Come addestrare un Volpino Italiano, tutti i metodi

Come addestrare un Volpino Italiano? Questo cane tutto bianco e morbidissimo è un cane adorabile e molto intelligente. Ecco cosa sapere

Come addestrare un Volpino Italiano? Questa piccola e adorabile nuvola di pelo bianco è semplicemente irresistibile, un cagnolino piccolo ma energico che in molti scelgono come compagno di vita. E non è un caso che lo facciano, dal momento che il Volpino Italiano è affettuoso, fedele e poi con le sue dimensioni ridotte è perfetto per la vita in appartamento. Ha solo un carattere che per certi versi potrebbe sembrare un pochino prepotente, o meglio trattandosi di un ottimo cane da guardia abbaia parecchio e tende sempre a difendere il suo amato padroncino. Vediamo nel dettaglio come addestrare un Volpino Italiano al meglio, imparando gestire il suo carattere e la sua esuberanza.

Carattere del Volpino Italiano

volpino felice

Se vogliamo capire come addestrare un Volpino Italiano, dobbiamo ovviamente scavare a fondo nel suo carattere. I cani possono avere personalità molto diverse tra loro, che dipendono in parte dalla razza canina a cui appartengono e in parte dalle esperienze vissute. Il Volpino Italiano è un cane dalla storia antica e affascinante e oggi possiamo affermare a gran voce che si tratta di una delle razze italiane più amate e diffuse nel nostro Paese. Essendo un cagnolino piccolo, si adatta bene alla vita in appartamento ma può tranquillamente vivere anche in campagna. Anzi, il Volpino Italiano adora stare all’aria aperta, correndo e giocando a più non posso.

Gli esemplari di Volpino Italiano sono amichevoli e molto dolci, si dimostrano dei cani davvero affettuosi con ciascun membro della famiglia che li accudisce. E in particolare adorano stare con i bambini, con i quali giocano e si divertono ma che si impegnano anche a difendere come se fossero i propri cuccioli. Questo carattere rende il Volpino Italiano un cane davvero eccezionale, devoto al padroncino e anche incline all’ascolto.

Cuccioli di Volpino Italiano e socializzazione

cucciolo piccolo e bianco

Addestramento vuol dire cuccioli. Ma come sono i piccoli di Volpino Italiano e cosa dobbiamo aspettarci da loro? I cuccioli di questa razza sono, come tutti, molto attivi ed energici e amano correre e giocare. Insomma, non starebbero mai fermi soprattutto quando hanno la possibilità di stare in grandi spazi all’aperto. I cuccioli di Volpino Italiano, come gli esemplari adulti, hanno un carattere molto affettuoso e sono dei gran curiosoni, al punto di seguire il padrone praticamente ovunque.

Tutta questa esuberanza è bellissima, tuttavia dobbiamo imparare come gestire questo carattere e addestrare il cane Volpino al meglio. In particolare dobbiamo tener conto del fatto che il Volpino Italiano sin da cucciolo è particolarmente socievole. Un pregio, questo è certo, ma che deve metterci in guardia da eventuali pericoli. Il Volpino Italiano non si pone alcun problema a fare nuove amicizie, cosa che si traduce nel saltellare addosso agli estranei e agli altri cani. Perciò il consiglio è di socializzarli ed educarli a comportarsi bene in presenza di persone e cani che non conoscono già dalle 8 settimane di età in poi.

C’è un risvolto della medaglia molto importante. Cuccioli di Volpino Italiano non socializzati a dovere (e da subito) potrebbero nel tempo assumere atteggiamenti un po’ aggressivi nei confronti degli estranei e degli altri cani. Non perché perdano la loro “simpatia”, semplicemente perché essendo cani con una propensione naturale per la guardia tendono sempre a difendere il padroncino e la casa.

Addestrare un Volpino Italiano con il rinforzo positivo

cani bianchi a pelo lungo

Il metodo migliore per addestrare un Volpino Italiano è il rinforzo positivo. Significa quindi che dobbiamo servirci di ricompense durante i nostri esercizi di addestramento. Dobbiamo associare un comando chiaro e preciso a un’azione, quindi ricompensare il cagnolino ogni volta che compie questa azione nel modo corretto. Il rinforzo positivo implica, appunto, un’associazione positiva tra il comando richiesto dal padroncino e l’azione eseguita dal cane. Se il cane è obbediente e si comporta come gli abbiamo ordinato impara nel tempo che in questo modo otterrà il tanto ambito premio, che sia un giocattolo oppure un gustoso snack. Questo metodo di addestramento lo motiva e lo fa sentire soddisfatto e coinvolto da parte del proprio padroncino.

Il rinforzo positivo potrebbe avere soltanto un risvolto negativo nei confronti di un cane come il Volpino Italiano. Essendo piccino e leggero, non possiamo dargli troppi snack durante la giornata, perciò facciamo molta attenzione alle quantità e teniamo il conto delle calorie ingerite giornalmente dal cagnolino. L’ideale è iniziare con gli snack, che attirano maggiormente l’attenzione del cucciolo, e via via ridurli sostituendoli con un giocattolo o con la semplice gratificazione (lodi e carezze).

Molti padroncini si affidano al clicker per l’addestramento del cane, anche nel caso di esemplari di Volpino Italiano questo strumento si rivela efficace. Si tratta di un piccolo accessorio che possiamo acquistare in qualsiasi negozio per animali e che produce un click ogni volta che premiamo il pulsante. Il clicker non fa altro che aumentare l’efficacia del rinforzo positivo aggiungendo al comando (e alla rispettiva azione) un suono che il cane impara a riconoscere.

Brevi sessioni di addestramento e comandi precisi

cane al guinzaglio

Addestrare un Volpino Italiano nel modo giusto dipende essenzialmente dalla conoscenza che abbiamo noi padroncini delle sue caratteristiche e peculiarità. Occorre metodo, questo è certo, ma dobbiamo anche capire quali sono i limiti del cane, qual è il suo livello di resistenza e quindi come organizzare le sessioni di addestramento. Il Volpino Italiano è un cane molto energico ma è anche piccolo, quindi può stancarsi con molta facilità. Ecco perché le sessioni di adestramento devono essere brevi, senza mai superare i cinque minuti (dieci al massimo).

Se il cane si distrae o appare disinteressato non forziamolo né tanto meno dobbiamo lasciarci andare a urla o punizioni. Tutto questo non è efficace ai fini dell’addestramento, anzi complica tutto e mette a repentaglio anche il nostro rapporto con Fido. Piuttosto rimandiamo alla sessione successiva di addestramento. Se facciamo tutto con costanza senza mai saltare un giorno di esercizio e dando al cane comandi brevi, chiari e sempre uguali potremo ottenere degli ottimi risultati.

Può capitare che occorrano molti giorni prima che il Volpino Italiano impari un comando, ma di certo non accade perché sia un cane poco intelligente. Anzi i cani di questa razza sono perspicaci e inclini all’ascolto del padroncino, gli occorre solo continuità. Dobbiamo semplicemente avere pazienza e continuare con costanza le sessioni di esercizio.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati