I cani possono mangiare il baccalà?

I cani possono mangiare il baccalà o è meglio scegliere altri tipi di pesce? Ecco cosa sapere per la corretta alimentazione dei quattrozampe

cane e baccalà

I cani possono mangiare il baccalà? L’alimentazione dei quattrozampe deve essere sana ed equilibrata, costituita in gran parte proteine ma ricca di tutti i nutrienti fondamentali per la salute. Oltre alla “classica” carne possiamo dargli anche alcuni tipi di pesce molto nutrienti, ma attenzione a scegliere quelli giusti. Il baccalà, ad esempio, è un merluzzo conservato con il metodo della salagione e stagionato. Perciò è completamente ricoperto di sale, ingrediente che fa malissimo a Fido!

Il pesce fa bene ai cani, ma soltanto quello fresco e di ottima qualità. Si tratta di un alimento ricco di acidi grassi Omega 3, quei “grassi buoni” di cui sentiamo tanto parlare e che sono utili per tanti motivi. Rendono il pelo di Fido lucente, rafforzano e rinvigoriscono la pelle e in più svolgono un’ottima azione antinfiammatoria. Non a caso gli integratori di Omega 3 sono indicati per i cani anziani, che più degli altri soffrono di problemi alle articolazioni.

Ma i cani possono mangiare il pesce anche per altri motivi: è ricco di vitamina D e calcio, sostanze che migliorano la salute di ossa e denti e contiene anche grandi quantità di ferro, iodio e zinco. Tutte sostanze, insomma, che fanno bene ai nostri amati amici a quattro zampe.

Cos’è il baccalà e perché Fido non può mangiarlo?

I cani possono mangiare il baccalà?

I cani non possono mangiare il baccalà non perché sia un pesce di scarsa qualità, ma per via del modo in cui viene lavorato. Tecnicamente il baccalà è un merluzzo molto simile allo stoccafisso, dal quale si differenzia per il metodo di conservazione. Lo stoccafisso è essiccato, mentre il baccalà è merluzzo conservato con il metodo della salagione. Perciò si tratta di un alimento stagionato, quasi come se fosse un insaccato o un salume. E, come sappiamo, questi cibi non sono indicati per la dieta dei nostri quattrozampe.

Il baccalà lavorato in questo modo non può essere considerato al pari del merluzzo fresco. Anche se prima di cucinarlo viene accuratamente ripulito di tutto il sale, non è un alimento nutriente. La salagione, infatti, è un metodo di conservazione molto antico ed efficace per non far andare a male gli alimenti e mantenerli commestibili a lungo. Ma priva il pesce di tutta l’acqua e delle sostanze nutritive che contiene, soprattutto sali minerali e vitamine. Perciò se vogliamo cucinare un pranzetto a base di pesce per Fido è meglio acquistare quello fresco, che sia merluzzo o di altro tipo.

Ma andiamo al problema del sale. I cani hanno bisogno di assumerlo ma in piccole quantità, quelle che bastano a bilanciare elettroliti e fluidi, oltre che per far funzionare i nervi nel modo giusto. Gli alimenti per cani contengono sempre una parte di sodio ma soltanto quella che serve a far funzionare bene l’organismo. Per Fido mangiare troppo sale rappresenta un vero rischio perché ciò può provocare una serie di complicazioni per la sua salute anche gravi.

Il sale provoca una vera e propria forma di avvelenamento con tutta una serie di sintomi brutti e pericolosi. Innanzi tutto il cane inizia a bere tantissima acqua, poi fa molta più pipì del solito e inoltre appare sempre stanco e debole. Come se non bastasse gli gonfia l’addome e può avere anche vomito e diarrea. Nei casi più gravi, purtroppo, i sintomi sono decisamente peggiori fino ad arrivare a tremori e convulsioni. Perciò i cani non possono mangiare il baccalà e in generale tutti i cibi stagionati ad alto contenuto di sale.

Quali pesci dare al cane e quali evitare?

I cani possono mangiare il baccalà?

Appurato che i cani non dovrebbero mangiare il baccalà, sappiamo però che possiamo scegliere per la sua dieta altri tipi di pesce molto più salutari e nutrienti. Tutto il pesce, in ogni caso, deve essere freschissimo e cotto nel modo giusto. Dobbiamo anche pulirlo per bene privandolo di interiora, lische, spine e di tutti gli elementi con cui il cane potrebbe strozzarsi. In generale è preferibile il pesce azzurro che è molto saporito ma soprattutto nutriente. Il pesce azzurro tiene a bada i livelli di colesterolo ed piuttosto leggero, infatti è indicato anche per i cani a dieta che devono mantenersi in forma.

Tra i pesci che possiamo dare ai cani ci sono le sardine, lo sgombro, il tonno, il nasello, il salmone e le aringhe. Ognuno di questi apporta un numero maggiore o minore di calorie, perciò badiamo bene alle quantità per ogni singolo pasto.L’ideale è cuocere il pesce per Fido bollendolo in pentola oppure alla piastra. Se ne abbiamo la possibilità è ancora meglio la cottura al vapore, che è molto veloce e lascia intatte le proprietà nutritive del pesce. In ogni caso cuociamolo sempre a fiamma bassa in modo da eliminare eventuali batteri ma mantenere intatte le caratteristiche e il gusto del prodotto.

Il pesce contiene tante sostanze che fanno bene alla salute dei nostri quattrozampe e che contribuiscono al funzionamento dell’organismo. Su queste spicca la taurina, un “integratore naturale” e che contribuisce a evitare che il cane sviluppi malattie cardiache, ma anche problemi alla vista e perfino danni al sistema nervoso. La taurina viene inserita nelle ricette dei prodotti confezionati come le crocchette e talvolta i veterinari ne prescrivono degli integratori da aggiungere ai pasti.

Cani e pesce: qualche consiglio utile

I cani possono mangiare il baccalà?

Il pesce andrebbe inserito regolarmente nella dieta di Fido, alternandolo di tanto in tanto alla classica carne. Teniamo sempre a mente che sia la carne che il pesce devono essere prodotti freschi e acquistati in posti di fiducia. Inoltre dobbiamo sempre regolarci con le quantità, senza strafare. Se abbiamo perplessità, cosa assolutamente normale per tutti i padroncini, non esitiamo a chiedere consiglio al nostro veterinario di fiducia. Questo  principio vale sempre per tutto, perché è l’unico modo per esser certi di fare del bene al nostro Fido nel totale rispetto della sua salute.

Quanto pesce possiamo dare al nostro cane? Questa è una domanda a cui nello specifico deve sempre rispondere il veterinario, tenendo conto delle condizioni di salute di Fido. In linea generale possiamo considerare una razione giornaliera tra i 120 e i 150 grammi circa di pesce per ogni 10 kg di peso corporeo del cane. Questa quantità va bene per un cane in buona salute ma non va preparata per più di due volte alla settimana. I pasti principali devono sempre essere a base di carne, ma alternare i due prodotti non può che fare bene.