Forasacchi nel cane: come prevenire i danni

La forasacchi nel cane è una nemica insidiosa. Ecco come riconoscere i danni della spiga, come curarli e prevenirli

Quando portiamo Fido in campagna dobbiamo fare molta attenzione alla forasacchi: nel cane questa innocente spiga diventa una nemica pericolosa, che può portare a conseguenze gravi, talvolta letali.

Un cane che si ritrova a combattere con queste ariste di graminacee selvatiche ha necessariamente bisogno dell’intervento del veterinario prima che la situazione possa peggiorare ulteriormente.

cane bianco e miele

Cos’è la forasacchi?

La forasacchi è una vera e propria insidia nascosta. La troviamo nelle spighe di grano provenienti dalla famiglia delle graminacee selvatiche. Queste tendono a crescere nel periodo dell’anno che va da maggio ad ottobre.

campo di grano

Sono presenti in campagna e in alcune aiuole che possono essere presenti sia in città che, se doveste averlo, nel vostro giardino di casa. Si trovano anche molto comunemente sui cigli delle strade di montagna o di sentieri rurali.

Con il termine specifico forasacchi si intende una parte della spiga: in sostanza, ogni singola spiga è formata da almeno 10 forasacchi (chiamate anche ariste) che sono lunghe 1-2 cm e che possono assumere due colori: il verde e il giallo.

Quando la forasacchi è un problema?

Quando la spiga si presenta di colore verde non è un problema per il cane; tuttavia quando il colore diventa giallo, ovvero quando diventano secche, state molto attenti perché risultano essere un vero nemico.

Questo perché in questa fase, la forasacchi si evolve proprio per attaccarsi al pelo degli animali e diffondersi così nell’ambiente: se proviamo a prenderne una e la mettiamo sui nostri vestiti, noteremo subito che rimane ben attaccata.

spiga sotto il sole

Ciò accade perché ogni singola arista è dotata di filamenti zigrinati, molto ispidi, che possono penetrare facilmente nei tessuti. Mentre per noi bipedi, però, le ariste non sono un grande problema (ci possono al massimo pungere), per Fido sono distruttive.

Perché la forasacchi è pericolosa?

Con i suoi filamenti appuntiti, la forasacchi può insinuarsi all’interno del naso, delle orecchie, zampe, occhi, dita dei piedi, vagina, ano e nei casi più gravi, i bronchi. Purtroppo però c’è di più: una volta insinuatesi, per via dei movimenti del cane, la forasacchi penetra nella pelle o nei tessuti molli.

cane triste

Quando penetra nella pelle, la forasacchi non si ferma. Continua a lacerare i tessuti e alle volte arriva molto in fondo, causando danni talmente profondi da diventare, talvolta, irreparabili.

Sintomi della forasacchi nel cane

Riconoscere i sintomi della forasacchi nel cane non è la parte complicata. Quando il vostro cane si ritrova ad avere questo problema, i più comuni sono:

  •  Lo starnuto ripetitivo e continuato, se l’arista si è insinuato nel naso;
  •  Scuotimento violento e anche questo ripetitivo, se si è insinuata nelle orecchie;
  • Tosse insistente, se la forasacchi si è insinuata nella gola;
  •  Cane che zoppica, qualora si fosse insinuata nelle zampe.

cane con il muso grande

Uno dei sintomi più rivelatori è lo starnuto inverso del cane: in sostanza noteremo che Fido tenta di inalare l’aria in maniera forzata, rumorosamente, come se stesse soffocando.

Come avrete notato dalla lista dei sintomi, ci sono dei luoghi che sono più a rischio. Andiamo a vederli nello specifico e cerchiamo di capire come individuare a primo colpo un possibile innesto da forasacchi nel cane.

Gola

Tra i punti più difficili e dolorosi in cui la forasacchi può insinuarsi c’è la gola. In questo caso Fido potrebbe aver inavvertitamente ingerito la spiga. Noteremo che tende a tossire molto spesso perché l’arista si è incastrata nella gola, graffiando e irritando e provocando questo sintomo.

lingua uscita dalla bocca

Il forasacco inoltre può perforare la bocca e le guance del cane. In questo caso potremmo notare sanguinamenti e inappetenza. Si potrebbero anche creare ascessi. Bisogna prestare molta attenzione, in questi casi, perché se l’arista non dovesse essere rimossa in tempo può raggiungere i polmoni e perforarli.

Naso

Un cane con un forasacchi nel naso tenderà a starnutire molto spesso e a grattarsi ripetutamente il naso su superfici ruvide. Come abbiamo accennato, tenderà a ripetere lo starnuto inverso. Si comporterà inoltre come se avesse fame d’aria e cercherà di raggiungere il muso con le zampe.

cane bianco e marrone

Spesso potrebbe anche accadere che il cane starnutisca sangue per lo sfregamento della spiga nel naso o che perda sangue proprio dal naso stesso. Anche in questo caso, se non si corre subito ai ripari, la forasacchi può raggiungere i polmoni e creare danni molto gravi.

Orecchie

Quando la forasacchi nel cane raggiunge le orecchie noteremo che Fido tenderà a scuotere la testa violentemente e ripetutamente. Noteremo anche atteggiamenti nervosi e di intolleranza e se proveremo a guardargli le orecchie rileveremo anche una certa ansia e paura.

cane seduto

Il cane tenderà anche a posizionare la testa da un lato per cercare un po’ di sollievo.

Zampe

In questo caso il cane zoppicherà vistosamente. In genere l’arista si annida negli spazi interdigitali o a ridosso dei cuscinetti. Il dolore è evidente e Fido potrebbe essere parecchio nervoso. Tuttavia, la rimozione in questa parte del corpo è molto più semplice da fare.

cane seduto

Bisogna però fare attenzione a come si procede: le zampe del cane sono sempre a contatto con il terreno e la forasacchi potrebbe creare delle ferite che a contatto con il suolo possono provocare infezioni.

Palpebra

Può sembrare difficile, ma non è impossibile che la forasacchi nel cane si attacchi alla palpebra. Magari Fido è stato lasciato libero di correre e scorazzare, lo abbiamo perso di vista ed è successo il guaio. Tornando noteremo che il pezzo di spiga sembra ben ancorato all’occhio.

occhio marrone

Qui il pericolo che insorge riguarda la vista del cane che può essere compromessa se non si interviene in tempo. Se la forasacchi è entrata nell’occhio è bene non toccarla e correre dal veterinario, onde evitare di peggiorare la situazione.

Bronchi

I bronchi sono la parte più complicata e potenzialmente mortale. Di solito il padrone di un cane non arriva mai nelle condizioni di far raggiungere la spiga nei bronchi, perché i sintomi precedenti sono abbastanza fastidiosi ed è impossibile non notare il problema nel cane.

cane con orecchie basse

Se Fido ha ingoiato o inalato la forasacchi, sputa sangue e ha difficoltà a respirare l’unica cosa da fare è andare dal veterinario e anche di corsa. Lui userà degli strumenti diagnostici adatti per poter evidenziare l’esatta ubicazione della spiga e stabilirà il trattamento, generalmente chirurgico.

Prevenzione e controllo

Noi amici bipedi possiamo solo cercare di prevenire il problema facendo molta attenzione alle passeggiate che il cane compie durante i periodi di maggiore rischio.

È necessario accompagnare il proprio cane, anche se in aperta campagna, per evitare che inali le spighe. Purtroppo controllare costantemente il cane non rientra tra le mansioni più facili, soprattutto se abitate in campagna.

cane che dorme

Un’altra cosa che si può fare è controllare minuziosamente il corpo del vostro cane. Se si tratta di un cane che vive libero in un grande giardino o che è abituato a fare grandi passeggiate in luoghi a rischio, il controllo va ripetuto spesso.

In particolare bisogna controllare i punti meno visibili ma più insidiosi e potenzialmente pericolosi come appunto orecchie, naso e bocca, affinché possa essere condotto immediatamente dal veterinario che si adopererà immediatamente a rimuoverle.

Cosa fare se Fido ha una forasacchi addosso

Abbiamo individuato una forasacchi nel cane? Bene, adesso dobbiamo solo evitare di essere impazienti. Per prima cosa cerchiamo di capire quanto profondamente è conficcata. Nel caso in cui fosse superficiale, provvediamo a rimuoverla con delicatezza.

cane che guarda in su

Se dovesse fare resistenza, non insistiamo o potremmo provocare dei danni ben peggiori di quelli che abbiamo già sott’occhio. Se si trova nel naso, nella bocca o nelle orecchie di Fido, l’unica cosa da fare è andare dal veterinario. Non c’è tempo da perdere: in queste zone la presenza della forasacchi è pericolosa e una rimozione parziale o scorretta può portare conseguenze gravissime.

Rimozione

Per quanto riguarda la rimozione che il veterinario effettuerà, richiede un lavoro particolare. Intanto in base alla posizione in cui è arrivata la spiga, l’operazione può essere più o meno complicata.

Nel caso in cui i forasacchi dovessero essere insinuati nelle parti esterne del corpo, la rimozione è possibile senza anestesia. Come abbiamo accennato, invece, la situazione cambia se il forasacchi è nel naso, nella bocca, in gola o nelle orecchie. L’operazione risulta essere più complicata.

cane seduto

In questi casi infatti è necessaria la sedazione del cane. Il cane deve essere totalmente immobile durante l’estrazione, azione impossibile se il cane è sveglio. L’operazione consiste nella rimozione  delle spighe che si sono inserite nelle cavità del cane.

Viene inserito un sondino dotato di videocamera che localizzerà la spiga. Dopo la localizzazione, può avvenire la rimozione in totale sicurezza attraverso l’ausilio di un paio di pinze. L’operazione non è invasiva ma è comunque debilitante per il cane, perché richiede appunto l’anestesia totale.

Lo stesso tipo di operazione viene effettuata se la forasacchi si insinua bronchi, ma è un’operazione molto più complicata proprio per la posizione raggiunta.

cane piccolo

In media i prezzi dell’operazione di rimozione si aggirano tra i 150 e i 200€. Il prezzo varia in base alla posizione della spiga e quindi anche alla difficoltà di estrazione.

Conclusioni

Le forasacchi nel cane destano molta preoccupazione non tanto perché creano dolori e fastidi al cane che li ha assorbiti, ma per la tempestività che l’intervento di rimozione richiede. Più un forasacco si insinua, più complicata sarà l’operazione e la rimozione.

come si comporta un cane triste

Inoltre se non presa in tempo può essere potenzialmente mortale. Alle prime avvisaglie controllate minuziosamente il vostro cane e correte dal veterinario.

Articoli correlati