Carenze nutrizionali del cane: come individuarle e come riuscire a rimediare

Le carenze nutrizionali dipendono principalmente da un'errata dieta del cane e hanno molte conseguenze sulla sua salute. Scopriamole

cane di razza san bernardo

Spesso le cattive condizioni di salute di Fido dipendono dall’assorbimento dei nutrienti per ciò è importante conoscere le carenze nutrizionali del cane e capire da cosa siano scaturite.

L’alimentazione è alla base di una vita sana e felice, non smetteremo mai di ripeterlo, e quando mancano sostanze fondamentali come le vitamine evidentemente c’è qualcosa che non va nella dieta del cane.

Le carenze nutrizionali sono la conseguenza di un’alimentazione squilibrata o povera e per riequilibrare i nutrienti del cane dobbiamo modificarla con l’aiuto del veterinario.

Molti credono che basti dargli degli integratori vitaminici ma se non li somministriamo elle giuste dosi possiamo peggiorare la situazione.

Infatti non solo le carenze nutrizionali ma anche un eccesso di vitamine può causare una miriade di problemi per la salute del cane.

Sintomi delle carenze nutrizionali del cane

Carenze nutrizionali del cane: come individuarle e come riuscire a rimediare

Se sospettiamo la presenza di carenze nutrizionali del cane per prima cosa dobbiamo rivolgerci immediatamente al nostro veterinario di fiducia.

È pur vero che conoscendo Fido e il suo abituale comportamento siamo in grado di capire se sta male ma non possiamo e non dobbiamo di certo affidarci al fai da te.

Il mancato assorbimento dei nutrienti come le vitamine in genere è il risultato di una dieta troppo povera o squilibrata che non gli assicura il giusto apporto di queste sostanze.

Ma può dipendere anche da un problema metabolico o da disturbi di salute che impediscono al cane di assorbirle come dovrebbe.

L’importanza delle vitamine

Quando le carenze nutrizionali del cane sono causate dal mancato assorbimento di vitamine i sintomi più comuni sono inappetenza, opacità del pelo, riduzione improvvisa della temperatura corporea (ipotermia) e nei casi più gravi anche disturbi neurologici.

Le vitamine sono fondamentali per la crescita e la salute del nostro Fido che deve assumerle regolarmente, ma in maniera bilanciata senza mai eccedere.

Per avere un quadro più chiaro possiamo suddividerle in due gruppi: vitamine liposolubili e vitamine idrosolubili.

Nel primo gruppo troviamo vitamine come la A, la D, la E e la K mentre al secondo gruppo appartengono le vitamine B e C.

La somministrazione delle vitamine non è una cosa da prendere sotto gamba perché quando sono troppe e quando mancano causano molti problemi.

In particolare dobbiamo fare molta attenzione agli integratori vitaminici per cani che non devono mai essere dati a Fido con troppa leggerezza. Ma soprattutto solo sotto prescrizione medica, tenendo conto del fatto che il cibo per cani di buona qualità già ne contiene la giusta dose.

Un eccesso di vitamine A e D, ad esempio, possono causare avvelenamento portando a problemi parecchio gravi come la calcificazione dei tessuti e malformazioni alle ossa.

Proteine: la base essenziale per la dieta di Fido

Carenze nutrizionali del cane: come individuarle e come riuscire a rimediare

Se a mancare sono le proteine, invece, i danni sono molto evidenti: il cane perde tono muscolare, il pelo diventa opaco ma soprattutto il sistema immunitario funziona male e il cane non cresce come dovrebbe.

Come ripetiamo sempre, la dieta di ogni cane sia cucciolo che adulto o anziano deve avere una base di proteine a cui aggiungere poi tutti gli altri nutrienti in parti più piccole.

Le proteine servono non solo per dare energia al cane ma anche per assicurare la corretta produzione di cellule. Ecco perché femmine gravide e cuccioli devono assumerne una quantità maggiore.

E poi non dimentichiamo che le proteine contribuiscono allo sviluppo del sistema immunitario dell’animale, garantendogli le sue naturali difese contro le malattie.

Nella dieta di Fido non devono mai mancare le carni, la principale fonte di proteine. Ma parliamo di carni fresche, naturalmente, non di prodotti di scarto.

Dovremmo evitare, infatti, le interiora e i sottoprodotti animali concedendogli al contrario di tanto in tanto parti come muscolo, cuore ma anche pesce (preferibilmente quello azzurro).

Anche per le proteine vale il solito discorso: mai eccedere con le quantità perché quelle che non vengono assorbite sono trasformate dall’organismo in grasso.

E di conseguenza il cane ingrassa rischiando di andare in sovrappeso o di diventare obeso, con tutti i rischi che ne derivano.

Grassi: perché fanno bene e a cosa servono

Carenze nutrizionali del cane: come individuarle e come riuscire a rimediare

Diciamo sempre che la dieta del cane non dovrebbe contenere troppi grassi e non è del tutto sbagliato considerando che sono la principale causa dell’aumento di peso.

Siamo consapevoli del fatto che se il cane è sovrappeso oppure obeso rischia conseguenze molto gravi sulla sua salute non solo per ciò che riguarda la capacità di muoversi.

I cani troppo pesanti da una parte possono avere problemi come la displasia dell’anca, perché sovraccaricano le articolazioni, ma dall’altra presentano spesso problemi respiratori e possono avere gravi conseguenze sulla salute del loro apparato cardiocircolatorio.

Ma attenzione però, perché tra le carenze nutrizionali del cane più comuni c’è proprio quella causata dal mancato assorbimento dei grassi.

Il sintomo più comune è parecchio evidente: Fido inizia a perdere peso troppo velocemente, appare sempre stanco e apatico e in più il pelo si indebolisce al punto da staccarsi dalla pelle.

I grassi sono importanti nella dieta di ciascun cane perché costituiscono un’importante fonte di energia.

Inoltre favoriscono il metabolismo e trasportano le vitamine liposolubili di cui abbiamo parlato prima, che altrimenti non potrebbero essere assimilate dall’organismo.

Con l’aiuto del veterinario possiamo ovviare alle carenze nutrizionali di grassi con integratori naturali.

Tra questi l’olio di salmone oppure gli oli vegetali, come quello di colza oppure quello di semi di girasole.

Non dimentichiamo, inoltre, che per Fido sono fondamentali anche gli acidi grassi omega 3 e omega 6, che si trovano principalmente nel pesce azzurro.

Quando mancano gli acidi grassi il cane può sviluppare malattie metaboliche e riduce drasticamente le sue difese immunitarie rischiando di contrarre gravi patologie.

Minerali: oligoelementi e sali minerali

I minerali sono altre sostanze importanti per la salute del nostro cane e vanno assolutamente integrati nella sua alimentazione.

Possiamo distinguerli in due sottocategorie: oligoelementi, ovvero metalli e ioni inorganici presenti in minime quantità; sali minerali, cioè dei composti inorganici essenziali per il funzionamento dell’organismo.

Tra gli oligoelementi troviamo sostanze come ferro, rame, zinco, manganese e fluoro mentre i sali minerali più importanti sono calcio, fosforo, magnesio, sodio e potassio e si trovano nei cibi con minerali che i cani dovrebbero sempre mangiare.

I minerali hanno funzioni diverse ma in generale contribuiscono alla formazione delle ossa e dei tessuti muscolari, alle funzioni nervose ma anche alle funzioni cardiache e alla coagulazione del sangue.

Conclusioni

Carenze nutrizionali del cane: come individuarle e come riuscire a rimediare

Le conseguenze delle carenze nutrizionali ci fanno capire quanto sia importante l’alimentazione del cane.

Deve essere sempre completa e bilanciata, senza mai eccedere con le quantità di una o più di queste sostanze fondamentali.

I cani sono animali principalmente onnivori ma è opportuno che alla base della loro dieta vi siano le proteine della carne.

Quando abbiamo dubbi a proposito di un alimento o sospettiamo che Fido stia male perché gli manca qualcosa, rivolgiamoci subito al veterinario per avere una corretta diagnosi del problema.

Spesso le carenze nutrizionali del cane emergono quando optiamo per una dieta casalinga scegliendo personalmente ingredienti e ricette.

Non c’è nulla di male nel preparare i pasti con le nostre mani ma dobbiamo sempre tener conto del fatto che non deve mai mancare nessuna di queste sostanze fondamentali per l’organismo.

Affidiamoci soltanto al parere degli esperti anche nella scelta di sfiziose e prelibate ricette che solletichino le papille gustative di Fido.

Il gusto è importante ma ancor di più lo è assicurare al nostro amico a quattro zampe tutto ciò di cui ha bisogno per mantenersi felice e in salute.