Ecco perché il cane fa gli occhi dolci: sa che scatena negli esseri umani delle precise emozioni

Perché il cane fa gli occhi dolci? Come fa a guardarci in quel modo tenero che ci fa dire sempre di si a ogni cosa? A svelarlo è la scienza

Lo sapete perché il cane fa gli occhi dolci? I nostri amici a quattro zampe sono affettuosi, ma sono anche furbetti, sanno benissimo che se ci guardano in un certo modo, sono irresistibili. E infatti di fronte a occhi teneri, musetti dolci, zampette che ci cercano e code che scodinzolano all’impazzata, è impossibile dire no.

I cagnolini sfoderano tutta la loro dolcezza quando vogliono qualcosa da noi, spesso per uscire e fare una passeggiata, ancor di più se in mano abbiamo del cibo.

I cani hanno imparato a stabilire un contatto con noi esseri umani sfruttando il nostro punto debole: sanno che non possiamo resistere ai loro occhi dolci!

Perché il cane fa gli occhi dolci? Ce lo dice la scienza!

cane fa gli occhi dolci

Ma come fanno i cani piccoli a sapere questi trucchetti? In realtà è una cosa che i cani hanno acquisito con la loro evoluzione e quindi fa parte di loro. A dimostrare questa teoria è stato lo studio scientifico Proceedings of the National Academy of Science che ha analizzato i muscoli facciali dei cani.

I ricercatori hanno scoperto che nel corso dell’evoluzione i cani hanno sviluppato alcuni particolare alcuni muscoli facciali che li aiutano a fare lo sguardo dolce e irrestibile. Hanno dei muscoli per sollevare l’arcata sopracciliare e spalancare gli occhi, facendoli apparire più grandi.

cane fa gli occhi dolci

Questa caratteristica è presente in tutti i cani, in alcune razze i muscoli lavorano in modo più marcato e in altre un po’ meno, ma l’effetto è identico. L’unica eccezione riguarda il siberian husky, una razza canina molto antica e simile al lupo, che non ha avuto questa evoluzione dei muscoli facciali.

Questa evoluzione è il frutto del legame tra il cane e l’uomo, un rapporto che va avanti da circa 33.000. Un rapporto che migliorato sempre di più, grazie all’evoluzione della specie canina, ma anche umana.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati