Cosa provoca l’ostruzione intestinale del cane?

Sappiamo cosa provoca l'ostruzione intestinale del cane? Cerchiamo di scoprirlo insieme.

La salute del nostro amico a 4 zampe è fondamentale. Noi, da bravi padroncini quali sicuramente siamo, dovremmo sempre preoccuparci del suo stato generale di benessere. A volte, però, com’è normale che accada, tutto questo viene meno.

I motivi possono essere i più svariati: quello che conta, allora, è scoprire la causa del malessere nel più breve tempo possibile e fare in modo di trovare una soluzione. Sicuramente, noi possiamo comprendere le esigenze di Fido poiché ci viviamo h24: imparare a conoscere i suoi comportamenti e i suoi bisogni è ciò che c’è di più importante.

Oggi parliamo di un aspetto specifico: cosa provoca l’ostruzione intestinale del cane? Quali sono i motivi che generano tali problematiche nel nostro amico a 4 zampe? Cerchiamo di capire nel particolare da cosa dipende tutto questo disagio e come possiamo aiutare Fido a ristabilire il suo equilibrio di vita.

Curiosità del cane: dannosa oppure no?

cane nella neve

Quando prendiamo un cucciolo di cane in casa, specialmente in tenera età, dobbiamo mettere in conto un elemento che sicuramente contraddistingue il suo essere: la curiosità. Fido, infatti, fin dai primi momenti in cui approccia al mondo a lui esterno, cerca in ogni modo di conoscere e scoprire tutto quello che lo circonda.

Tale atteggiamento, tuttavia, non è sempre positivo. Lui, infatti, attratto dai mille odori e dalle mille esperienze possibili che l’ambiente lo stimola a fare, è spinto a buttarsi in ogni occasione. Avendo un olfatto molto sviluppato e una sensibilità sensoriale di certo superiore a quella umana, è incuriosito da ogni cosa.

Oltre all’olfatto, fra l’altro, anche il gusto gioca il suo bel ruolo! È molto comune, infatti, che un cane, specialmente se ancora piccolo e ignaro di eventuali pericoli, mangi giù qualcosa che potrebbe mettere a repentaglio la sua salute e la sua sicurezza generale.

Cosa provoca l’occlusione intestinale del cane? Quali sono le cause che possono portare Fido a non riuscire a fare i bisogni correttamente? Una spiegazione molto probabile a questa domanda può essere proprio l’ipotesi che lui abbia ingerito qualche oggetto estraneo. Esso, non essendo riconosciuto dal suo organismo, potrebbe causare dei danni anche pericolosi.

Tuttavia, l’ingestione di un eventuale corpo estraneo, chiaramente, non è l’unica possibile causa di occlusione intestinale del cane, anzi. Si possono verificare anche altri eventuali problemi che vanno a incidere negativamente sul suo star bene. Scopriamo più nel dettaglio cosa può accadere nello specifico.

Possibili cause

cane sdraiato con pallina

Cos’è l’occlusione intestinale? È una condizione assolutamente patologica che consiste in un vero e proprio blocco intestinale. Cosa significa? Il soggetto in questione, in questo caso Fido, il nostro caro amico a 4 zampe, non riesce a fare i suoi bisogni in modo normale e naturale.

Cosa provoca l’occlusione intestinale del cane? Cosa lo porta a stare così male? Ci sono vari motivi che potrebbero mettere a repentaglio la sua digestione e l’espulsione delle sostanze in più, dunque bisogna fare attenzione a come prendersi cura al meglio della sua salute.

Ecco i motivi più comuni di occlusione intestinale del cane:

  • ingestione di un corpo estraneo. Come dicevamo in precedenza, il cane tendenzialmente è un animale molto curioso e particolarmente agitato, che non riesce a reprimere (o almeno, non sempre) tutti i suoi istinti animaleschi. Durante una bella passeggiata al parco, lui è incuriosito da tutto quello che lo circonda, dagli odori, dai sapori, dai colori ecc. Questo, spesso, può spingerlo a voler provare qualcosa di nuovo: ecco come il cane ingerisce degli oggetti che potrebbe danneggiarlo davvero molto. Il corpo estraneo, una volta ingerito, si blocca nell’intestino o nello stomaco e non riesce a trovare il modo per essere espulso. Tendenzialmente, questa particolare causa è molto comune soprattutto nei cuccioli, poiché essi sono quelli più inconsapevoli del mondo esterno e ignari di ciò che potrebbe essere pericoloso. La curiosità, l’allegria e la spensieratezza sono sicuramente dalla loro parte, tuttavia, a volte, è l’incoscienza inconsapevole che li mette in pericolo;
  • eventuale presenza di massa tumorali che si sono formate, a nostra insaputa, nella parete intestinale;
  • possibile pressione di un qualche organo sull’intestino, causa da un malfunzionamento;
  • problemi strettamente legati all’intestino, come gastroenteriti o parassiti.

Tipologie di occlusione intestinale

cagnolone con sguardo affranto

Come tutte le problematiche, anche l’occlusione intestinale del cane può presentarsi in vari livelli di gravità. Dunque, in base alla pericolosità della situazione specifica, ci possono essere delle eventuali complicazioni, oppure no. Ecco cosa possiamo trovarci di fronte:

  • occlusione totale: già nel termine “totale” c’è implicato il concetto di “alta gravità”. Questa situazione si ha quando l’intestino del cane è completamente e totalmente intasato da tutto ciò che non è riconosciuto né ben accetto. Che sia cibo, gas, liquidi, oggetti estranei: insomma, qualunque elemento che potrebbe causare questa grave condizione;
  • occlusione parziale: anche in questo caso, la descrizione parla da sé. “Parziale” significa che Fido riesce ad espellere soltanto una parte delle sostanze contenute nel suo intestino, mentre un’altra rimane all’interno del suo organismo, causandogli grandi problemi di defecazione.

Come riconoscerla?

cane rilassato sul tappeto

Quali sono i sintomi che ci possono mettere la pulce nell’orecchio? Come avviene sempre, bisogna sottolineare che ogni organismo è a sé, dunque ogni essere vivente può reagire in modo differente di fronte a determinate situazioni.

Tuttavia, ci sono alcuni sintomi che possiamo ritenere “universali”. Scopriamo quali:

  • diarrea occasionale: se l’occlusione è parziale, il cane defecherà in modo diarroico continuamente, come se il suo corpo volesse inviare dei segnali di disagio all’esterno;
  • vomito di sostanze non ben definibili, pezzi di cibo, acqua, liquidi, a volte anche bile: qualora le sostanze non riuscissero ad uscire correttamente dall’ano o dalla vescica, naturalmente trovano un modo differente per uscire dal corpo;
  • inappetenza;
  • debolezza generale e apatia;
  • letargia e umore a terra;
  • dolori addominali o a qualsiasi altra parte del corpo, che il cane ci fa notare tramite lamentele continue oppure movimenti “strani” rispetto al solito.

Ovviamente, qualora ci accorgessimo della cronicità di tali sintomi, non dovremmo assolutamente aspettare troppo tempo! Infatti, è sempre il caso di agire immediatamente e contattare subito il veterinario per spiegare nel dettaglio il tutto. Se non provvedessimo ad agire in tal senso, il problema potrebbe davvero peggiore e aggravarsi, fino a non essere più recuperabile.

Possibili soluzioni

cagnolino sdraiato a terra

Dopo aver capito cosa può provocare l’occlusione intestinale del cane, dobbiamo cercare di comprendere come poter agire per trattare questa problematica. È chiaro che la possibile soluzione deve essere trovata sulla base della condizione specifica. Dunque, tutto dipende dalla gravità del problema.

Nel caso di ingestione di corpi estranei, a volte si consiglia di indurre il vomito. Tuttavia, questo metodo non è sempre possibile, tanto meno funzionale! La maggior parte delle volte, infatti, di fronte ad un’occlusione intestinale, che presuppone una gravità abbastanza intensa, si sceglie di procedere con l’intervento chirurgico. Sarà comunque il veterinario a decidere come agire, in base al check-up completo che farà sul nostro piccolo amico.

Quello che possiamo fare noi, da buoni padroncini quali siamo, è preoccuparci di favorire sempre la salute di Fido fin dalla sua tenerissima età, cercando di educarlo e addestrarlo a non mangiare tutto quello che trova a terra. Inoltre, un buon consiglio per mantenere alto il suo stato di benessere è anche quello di concedergli sempre un’alimentazione sana, equilibrata, corretta e adatta ad ogni sua esigenza.

Tutto questo, messo insieme ad uno stile di vita adeguato, può prevenire qualunque tipo di problematica. Certo, il disagio è sempre dietro l’angolo…ma, se possiamo fare qualcosa per evitare che la situazione si aggravi, è importantissimo agire in modo tempestivo e prevenire un’eventuale caduta.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati