captare i cambiamenti comportamentali nel cane.

Cane autistico: esiste? Come si riscontra l'autismo in Fido?

Per riuscire a fare una diagnosi quindi è importante osservare attentamente come si comporta il cane. Se il cane dovesse infatti assumere dei comportamenti ripetitivi atipici e dovesse inoltre entrare in contrasto con altri cani o con altre persone, è consigliabile che facciate visitare il vostro cane dal veterinario.

Come gestire l’autismo

Se il veterinario ha effettivamente riscontrato i segnali dell’autismo nel vostro cane, è importante che impariate a gestire questa condizione. Un cane autistico ha più difficoltà rispetto agli altri cani di accettare la presenza di un estraneo o degli altri suoi simili. Per questo è preferibile che lo facciate passeggiare in posti isolati o quantomeno in posti che si trovino lontano dai parchi, dove è probabile incontrare altre persone con altri cani.

Cane autistico: esiste? Come si riscontra l'autismo in Fido?

Inoltre è preferibile che insegniate ad un cane autistico come riuscire a svolgere alcune attività che richiedono alcuni sforzi fisici. Impiegare il tempo di un soggetto autistico nei lavori, è stato riscontrato, che aiuta sensibilmente il soggetto affetto da tale patologia. È quindi possibile, se non probabile, che far fare le attività utili ad un cane autistico, possa migliorare sensibilmente la loro condizione.

Ricerca

Purtroppo l’autismo rientra anche tra le malattie dei cani, di cui ancora si sa molto poco. Ancora oggi infatti continua la ricerca per trovare le corrette risposte su questa malattia, sia che riguarda gli uomini, che i cani.

Cane autistico: esiste? Come si riscontra l'autismo in Fido?

In definitiva è possibile riscontrare l’effettiva presenza di un cane autistico; questa patologia, ancora senza precise risposte o trattamenti, è una condizione che può intaccare la qualità di vita del peloso. Voi insieme all’aiuto del vostro veterinario, potrete cercare di migliorare questa condizione, con la speranza che venga trovata una cura in tempi brevi.