Cani e bambini stressati: perché Fido può essere un valido aiuto

Per superare alcuni disturbi, fare interagire cani e bambini stressati è un'ottima soluzione. Vediamo insieme i motivi

La presenza di un cane in casa permette di vivere tante meravigliose esperienze. Fido è un compagno di giochi, è un amico fedele, è una guardia del corpo, è un concentrato di amore e tanto altro ancora. Uno degli aspetti più importanti della vita con un animale a quattro zampe è che questo piccolo pelosetto può essere un valido aiuto anche nelle situazioni più impensabili.

Un connubio perfetto infatti è quello tra cani e bambini stressati. Il mondo di oggi è molto frenetico. Noi adulti per primi siamo sempre alle prese con impegni di ogni tipo che ci fanno correre tutto il giorno. Spesso inconsapevolmente trasciniamo nella nostra routine quasi folle anche i bambini, che hanno maggiori difficoltà ad affrontare la situazione. Ecco perché il più delle volte ci ritroviamo ad essere la causa di disturbi, stress e malessere dei nostri piccoli. In questa circostanza, un cane può essere un valido aiuto. In questo articolo vedremo insieme in che modo Fido può risolvere i problemi di un bambino stressato.

Gli animali domestici in casa migliorano la vita dei piccoli

È risaputo che gli animali domestici possono essere un valido aiuto in casa contro problemi di salute e a volte anche mentali. I vantaggi della pet terapy sono tanti e si possono declinare in molti aspetti diversi.

Il cane e il gatto sono sicuramente gli animali domestici più diffusi e la loro presenza in casa migliora la vita e la salute non solo degli adulti ma anche dei più piccoli. Oggi il ventaglio di animali in grado di fornire questo tipo di aiuto si è allargato. Sono infatti entrati a pieno titolo nell’elenco anche pesci, conigli, cavie, furetti, iguane, uccelli e persino animali da fattoria come maialini, caprette ed oche.

Con cani e gatti è facile interagire e i bambini sono dei veri campioni in questo campo. Ecco perché far vivere insieme cani e bambini stressati può essere una valida soluzione a numerosi problemi. Spesso però i genitori si chiedono quanto sia opportuno far crescere il proprio figlio ancora piccolo insieme ad un animale. I dubbi che vengono in mente riguardano principalmente l’igiene, ma chi ha preso la decisione di vivere con un animale domestico sa perfettamente di non aver sbagliato.

I bambini, infatti, in compagnia di un cane o di un gatto, riescono a migliorare la qualità della loro vita e le loro capacità relazionali. I benefici poi si estendono dal livello fisico a quello psicologico, con maggiore serenità sia per il bimbo che per l’animale.

I cani possono aiutare i bambini stressati?

Vediamo adesso insieme se cani e bambini stressati vanno d’accordo. Partiamo subito con il dire che i cani sono un ottimo sostegno per i bambini che hanno delle difficoltà sia a livello fisico che psicologico. A confermarlo sono alcuni studi scientifici.

Una ricerca dell’Università della Florida, per esempio, ha indagato sulla possibilità che i bambini provino o meno in sollievo in presenza di un cane e lo ha fatto esaminando i loro livelli di stress quando sono posti in situazioni diverse.

Lo studio ha scoperto che i bambini che erano in grado di chiamare il loro cane per avvicinarsi a loro in situazioni di stress avevano livelli di cortisolo più bassi (l’ormone dello stress primario) rispetto a quelli che non lo facevano. Non hanno riscontrato questo effetto nei bambini i cui cani si sono avvicinati da soli senza essere sollecitati dai bambini. Di fronte a una situazione in cui un bambino sente stress o pressione, chiamare il proprio cane potrebbe essere un meccanismo per affrontarla.

 Inoltre, distrarsi accarezzando e interagendo con il proprio cane fornisce uno sfogo emotivo. La presenza del cane può anche creare un ambiente in cui si sentono più supportati senza essere giudicati come potrebbero essere dai loro coetanei, genitori e altri adulti nelle vicinanze.

Probabilmente i bambini che non hanno chiamato il cane, ma è stato l’animale ad avvicinarsi a loro, non erano pronti ad instaurare una relazione o semplicemente ad interagire. Quando il cane ha sollecitato l’attenzione, il bambino potrebbe aver avvertito una maggiore pressione perché non ha avuto il tempo di interagire con il cane o potrebbe essersi sentito distratto da troppe cose che accadevano nel suo ambiente.

Lo studio non ha indicato il temperamento del cane o i tipi di comportamento che i cani mostravano in entrambi i gruppi di bambini. Un cane più calmo può fornire conforto mentre un cane più energico, ansioso, eccitabile o indisciplinato può essere dannoso per l’ambiente, diventando quindi un ulteriore fattore di stress per il bambino.

I vantaggi di avere un cane come animale da compagnia

Sono tanti i benefici, anche a lungo termine, che un bambino può trarre dalla vita con un animale domestico. Cani e bambini stressati insieme possono aiutarsi reciprocamente perché grazie al legame che si crea tra i due, entrambi acquistano sicurezza nei confronti dell’ambiente che li circonda e di conseguenza avvertono meno il peso dello stress.

Il cane può fornire accettazione senza giudizio, qualcosa di cui molte persone e bambini hanno bisogno nella loro vita. La ricerca ha anche dimostrato che avere un cane può fornire benefici a lungo termine ai bambini affetti da autismo.

Se la semplice presenza di un cane fornisce conforto e mantiene basso il livello di stress del bambino, un bambino potrebbe essere in grado di apprendere alcune abilità di coping che possono essere utilizzate in modo affidabile man mano che crescono. Ciò consentirebbe loro di gestire molte situazioni improvvise o inaspettate della vita con un impatto dannoso minimo sulla loro salute mentale.

Tuttavia, non tutti i cani sono candidati ideali per questo scopo. È necessaria un’attenta selezione per trovare un cane socievole che abbia un temperamento stabile che offra conforto e consenta al bambino di cercare conforto quando ne ha bisogno.

Cani e bambini stressati, come interagiscono

Come abbiamo appena detto, non tutti i cani sono adatti a vivere con bambini stressati o con problemi psicologici. Questo non vuol dire che esistano dei cani buoni e dei cani cattivi, ma semplicemente che per questo scopo è necessario che il cane abbia un temperamento docile e calmo.

Ci sono dei casi in cui il cane è già in famiglia quando arriva un piccolo. In questa circostanza è il cane che potrebbe soffrire di stress per gelosia. Improvvisamente infatti si sentirebbe privato di attenzioni a cui era abituato e che adesso sono maggiormente riversate sul nuovo arrivato. La cosa migliore da fare è quella di non cambiare le abitudini e le attenzioni che gli si rivolgono.

Nel caso in cui invece il cane e il bambino arrivano insieme in casa, allora avete l’opportunità di far crescere entrambi contemporaneamente. Il loro rapporto sarà più saldo e ne acquisteranno anche in termini di sicurezza personale.

Inoltre il cane aiuta i bambini ad essere responsabili. Anche se non può fare molto in termini di bisogni (come portarlo a spasso o preparare la pappa), il bambino può trascorrere molto tempo con il cane, giocare con lui e dimostrargli il suo affetto. Questo è un ottimo modo di prendersi cura del proprio animale a quattro zampe.

I vantaggi di vivere con un cane non sono solo psicologici ma anche fisici. La presenza di un animale domestico in casa, infatti, riduce del 50% la possibilità di sviluppare allergie, ma anche di essere sovrappeso. Perché con il cane ed il gatto di casa si gioca e ci si muove garantendo almeno i livelli minimi di attività fisica consigliati per crescere in buona salute.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati