Cuccioli di Zwergpinscher, come addestrarli: primi passi e socializzazione

Cuccioli di Zwergpinscher: come addestrarli e renderli socievoli nei confronti dei loro simili

Se avete adottato da poco i cuccioli di Zwergpinscher, come addestrarli dovrebbe essere una delle vostre principali preoccupazioni, soprattutto considerando il “caratterino” che contraddistingue gli esemplari di questa razza. Incredibilmente energici, intelligenti, attivi ed anche testardi, questi cani possono dare del filo da torcere ai padroni che non sanno bene come gestirli. Ma conoscendone bene il carattere, non avrete alcuna difficoltà a gestire il vostro amico a quattro zampe.

Anzi, nonostante si parli di questi cani come difficili, la loro incredibile intelligenza – unita alla voglia di piacere al padrone – li rendono anche piuttosto inclini all’educazione. Ammesso che questa gli venga impartita in modo corretto. E magari con l’aiuto di qualche goloso rinforzo positivo. In ogni caso, vediamo bene come addestrare i cuccioli di questa razza già dai primi mesi di vita.

Il carattere del Zwergpinscher

Anzitutto, c’è da dire che i cuccioli di Zwergpinscher si distinguono per un carattere incredibilmente dinamico e vivace. Questi cani, infatti, sanno rivelarsi perfetti compagni di gioco, sia per i più piccoli – ammesso che siano abituati a rapportarsi ad un cane di queste dimensioni – sia per i più grandi. Al tempo stesso, si tratti di animali incredibilmente affettuosi, che instaurano un ottimo rapporto con il padrone e con i membri della famiglia, verso i quali si dimostrano disposti a fare qualunque cosa. E questo aspetto potrebbe rivelarsi molto utile ai fini dell’addestramento del cucciolo.

Cuccioli di Zwergpinscher, come addestrarli: primi passi e socializzazione

Dall’altro lato, però questo grande attaccamento alla famiglia porterà il cucciolo a comportarsi come una piccola guardia. Questo significa che sarà sempre sull’attenti quando si avvicina qualcuno che non conosce. Nonostante questo, si tratta di un cane che non ha problemi nel rapportarsi con gli estranei, ammesso che questi si facciano riconoscere come inoffensivi. Nel caso in cui dovesse percepire un eventuale pericolo per chi ama, il cucciolo comincerà ad abbaiare per evitare che questo si avvicini troppo. In ogni caso, una buona educazione può aiutare il vostro amico a quattro zampe a capire come comportarsi quando si trova di fronte ad uno sconosciuto.

E lo stesso vale per il rapporto con i suoi simili, verso i quali tende sempre a dimostrarsi un po’ troppo gradasso. Lo Zwergpinscher sembra non rendersi conto della sua taglia reale, per cui si trova spesso a finire in diatribe tra i cani dove non può assolutamente avere la meglio. Questo vi fa capire perché è importante lavorare sulla socializzazione del cucciolo già dai primissimi mesi di vita. Potrebbe sembrare un tasto dolente, ma è solo l’inizio dell’educazione del vostro amico a quattro zampe.

Come addestrare i cuccioli di Zwergpinscher

Quando si parla di cuccioli di Zwergpinscher come addestrarli, è importante sottolineare che l’atteggiamento del padrone è un elemento che non si può assolutamente trascurare. Se volete davvero educare un esemplare di questa razza dovrete essere molto determinati e costanti. Per quanto possa sembrare tenace, questo cane è anche intelligente e curioso, il che lo porta ad apprendere piuttosto facilmente, ammesso che venga stimolato a dovere. E al di là di questo, la razza sembra amare il rinforzo positivo, che deve essere una delle vostre armi nell’educazione del piccolo.

Una volta chiarito come comportarsi nei confronti del vostro nuovo amico a quattro zampe, c’è da capire cosa insegnargli nei primi mesi di vita. Anzitutto, vi suggeriamo di partire dai comandi di base – come “seduto” e “terra” – per poi proseguire con l’andatura al guinzaglio. E considerando l’indole particolarmente vivace del piccolo, non dovrete stupirvi che ci vorrà un po’ di tempo prima che si abitui. In ogni caso, dato che l’attività fisica fuori casa è fondamentale per questo cane, è molto importante che voi lo abituiate al guinzaglio non appena possibile.

Cuccioli di Zwergpinscher, come addestrarli: primi passi e socializzazione

Cercate di organizzare l’educazione del cucciolo in due sessioni giornaliere di almeno 10/20 minuti ciascuna, durante le quali concentrarvi sui comandi da insegnargli. Ricordatevi di non dimenticare mai di premiare il piccolo ogni volta che fa esattamente quello che gli chiedete. E tra le prime cose da insegnare al vostro amico a quattro zampe, inserite la risposta al richiamo. Trattandosi di animali che amano correre ed hanno una tendenza discreta alle fughe, è bene che il cucciolo impari sin da subito a tornare da voi ogni qual volta lo chiamiate.

Cominciate quindi ad educare il piccolo a rispondere al richiamo quando vi trovate in casa, e premiatelo ogni qual volta torni verso di voi. Poi provate a farlo in uno spazio aperto ma controllato, come ad esempio un giardino, e poi ancora al parco. Passo dopo passo, vedrete che il cucciolo imparerà a rispondere quando lo chiamate, il che vi aiuterà ad evitare le sue piccole fighe e distrazioni.

La socializzazione del cucciolo

Come anticipato, gli esemplari di questa razza possono dimostrarsi piuttosto diffidenti nei confronti dei loro simili. E questo impone che la socializzazione del cucciolo avvenga sin dai primi mesi di vita, e che continui anche nella fase dell’adolescenza. Maggiore è il numero di contatti che il piccolo avrà nei suoi primi anni, e minore è la possibilità che sviluppi stati d’ansia e comportamenti aggressivi in età adulta.

Cuccioli di Zwergpinscher, come addestrarli: primi passi e socializzazione

Nonostante la piccola taglia, il Zwergpinsher potrebbe comunque darvi qualche problema nei primi contatti con i suoi simili. Vi suggeriamo quindi di stare in allerta, perché il cucciolo potrebbe cominciare ad abbaiare in maniera forsennata ed entrare in lite con il cane con cui sta interagendo. Nulla di preoccupante, sia chiaro. Ci vorrà un po’ di tempo prima che il piccolo si abitui a rapportarsi con i suoi simili in modo corretto, ma basterà semplicemente fargli incontrare quanti più cani possibili.

Evitate quindi di tenere il cane chiuso in casa. Abituatelo sin dai primi mesi di vita a lunghe passeggiate e tappe al parco, in modo che possa incontrare cani e persone in maniera indistinta. Questo servirà a forgiare il suo carattere, ad aprirlo nei confronti degli estranei e a renderlo più accogliente verso i suoi simili. Come abbiamo già detto, dovrete essere molto costanti nella socializzazionema potete stare certi che questa darà i suoi frutti. A questo punto, potete dire di sapere bene cuccioli di Zwergpinscher come addestrarli, così da renderli sani e felici.