Filariosi del cane: cause, sintomi, cure

Cos’è la filariosi del cane, quanto è pericolosa per la salute del nostro cane e metodi efficaci per combatterla in maniera rapida

Filariosi del cane

La filariosi del cane è una malattia grave che potrebbe colpire qualsiasi cane. Può essere trasmessa dalle punture di zanzara, in particolar modo dalle zanzare tigri.

È causata da un parassita chiamato dirofilaria immitis, incredibilmente pericoloso perché la sua forma adulta si installa nella parte destra del cuore.

Filariosi del cane: cause, sintomi, cure

La filariosi è diffusa in tutto il mondo, tuttavia, il suo livello di contagio differisce da ogni paese. I cani che vivono fuori dalle case sono più inclini a prendere questa malattia. Questo insetto è dannoso sia per la salute del cane che per quella di altre specie, perciò è importante fare molta attenzione.

Filariosi del cane: dove colpisce

L’ubicazione geografica è fondamentale per determinare se occorre effettuare i test annuali per accertare se il vostro cane è affetto da questa malattia.

In alcune località sono particolarmente frequenti casi di filariosi del cane. Proprio in queste zone che si dovrebbe prestare maggiore attenzione per evitare che il proprio cane si ammali.

Filariosi del cane: cause, sintomi, cure

Al Nord Italia, le zone a rischio sono Pianura Padana e lungo il Po (dove è particolarmente aggressiva questo tipo di malattia) e Toscana. Altrettanto colpite sono le parti costiere delle due isole maggiori: Sicilia e Sardegna.

Filariosi del cane: cause 

Come abbiamo già accennato, la filariosi del cane si contrae attraverso la zanzara tigre. Quando una zanzara infetta morde il cane, le larve didirofilaria immitis si depositano prima sulla pelle e poi crescono modificandosi.

In base allo stadio del parassita, è possibile stabilire quanto è grave la filariosi. Nel caso in cui sia ai primi stadi si parla di infestazione da dilofilaria repens che si localizza nella sottocute del cane creando lievi sintomi facilmente curabili attraverso dei prodotti che devono essere prescritti dal vostro veterinario.

Filariosi del cane: cause, sintomi, cure

Se invece lo stadio è avanzato la diagnosi è di infestazione da dirofilaria immitis, stadio maturo della larva che entra nel sistema circolatorio e si muove attraverso il sangue. Una volta diventata verme cresce fino ai 15 cm e infesta cuore e polmoni, compromettendoli in maniera grave e provocando disturbi cardiaci e respiratori.

Purtroppo la filariosi del cane può manifestarsi anche mesi dopo il presunto contatto con queste larve, lasciandole quindi libere di potersi insediare nel corpo del nostro amico. L’unico modo efficace per prevenire questo tipo di malattia è un test da far fare al proprio cane a cadenza annuale dal veterinario di fiducia.

Filariosi del cane: sintomi

I sintomi della filariosi del cane dipendono dalle dimensioni del cane e dal numero di vermi che lo infestano. Tra quelli più comuni troviamo: inappetenza,prurito, comparsa di cisti sottocutanee, stanchezza, spossatezza, tosse secca e continua, assenza di stimoli e anemia.

Filariosi del cane: cause, sintomi, cure

In caso di filariosi del cane non curata o curata non adeguatamente, vi è la comparsa di questi sintomi: embolia polmonare, insufficienza cardiaca, liquido addominale o cerebrale, grave anoressia, emottisi (cane che tossisce sangue), dispnea o fame d’aria, soffio al cuore e trombosi.

Prognosi per la filariosi del cane

Se il cane ha sviluppato più di uno di questi sintomi e vive un’area ad alto rischio dobbiamo considerare l’alta probabilità che sia affetto da filiariosi. L’unica cosa da fare in questo caso è portarlo dal veterinario, che effettuerà specifici test diagnostici.

Filariosi del cane: cause, sintomi, cure

Probabilmente verrà sottoposto ad analisi del sangue e radiografie ed ecografie, necessarie per capire a che punto sia l’infestazione.

Trattamento della filariosi

Il trattamento della filariosi nei cani dipenderà dallo stato dell’animale e dal grado di infestazione. Si può avere a che fare con:

  • Filariosi a basso rischio, che ha una bassa presenza parassitaria e può essere trattata con diverse terapie farmacologiche. Ha uno sviluppo lento e tranquillamente monitorabile. Il cane non ha malattie concomitanti.
  • Filariosi ad alto rischio, che ha un’alta presenza parassitaria e mostra anche malattie concomitanti. Ha uno sviluppo veloce.

Filariosi del cane: cause, sintomi, cure

In alcuni casi c’è la possibilità che i vermi possano essere estratti attraverso la chirurgia. Mesi dopo il trattamento, il cane deve essere nuovamente sottoposto a test per assicurarsi che l’infestazione sia stata completamente eliminata.

Filariosi, incurabilità e contagio

Purtroppo in molti casi la filariosi del cane è incurabile, è degenerativa e l’unica cosa da fare e cercare di bloccare il processo di degenerazione attraverso la profilassi. Non esistono inoltre vaccini per prevenire la malattia.

Filariosi del cane: cause, sintomi, cure

L’unico modo per prevenire l’insorgenza della malattia è attraverso l’ausilio di antiparassitari topici previa accurata visita e sotto prescrizione medica. Nelle zone a rischio è consigliabile tenere il cane al riparo dentro casa, nelle ore notturne.

La filariosi inoltre non colpisce esclusivamente i cani, ma anche i gatti e specialmente nei felini è ancora più grave e fulminante. È necessario effettuare delle visite accurate poiché questa malattia può essere facilmente confusa con la leishmaniosi.