Come insegnare al cane a camminare al guinzaglio senza fermarsi

Volete insegnare al cane a camminare al guinzaglio senza fermarsi? Ecco qualche consiglio utile per un addestramento veloce ed efficace

cane marrone che passeggia con la padrona

Il momento della passeggiata dovrebbe essere piacevole perciò dovremmo insegnare al cane a camminare al guinzaglio senza fermarsi in modo da non interrompere il cammino ogni volta che Fido voglia.

L’approccio naturalmente deve essere improntato alla tranquillità e soprattutto richiede tantissima pazienza.

Non dimentichiamo che l’addestramento dovrebbe iniziare sin da quando il cane è cucciolo perciò in quell’età in cui tutto è una nuova scoperta che attira la sua attenzione.

La passeggiata deve diventare un momento piacevole per entrambi, un’occasione sana e divertente per trascorrere del tempo insieme e imparare a conoscersi.

Assicuriamoci, quindi, di insegnare al cane a camminare al guinzaglio senza fermarsi e a farlo soltanto quando siamo noi a deciderlo.

Ricordiamo sempre che siamo noi i conduttori, e non viceversa. Senza stabilire questo semplice quanto importante principio Fido prenderà il sopravvento strattonandoci ogni volta che lo voglia.

Collare e guinzaglio: due accessori indispensabili

Come insegnare al cane a camminare al guinzaglio senza fermarsi

Per quanto possa essere divertente, la passeggiata ha anche altri scopi e uno di questi è stabilire la gerarchia tra cane e padroncino.

Siamo noi a condurre il “gioco” e non il contrario. Perciò dobbiamo essere autorevoli e imparare a farci ascoltare da Fido in ogni circostanza, anche quando camminiamo insieme.

La primissima cosa che il cane deve imparare sin da cucciolo è indossare collare e guinzaglio, i due accessori essenziali e indispensabili per camminare insieme all’aperto.

I cuccioli in genere imparano in fretta e con un po’ di pazienza nel giro di poche settimane non dovremmo avere problemi a raggiungere il nostro obiettivo.

Per un cane adulto potrebbe volerci più tempo, ma state certi che anche in questo caso non avrà problemi ad imparare con fermezza ma soprattutto con il nostro amore!

Abituare il cane al collare non è difficile e possiamo iniziare in casa prima di passare allo step successivo, ovvero la passeggiata all’aperto.

Tutto quel che dobbiamo fare è fargli capire che si tratta di un oggetto familiare, nulla di pericoloso dal quale fuggire.

Stabiliamo delle associazioni positive tra il cane e il collare facendoglielo indossare per qualche minuto quando mangia la sua pappa oppure mentre giochiamo insieme.

Anche quando cerca di toglierlo (e state certi che per i primi tempi tenterà di farlo) non sgridiamolo né tanto meno forziamolo a tenerlo.

L’approccio deve essere il più naturale possibile perciò il cane deve capire autonomamente che si tratta di un accessorio innocuo che non gli arreca alcun danno. Con il tempo si abituerà senza problemi!

Stessa cosa vale per il guinzaglio, da introdurre soltanto quando il cucciolo avrà imparato a indossare il collare senza batter ciglio.

Le prime volte non saranno proprio semplici da gestire perché, diciamolo, camminare in casa con un guinzaglio che penzola dal collo non è proprio piacevole.

Ma a poco a poco il cane si abituerà e a quel punto saremo pronti per passare alla fase clou del nostro addestramento: insegnare al cane a camminare al guinzaglio senza fermarsi.

Insegnare al cane a camminare al guinzaglio senza fermarsi

Come insegnare al cane a camminare al guinzaglio senza fermarsi

Insegnare al cane a camminare al guinzaglio non è difficile e richiede semplicemente i giusti metodi.

Dobbiamo rendere questa nuova ma importante esperienza sempre piacevole per il nostro amato Fido perciò armiamoci di pazienza evitando i nervosismi.

Se il cane ci vede arrabbiati, nervosi, agitati rischiamo di ottenere l’effetto contrario: non gli insegniamo niente e in più rischiamo di compromettere il nostro rapporto.

Senza dimenticare, poi, che strattonandolo e tirandolo rischiamo anche di fargli del male e non va affatto bene. La salute del cane ha la priorità su tutto!

L’ideale per insegnare al cane a camminare al guinzaglio senza fermarsi è utilizzare un guinzaglio morbido di lunghezza standard.

Usare dei dolcetti: un metodo efficace

Come insegnare al cane a camminare al guinzaglio senza fermarsi

Lo scopo di questo addestramento è insegnare al cane a camminare al guinzaglio stando al nostro fianco e senza fermarsi.

L’esercizio che vi consigliamo vale sia per i cuccioli che per i cani adulti ed è molto utile perché ci consente di controllare i movimenti di Fido anche senza il guinzaglio.

Naturalmente passiamo a questo step solo ed esclusivamente quando il cane avrà imparato non solo a indossare collare e guinzaglio ma anche a non tirare!

Quel che ci occorre è qualche succulento dolcetto da tenere in mano oppure nella tasca dei pantaloni.

Utilizziamoli all’inizio per chiamare il cane a noi, dopodiché quando è al nostro fianco iniziamo a fare qualche passetto indicandogli di seguirci.

Eseguiamo l’esercizio più volte e lentamente per abituare Fido a seguirci ogni volta che iniziamo a camminare senza fermarsi, a meno che non siamo noi a farlo!

Quando ci fermiamo e si ferma anche lui, diamogli un premio! Stessa cosa quando tiene il passo seguendoci senza tirare il guinzaglio né cambiando direzione.

Questo esercizio è davvero molto semplice, richiede soltanto un po’ di pazienza e soprattutto costanza.

Ritagliamoci almeno dieci o quindici minuti per addestrare Fido, all’inizio dentro casa e poi anche al parco o ai giardinetti quando sarà più bravo.

Il cane tira il guinzaglio: cosa fare

Come insegnare al cane a camminare al guinzaglio senza fermarsi

Se vogliamo insegnare al cane a camminare al guinzaglio senza fermarsi dobbiamo prima di tutto chiarire un punto: non deve tirare né strattonarci!

All’inizio lo farà e sarà inevitabile: mettetevi per un momento nei panni di un cucciolo che esplora per la prima volta un ambiente che non conosce.

Tanti oggetti nuovi, persone mai viste e una vastissima gamma di odori e suoni che attirano la sua attenzione stimolandone la curiosità.

In questo tripudio di entusiasmo, però, Fido deve imparare a seguire noi e non fare di testa propria senza ascoltarci.

Nella prima fase di addestramento lasciamogli il tempo di esplorare e annusare tutte le cose che lo incuriosiscono, ma solo per qualche secondo. A quel punto diamogli un comando come “andiamo” per farlo ripartire.

Ripetendo questo schema ogni volta allo stesso modo il cane in poco tempo imparerà a seguire i nostri passi senza troppi problemi.

Se il cane tira il guinzaglio possiamo anche adottare una seconda tecnica abbastanza efficace.

Quando lo fa, fermiamoci e restiamo immobili finché non capisce di dover tornare al nostro fianco. A quel punto diamogli uno snack per fargli capire che è stato bravo.

Cane e passeggiata: qualche consiglio

Come insegnare al cane a camminare al guinzaglio senza fermarsi

Accudire un cane è una bella responsabilità e nel momento in cui lo portiamo al di fuori della nostra casa questa si estende anche alle persone e animali che incontriamo.

Gestire il cane con il guinzaglio non è importante solo per rendere la passeggiata tranquilla ma anche per evitare spiacevoli incidenti che possano mettere a repentaglio la vita di Fido o quella degli estranei.

Perciò è importante che il cane sia tranquillo e sereno, mai stressato né tanto meno arrabbiato.

In queste condizioni potrebbe diventare aggressivo nei nostri confronti ma anche verso dei poveri malcapitati colpevoli soltanto di passarci accanto.

Prendiamo le giuste precauzioni assicurandoci sempre che il guinzaglio sia ben fissato e della lunghezza giusta per controllare i movimenti del cane.

Usciamo in sua compagnia solo se ha imparato ad ascoltare i nostri comandi, quando cioè abbiamo il totale controllo su di lui.

Fanno eccezione le aree di sgambamento o quelle appositamente riservate ai cani, che ultimamente si trovano in moltissimi parchi e giardini urbani.

Un altro piccolo ma importante consiglio: quando scegliamo gli accessori assicuriamoci che siano a norma e che non possano danneggiare in alcun modo il cane.

Alcuni veterinari consigliano i guinzagli retrattili ma questi possono andar bene in una prima fase di addestramento, quando il cucciolo tende a curiosare un po’ ovunque.

Per insegnare al cane a camminare senza fermarsi è meglio puntare su un guinzaglio morbido di una lunghezza tale da poter aver controllo sui movimenti di Fido.

Quel che molti veterinari sconsigliano, invece, è il collare a strozzo che potrebbe avere effetti negativi sull’addestramento perché in qualche modo provocherebbe reazioni aggressive da parte del cane.

Ti è piaciuto questo contenuto? Leggi anche: Il chihuahua con la parrucca che fa impazzire il web