Cucciolo di cane aggressivo, come educarlo

Morde, ringhia e abbaia: il cucciolo di cane è sempre aggressivo e non sappiamo cosa fare? Cerchiamo di far chiarezza su questo tema

cane che morde i vestiti

Quando siamo al parco, incontra altri pelosetti o quando si avvicinano persone il cucciolo di cane è aggressivo e si comporta male, senza capirne il perché. Per prima cosa tranquillizzatevi, se vi è capitata questa situazione non siete gli unici. Molti padroncini hanno a che fare con questo problema e si ritrovano nelle condizioni di non sapere come evitare un comportamento simile.

I cuccioli sono creature meravigliose, danno tanto affetto e sono sempre alla ricerca di coccole e momenti di gioco. Ma nei primi mesi di vita gioca un ruolo fondamentale l’educazione che ricevono, perciò se il cucciolo di cane ha un atteggiamento aggressivo nei nostri confronti o verso altri cani e persone, evidentemente stiamo sbagliando qualcosa. La chiave, come sempre, è affidarsi alle competenze di un esperto che conosce a fondo il linguaggio del cane e sa come risolvere il problema. Dal canto nostro, intanto, cerchiamo di capire perché il cucciolo di cane è aggressivo e come possiamo rimediare.

Come capire se un cucciolo è aggressivo?

Cucciolo di cane aggressivo, come educarlo

Riconoscere i segnali di aggressività e diffidenza nel cucciolo di cane è importante, perché soltanto in questo modo possiamo risolvere il problema in tempo. I primi mesi sono determinanti e in questo periodo dobbiamo educarlo e addestrarlo nel modo corretto. Addestrare un cucciolo non vuol dire soltanto insegnargli i comandi di base o a compiere delle azioni come “alza la zampa” e “rotola”. L’addestramento è l’unico modo per fissare delle regole, che poi sono alla base di una convivenza in casa serena e felice.

I cani hanno un linguaggio specifico, fatto di segni e comportamenti con i quali esprimono emozioni, stati d’animo e la propria personalità. Se non conosciamo questi segni e non sappiamo come decifrarli è facile cadere in errore e, ad esempio, credere che il cucciolo di cane sia aggressivo quando magari sta semplicemente giocando.

In linea generale un cane (o un cucciolo) aggressivo sta sulla difensiva, non si lascia avvicinare né tanto meno toccare. Abbaia, ringhia e mostra i denti e, nei casi più gravi, si lancia contro cani e persone per morderli. Ma i comportamenti di Fido e i segni di aggressività vanno contestualizzati. L’ideale per capire se il nostro cucciolo di cane è veramente aggressivo è prendere nota di tutte le volte che si comporta in questo modo strano. Segnare attentamente ciò che fa ma, soprattutto, osservare se in quel momento stava accadendo qualcosa di particolare che potrebbe averlo fatto scattare.

Il cucciolo morde e ringhia

Cucciolo di cane aggressivo, come educarlo

Come abbiamo visto, un cucciolo di cane aggressivo si riconosce principalmente per due comportamenti: morde e ringhia. Due segnali che all’apparenza ci fanno immediatamente pensare che il cane sia pronto ad attaccare e che non si farà problemi neanche ad azzannare il proprio padroncino. In verità non basta questo per arrivare alla conclusione che il nostro cucciolo di cane sia aggressivo. Ricordate che è importante osservare il contesto specifico.

Mordere e ringhiare sono due comportamenti tipici dei cuccioli di cane che giocano. Chi non è abituato ai cani e non conosce bene il loro linguaggio, quasi si spaventa quando vede dei quattrozampe che giocano in un modo apparentemente violento e pericoloso. In realtà nel contesto del gioco, quando i cani sono felici e tranquilli e stanno interagendo è assolutamente normale vederli “combattere” in questo modo. Saltano, si danno zampate, si mordono e si arrampicano uno sull’altro, esattamente come fanno con gli umani del resto.

Quindi se il cucciolo di cane morde e ringhia non è necessariamente aggressivo. Dobbiamo osservare se questi comportamenti sono relegati soltanto ai momenti di gioco e divertimento, proprio com’è tipico dei piccoli. Se, al contrario, Fido si mostra aggressivo con persone e animali anche in altri contesti è probabile che vi sia un problema alla base. In questo caso è bene portarlo dal veterinario per un esame approfondito, perché i cani reagiscono al dolore e al disagio proprio con un comportamento aggressivo.

Cucciolo aggressivo con il padrone

Cucciolo di cane aggressivo, come educarlo

I neo-padroncini spesso si ritrovano di fronte a un bel problema: il cucciolo di cane è aggressivo nei loro confronti, li mordono anche quando tentano di dargli una carezza. Insomma, non riescono a stabilire un legame felice e tranquillo con il piccolo e si demoralizzano perché non riescono a capire cosa c’è che non va. In questi casi generalmente la risposta è molto più semplice di quanto si possa pensare. Probabilmente il cucciolo si mostra aggressivo perché il padroncino non è stato in grado di educarlo correttamente nei primi mesi di vita.

Come ripetiamo sempre, quello è il periodo cruciale per ciascun cucciolo di cane, sono i mesi in cui si definisce la loro personalità, i loro gusti ma soprattutto in cui hanno una maggiore predisposizione all’apprendimento. Proprio come i bambini, anche i cuccioletti da piccoli imparano in fretta e assorbono tutto ciò che gli insegniamo come delle spugne. Perciò è inevitabile che se il cucciolo di cane è aggressivo nei confronti del padrone evidentemente non è stato educato a dovere.

Dobbiamo insegnare al cucciolo a interagire in modo appropriato con le persone, oltre che con gli altri animali. La cosiddetta socializzazione del cucciolo è di fondamentale importanza. Se non sappiamo come procedere, affidiamoci come sempre ai consigli di un esperto.

Cosa fare se il cucciolo morde il padrone?

Cucciolo di cane aggressivo, come educarlo

Spesso il comportamento aggressivo del cucciolo di cane nasce da un errore tanto piccolo quanto importante. I padroncini, ingenuamente, tendono ad assecondare la propensione dei cuccioli a mordere tutto, mani incluse. Perciò quando giocano con il proprio cane “lottano”, proprio come farebbero i cuccioli tra di loro. Ma questo gioco, per quanto divertente, provoca un effetto deleterio sul cucciolo e sull’adulto che diventerà: Fido si convince del fatto che mordere il padrone sia normale, anzi che lo gratifichi.

La buona notizia è che, anche se Fido è un po’ cresciuto, possiamo comunque correggere questo comportamento. Prima di tutto evitando di giocare alla lotta e iniziando a interagire con il cane attraverso un modo di giocare sano. Cosa intendiamo? Semplicemente il cane deve imparare a mordere soltanto i suoi giocattoli, non le mani o le braccia e le gambe del padroncino. Dobbiamo quindi concentrare le sue energie su oggetti per lui sicuri (e divertenti).

Alleniamo il cucciolo a casa sfruttando le tecniche di rinforzo positivo, cercando di educarlo e stabilire delle regole per acclimatare il cane in casa. Occorre tanta pazienza ma state certi che con il tempo otterremo dei buoni risultati. E alla fine il nostro Fido imparerà l’arte della gentilezza!