Evitare la gelosia tra cane e bambino: consigli, dritte e modi per riuscire a farcela

Evitare che nasca una gelosia tra cane e bambino è fondamentale per una convivenza serena e felice. Ecco come dobbiamo comportarci

famiglia adotta un cane

Possiamo evitare la gelosia tra cane e bambino? La risposta naturalmente è sì, anzi è fondamentale per garantire una convivenza tranquilla in famiglia e lontana da ogni pericolo.

I cani sono animali molto buoni e in linea di massima non hanno problemi ad andare d’accordo con i piccoli di casa.

Tuttavia capita (seppur raramente) di sentir parlare di aggressioni ai bambini anche da parte di amici a quattro zampe che fanno parte della famiglia.

Vi chiederete come sia possibile ma la risposta è molto più semplice di quanto possiamo pensare.

L’errore principale sta nel fatto di considerare gli animali domestici alla stregua delle persone e non c’è niente di più sbagliato.

Sia che si tratti di un cane che di un gatto non dobbiamo mai dimenticare che è fondamentale rispettare la loro natura e comportarci di conseguenza senza infastidirli per i nostri inutili capricci.

Evitare che la gelosia tra cane e bambino significa prima di tutto educare entrambi ad accettarsi come membri della stessa famiglia.

Ma vuol dire anche che il bimbo da subito deve imparare a rispettare il suo amico Fido e non fare nulla che possa renderlo nervoso, e quindi potenzialmente pericoloso.

Cerchiamo di capire nel dettaglio da cosa può scaturire la gelosia tra cane e bambino e come possiamo evitare che Fido reagisca male alla presenza del piccolo in casa.

Perché il cane è geloso del bambino

Evitare la gelosia tra cane e bambino: consigli, dritte e modi per riuscire a farcela

Quando adottiamo un cucciolo (ma anche un cane adulto) quello che entra in casa non è un semplice animale da compagnia ma a tutti gli effetti un nuovo membro della famiglia.

Non possiamo negarlo, il cane è il cocco di mamma e papà e di chiunque metta piede in casa, dai parenti ai semplici conoscenti.

Tutte le attenzioni sono rivolte a lui e non perde mai occasione per accaparrarsi coccole, carezze e tanti bei complimenti.

Immaginate per un attimo cosa possa provare il cane quando entra in casa un bambino: improvvisamente smette di essere il fulcro delle attenzioni in casa.

Si sente messo da parte, poco considerato, come se avesse perso il titolo di membro della famiglia preferito da tutti, estranei e non.

Ecco da cosa nasce fondamentalmente la gelosia tra cane e bambino ed evitare che sfoci in una serie di comportamenti pericolosi per il nostro piccolo dobbiamo esser bravi ad abituare il cane alla sua presenza.

Il nostro Fido sarà sempre una parte fondamentale della nostra vita ma d’altro canto deve capire che il bambino ha un suo ruolo nel “branco” e deve accettarlo in totale serenità.

Come si comporta un cane geloso

Evitare la gelosia tra cane e bambino: consigli, dritte e modi per riuscire a farcela

Non è affatto difficile capire quando il cane prova un’accesa gelosia nei confronti di un bambino, è talmente espressivo che non può evitare di darlo a vedere!

I cani sono animali estremamente comunicativi e bastano una postura, uno sguardo, un guaito per capire quando qualcosa non va.

È proprio il caso del cane geloso che manifesta tutta una serie di strani comportamenti sia quando arriva un bimbo in casa che quando si ritrova a dividere le attenzioni dei “genitori” con un altro cane o animale domestico.

La gelosia è un’emozione del tutto naturale e sappiamo bene come possa prendere il controllo delle nostre vite con risvolti talvolta davvero preoccupanti.

Basti pensare alle relazioni di coppia in cui si scatenano delle dinamiche spesso su basi improbabili per una questione di mancanza di fiducia, di attenzioni o anche di “fantasie” personali.

Il cane non elabora tutto questo, è ovvio, ma spontaneamente reagisce male quando si alterano gli equilibri in famiglia e ciò gli toglie le attenzioni che ha sempre avuto.

Segnali di gelosia nel cane

Evitare la gelosia tra cane e bambino: consigli, dritte e modi per riuscire a farcela

Da bravi padroncini dobbiamo essere attenti e osservare se il cane dà segni di gelosia acuta.

Nella gran parte dei casi Fido si rifiuta di mangiare la sua pappa, diventa apatico e smette anche di giocare con i propri familiari.

Tutti segnali estremamente negativi che possono essere il preambolo per una condizione di depressione del cane.

Ma la cosa preoccupante che ci deve tenere in allerta è che la gelosia va a braccetto con una buona dose di rabbia che nel caso di Fido si potrebbe trasformare in vera e propria aggressività.

Un cane arrabbiato è un cane pericoloso. Si sente messo alle strette, vive una condizione di perenne stress mentale e potrebbe sfogarsi sugli oggetti ma anche sulle persone.

Basti pensare ai casi in cui Fido inizia a mordicchiare tutto ciò che gli capiti a tiro oppure a graffiare e distruggere mobili e divani.

Finché parliamo di oggetti inanimati può dispiacerci sostituirli, ma non è un grosso problema. Ma quando si parla di bambini?

I bimbi molto piccoli non sono ancora in grado di capire cosa è giusto e cosa invece sbagliato e quando interagiscono con un cane lo fanno in modo del tutto spontaneo.

Perciò gli toccano il muso e gli occhi, tirano il pelo o la coda e gli si buttano addosso, tutti gesti che possono innervosire anche il cane più tranquillo del mondo.

Ecco perché dobbiamo evitare che la gelosia tra cane e bambino si evolva in qualcosa di più.

Non possiamo mettere a repentaglio la vita del bimbo e dobbiamo far sì che Fido sia tranquillo in sua presenza.

Evitare la gelosia tra cane e bambino: come fare

Evitare la gelosia tra cane e bambino: consigli, dritte e modi per riuscire a farcela

La primissima cosa da fare per evitare la gelosia tra cane e bambino è preparare il nostro caro Fido all’arrivo del pargolo.

È naturale che la casa subisca dei cambiamenti tra stanzetta nuova, culla, accessori, giocattoli, tutte cose mai viste prima che hanno un proprio odore caratteristico.

I cani hanno un’ottima capacità di adattamento, chi più chi meno, ma quando arriva un nuovo inquilino in casa dobbiamo aiutarli ad affrontare la situazione.

Cerchiamo di rendere Fido partecipe del nuovo arrivo facendolo familiarizzare con gli oggetti del piccolo e soprattutto dopo la nascita consentiamogli di avvicinarlo, di annusarlo e di toccarlo. È il suo modo per conoscerlo!

Naturalmente tutto sempre sotto la nostra attenta supervisione, non dobbiamo mai lasciare che cane e bambino interagiscano da soli nemmeno quando il piccolo diventa più grandicello.

E quando il bambino cresce non dimentichiamo un altro punto essenziale per la buona convivenza in casa: dobbiamo educarlo a trattare il cane con rispetto e con i giusti modi.

I bambini sin da piccoli devono imparare che il cane non è un giocattolo ma una creatura vivente con il suo carattere e le sue esigenze.

Devono imparare che è sbagliato strattonarlo, abbracciarlo troppo forte o toccargli il naso, gli occhi e le orecchie, e che allo stesso modo non devono mai tirargli il pelo o la coda.

L’aggressività nei cani è sempre una reazione a qualcosa che li infastidisce, li irrita e li rende nervosi, salvo casi in cui si parla di rabbia patologica e problemi comportamentali.

Perciò è nostra responsabilità creare un ambiente domestico sereno e pacifico in cui ogni membro – umano e canino – rispetti gli altri tenendo conto di esigenze, spazi e naturalmente tanto affetto.

Sembrerà retorico dirlo ma l’amore è sempre la chiave ed è la base per evitare la gelosia tra cane e bambino.

Dobbiamo farli crescere insieme costruendo un rapporto di fiducia e tenerezza destinato a durare per tutta la vita!