Home Razze di cani Zwergschnauzer

Zwergschnauzer

Zwergschnauzer
esemplare di Zwergschnauzer sul prato

Esemplare di Zwergschnauzer

Dati generali
Etimologia Da Zwerg (nano) e Schnauzer, tipologia del cane.
Genitori Griffoncino del Belgio × Terrier
Presente in natura No
Longevità 13-15 anni
Impieghi Cane da compagnia, cane da guardia
Taglia Piccola

Lo Zwergschnauzer, detto anche Schnauzer Nano, appartiene alla famiglia degli Schnauzer: è un perfetto cane da compagnia da tenere a casa, anche in un piccolo appartamento, ma è anche un ottimo esemplare da guardia e difesa, da far correre libero in spazi aperti.

Lo Zwergschnauzer si adatta molto bene alla vita in famiglia e ha una propensione particolare per i bambini, con cui instaura un ottimo rapporto essendo un cane giocoso e molto attivo.

È un cane molto amato e conosciuto per la “barbetta” che ne incornicia il muso, ma non è da confondere con lo Scottish Terrier, che, pur presentando questa peculiarità in comune, è un cane molto diverso, sia per origini territoriali che per caratteristiche fisiche e caratteriali.

Scheda informativa del Zwergschnauzer
Anallergico No
Per bambini Gli piace molto giocare con loro
Per anziani Paziente e calmo, può essere un ottimo compagno per anziani abbastanza attivi che garantiscano la sua attività minima
Con altri cani Bene che cresca con i suoi simili sin da cucciolo per garantire una coabitazione senza problemi
Con gatti Convivenza serena se cresciuti insieme
Rumoroso Non abbaia quasi mai
Sport Venatori, passeggiate quotidiane e attività che stimolino ricerca ed olfatto

Origini storiche della razza

Le origini di questo esemplare sono molto antiche: lo Schnauzer nano iniziò a diffondersi verso la fine del 1800 in Germania, nella regione di Francoforte, quando ancora era conosciuto come Pinscher nano a pelo duro. Con quest’ultima razza, però, c’erano delle differenze sostanziali, come nelle forme, nella taglia e nel mantello, che appunto appariva non esattamente morbido e setoso, anzi ruvido e duro.

Lo Zwergschnauzer è quasi identico, sia per aspetto che per carattere, al suo fratello più grande, lo Schnauzer. Le sue origini sono molto comuni a quelle dei Terrier, perché entrambi sono nati come cani per la caccia. Però la selezione di questa razza, a differenza dei Terrier, in seguito si è diretta verso la creazione di un cane da guardia e difesa.

Prezzo

Il prezzo di un cucciolo di Zwergschnauzer da un allevamento certificato varia dagli 800 ai 900 euro.

Carattere

Lo Zwergschnauzer è un cane dal carattere molto forte, equilibrato e impetuoso: con lo Schnauzer gigante condivide l’indole bilanciata, ma come tutti i cani di piccola taglia ha un temperamento sicuramente più vivace e a tratti temerario.

Questa sua carica caratteriale non impedisce allo Schnauzer Nano di essere anche molto affettuoso con i propri padroni.

Intelligente, perspicace, intrepido e vigile, questo cane è perfetto sia per vivere in casa – anche in piccoli appartamenti per la sua taglia – sia come cane da guardia e da difesa in spazi aperti, perché la sua natura gli permette di difendere il padrone con coraggio e determinazione. Come altri cani, ha bisogno di molto esercizio fisico, per la sua personalità attiva e giocherellona.

Nonostante non sia un cane rissoso, lo Zwergschnauzer avvisa sempre il proprietario in occasione di rumori sospetti e può essere parecchio deciso nella difesa della sua famiglia e del suo territorio.

È un cane molto socievole con i bambini e con la famiglia instaura un rapporto quasi viscerale: adora giocare con i più piccoli, proprio per la sua natura attiva e curiosa. Il suo temperamento dolce lo rende affettuoso nei confronti di tutti i membri della famiglia. È un cane che adora le coccole e le attenzioni dell’uomo, ed è adatto anche a fare compagnia alle persone sole e indifese.

Con gli individui che non conosce è molto riservato e sospettoso: è diffidente si, ma di certo non aggressivo.

Se abituato fin da cucciolo, lo Schnauzer nano è in grado di convivere con altri cani: essendo molto intelligente, riesce a interagire con altri esemplari e comprende i comportamenti di tutti gli altri cani. Avendo un temperamento molto forte però a volte può mostrare la sua grinta innata di fronte a cani anche di taglia molto più grossa.

È un cane che non ama essere lasciato da solo: essendo curioso e arguto, ha sempre voglia di interagire e di condividere le proprie attività quotidiane con il proprietario.

Addestramento

Come detto prima, lo Schnauzer nano è un cane molto intelligente e quindi facilmente addestrabile: grazie alla sua ottima memoria impara con incredibile rapidità.

Essendo di buon temperamento e acuto, è adatto anche a persone che non hanno mai posseduto un cane. Bisogna però tenere presente che questa razza ha bisogno di una persona di riferimento decisa e autorevole: con un’educazione un po’ approssimativa o eccessivamente indulgente potrebbe emergere il suo carattere forte e testardo.

C’è da dire che si lega facilmente a un proprietario che lo sappia intrattenere e che abbia delle attenzioni nei suoi confronti. È necessario che l’educazione dello Zwergschnauzer comunque sia molto precisa e meticolosa: è sempre bene rivolgersi a educatori cinofili competenti se si dovesse riconoscere di avere qualche difficoltà nell’addestramento, per garantire un rapporto sereno e felice insieme al proprio compagno a quattro zampe.

Caratteristiche fisiche

Lo Schnauzer nano è un cane piccolo, forte, compatto ed elegante, dal mantello ruvido. Presenta un aspetto vigoroso e ben proporzionato. Come abbiamo già accennato in precedenza, è la copia in miniatura della razza di taglia grande ma, a dispetto del nome, non presenta malformazioni che si possano ricondurre al nanismo.

Zampe

Le zampe anteriori dello Zwergschnauzer appaiono forti, dritte e molto muscolose, quelle posteriori sono più potenti e leggermente inclinate. I piedi sono tondi e piccoli con dita strette tra loro e arrotondate; le unghie sono scure, con cuscinetti protettivi e forti.

Corpo

Il corpo di questo cane risulta robusto e compatto, si può quasi inscrivere in un quadrato, da cui sbuca la testa, anch’essa massiccia ma armoniosa e con i giusti rapporti rispetto al resto del fisico. È un esemplare dal fisico piccolo e scattante, dall’andatura armoniosa e disinvolta; è molto vivace nei movimenti come nel caso di molti cani di taglia piccola.

Peso e altezza

Lo standard della razza prevede un’altezza di 30-35 cm con un peso che va da 4,5 a 7 kg.

Testa

Questa razza si presenta con la testa robusta e allungata, con il cranio piatto, mentre la lunghezza e larghezza del muso sono uguali. Il naso è grosso e nero e le orecchie sono pendenti, posizionate alte sulla testa con la caratteristica forma a V rovesciata. Lo Schnauzer nano è dotato di una mascella molto forte, ricoperta di baffi e ha un particolare tipo di morso detto a forbice che gli permette di mordere in modo sicuro e doloroso.

Coda

La coda dello Zwergschnauzer veniva tradizionalmente amputata all’altezza della terza vertebra. È attaccata alta e viene portata all’insù.

Non è più possibile procedere al taglio delle orecchie e della coda per quei soggetti destinati ad essere esposti in Germania, mentre in Italia non c’è ancora una legge che lo vieta.

Pelo

Il pelo dello Zwergschnauzer appare duro, ruvido e ben fitto e per l’appunto viene detto a fil di ferro. Il mantello si compone anche di un sottopelo ben fitto e di un pelo di copertura non troppo corto, ben aderente al corpo: per gli standard della razza deve essere sempre ruvido e sufficientemente lungo da poterne valutare la qualità, e non è né arricciato né ondulato.

Il pelo sugli arti invece tende ad essere meno ruvido, e si accorcia sulla fronte e sulle orecchie. Caratteristiche tipiche della razza sono la barba non troppo morbida sul mento, e le sopracciglia cespugliose che coprono leggermente gli occhi, scuri e di forma ovale.

Colori

I colori del mantello per lo Zwergschnauzer sono quattro: nero puro con sottopelo nero, pepe e sale, nero/argento e bianco puro con sottopelo bianco. Sono presenti varie strisce che passano dalle tonalità grigio scuro al grigio argento.

In Italia sono diffusi soprattutto gli Schnauzer nani di colore nero e nero con note argento, molto rari quelli bianchi.

Cuccioli

I cuccioli di Zwergschnauzer sono amanti delle attenzioni e delle coccole, giocherelloni e affettuosi, pieni di energie, docili ai comandi e molto ubbidienti.

A causa del forte individualismo e del carattere un po’ cocciuto della razza è bene iniziare sin da cuccioli un addestramento con modi decisi e risoluti.

L’educazione di questi cani però è facilitata sia dalla grande predisposizione della razza a imparare i comandi che dalla loro notevole intelligenza.

Salute

Lo Schanuzer nano è un cane forte e generalmente gode di buona salute: non è una razza particolarmente cagionevole, tanto che l’aspettativa di vita media è di 15 anni per questo esemplare.

Una delle caratteristiche dello Schnauzer in generale è quella di avere una tendenza ad ingrassare. Lo Schnauzer nano, un cane dalla grande vivacità, deve essere tenuto in perfetta forma attraverso l’esercizio fisico. Lo Zwergschnauzer è un cane molto energico, che ama correre e giocare. In generale questi cani possono presentare problemi come la displasia e difetti alla vista.

I cuccioli di Schnauzer possono avere, a volte, un problema relativo alla chiusura del canale lacrimale, che viene risolto facilmente con un piccolo intervento chirurgico.

Ci sono però delle patologie che gli Zwergschnauzer condividono con altre razze: una di queste è la pancreatite, una malattia pericolosa, che si manifesta solitamente dopo i 6 anni d’età.

Altra condizione tipica di questa razza è l’iperlipidemia (eccesso di trigliceridi nel sangue). È fondamentale, proprio per questo motivo, avviare anche negli esemplari più giovani un regime alimentare equilibrato, per evitare il sovrappeso, senza dimenticare l’esercizio fisico, molto amato da questa razza.

Lo Schnauzer nano è inoltre soggetto a ipotiroidismo, che può essere congenito oppure acquisito. In generale è sempre bene fare dei controlli periodici dal veterinario, che può indicarvi le giuste cure per il vostro amico a quattro zampe.

Indicazioni sull’alimentazione

Come detto prima, proprio perché lo Schnauzer nano tende ad ingrassare, è bene prestare attenzione alla sua alimentazione. Nonostante sia un cane di piccola taglia, essendo molto attivo necessita di alcune accortezze, che tengano conto di un notevole fabbisogno proteico.

Se il cane conduce uno stile di vita più sedentario è meglio non eccedere, ma ricordiamo che rimane un cane molto giocoso e vivace anche in appartamento. È sempre meglio per questa razza mantenere l’abitudine di un costante esercizio fisico: l’importante è che la sua alimentazione sia sempre ben bilanciata e gli fornisca tutti i nutrienti necessari per il buon mantenimento del fisico.

Toelettatura

È necessario prendersi cura del pelo dello Zwergschnauzer: per prima cosa è importantissimo spazzolare quotidianamente il cane per eliminare il pelo morto in eccesso.

Essendo a pelo duro, questo cane perde il pelo in periodi ben precisi dell’anno, in cui andrebbe praticato un processo di asportazione del pelo, quello dello stripping, per eliminare il pelo superfluo che si strappa facilmente.

Lo Schnauzer nano non va assolutamente tosato, se non sulla gola, sul petto e sul muso. Il mantello infatti va regolato proprio con lo stripping, che può essere praticato da toelettatori esperti due o tre volte l’anno.

Se volete evitare stress al vostro cane, potete praticare voi stessi la tecnica dello stripping: non è particolarmente complicata, e con un qualche accorgimento e le corrette indicazioni, può essere eseguita da chiunque.

Allevamenti

In Italia esistono diversi allevamenti di Zwergschnauzer: quelli riconosciuti dall’ENCI sono circa una ventina e si trovano nelle Marche, in Valle d’Aosta, Piemonte, Puglia, Toscana, Lazio, Lombardia, Emilia-Romagna, Campania, Sicilia, Veneto, Sardegna, Umbria.

Quando si decide di prendere un cane, a maggior ragione se da un allevamento, è sempre bene rivolgersi a strutture e allevamenti certificati, che possano dare tutte le indicazioni corrette sulla razza, la sua purezza, lo stato di salute e tante altre informazioni fondamentali per il cucciolo che accogliamo in famiglia.

È un cane d’appartamento?

Lo Zwergschnauzer è un cane dalla grande capacità di adattamento: riesce a condurre una vita felice anche in appartamento, grazie anche alla piccola taglia.

Ricordate che comunque rimane un animale molto attivo, giocherellone e curioso anche in casa: è bene ritagliarsi dei momenti per portarlo fuori, come passeggiate e corse al parco.

Lo Schnauzer nano ha bisogno di esercizio quotidiano e di movimento fuori dagli ambienti casalinghi, per esplorare, imparare a sviluppare l’interazione anche con altri animali e per non mettere su peso, abitudine poco salutare per un animale della sua taglia.

Curiosità

Il termine schnauze in tedesco significa muso, mentre in Baviera indicava in passato i baffi, proprio per la caratteristica barba che incornicia il muso di questo cane molto amato e conosciuto.

Nato come cane da lavoro (è infatti un ottimo cacciatore di topi), ha finito con il ricoprire anche il ruolo di cane da compagnia ed ha avuto da sempre un rapporto bellissimo con i cavalli (amicizia nata quando veniva usato come scorta nelle diligenze che dovevano affrontare lunghi viaggi).

Proprio per questo si trovano tracce dello Zwergschnauzer in alcuni quadri di Rembrandt, famoso pittore olandese, o nelle opere di Albrecht Dùrer, artista tedesco.

Classificazione FCI – n. 183
Gruppo 2 Cani di tipo Pinscher e Schnauzer, molossoidi e cani bovari svizzeri
Sezione 1 Tipo pinscher e schnauzer
Sottosezione 1.2 Schnauzer
Standard n. 183 del 06/03/2007 (en fr)
Nome originale Zwergschnauzer
Varietà A – nero
B – pepe e sale
C – nero e argento
D – bianco
Tipo casa e compagnia
Origine Germania