Insegnare al cane ad aspettare pazientemente: ecco come

Ci sono casi in cui il cane è irrequieto e puoi causare danni, ecco perché è importante insegnare al cane ad aspettare pazientemente. Vediamo come

Il cane è un animale molto giocoso e spesso questa sua voglia di fare festa si manifesta con comportamenti che non vanno bene. È impulsivo e agisce d’istinto, ma questo fa parte della sua natura. Tuttavia con tanta pazienza da parte vostra e del tempo è possibile correggere gli atteggiamenti sbagliati del vostro cane.

Se vivete con un cane vi sarà sicuramente capitato che vi saltasse addosso al vostro rientro a casa dopo tempo. Oppure che scodinzolasse in maniera agitata facendo anche dei saltelli al minimo segnale che state preparando la sua pappa. O ancora che andasse letteralmente su di giri al momento della passeggiata. Questi sono casi in cui è importante insegnare al cane ad aspettare pazientemente. In questo articolo cercheremo di capire come fare. Se avete difficoltà a farlo da soli, potete sempre chiedere l’aiuto di un professionista del comportamento dei cani.

Rapporto di fiducia con il cane: primo passo per educarlo

Se il cane riceve le vostre attenzioni e percepisce che può contare su di voi, il suo comportamento sarà più rilassato in generale. Instaurare un rapporto di fiducia è fondamentale se volete insegnare al cane ad aspettare pazientemente.

I primi ad avere pazienza, in questo caso, dovete essere voi. Correggere comportamenti sbagliati di un cane è possibile ma ci vuole del tempo. Non sempre si riescono ad ottenere subito i risultati desiderati. Ricordate comunque che molto dipende anche dalla natura stessa del cane. Ci sono infatti delle razze più socievoli e altre più diffidenti. I primi non avranno problemi a relazionarsi con voi e costruire un rapporto sano ed equilibrato. Per i secondi invece potrebbe essere più difficile, ma non è impossibile, quindi non scoraggiatevi.

Un buon metodo per conquistare la fiducia del cane è fare dell’attività fisica insieme. Fategli capire che per voi è importante e che gli volete bene. In questo modo imparerà ad avere fiducia in se stesso e in voi.

I cani possono essere educati alla socialità sin da piccoli. In realtà dovrebbe essere così. Quando è cucciolo un cane deve vivere con la mamma e i suoi fratelli e sorelle per imparare la convivenza. Da adulto poi accetterà meglio anche la vostra presenza nella sua vita.

Infine vi ricordiamo che ogni cane ha la sua personalità, è una questione di carattere, così come succede con gli esseri umani. Ecco perché non si può mai generalizzare, ogni pelosetto è unico e irripetibile.

Come capire che il cane non sa aspettare, i segnali

Conoscere il vostro cane è il primo passo per educarlo. Se volete insegnare al cane ad aspettare pazientemente dovete prima comprendere con quali segnali il vostro amico a quattro zampe fa capire di non essere in grado di aspettare.

Ricordate, innanzitutto, che il cane tende molto ad imitare il comportamento degli esseri umani con cui vive. Se la vostra vita è frenetica, state sempre a correre di qua e di là e volete ottenere tutto e subito, allora anche il pelosetto di casa si comporterà allo stesso modo. Per prima cosa, quindi, dovete rimodulare il vostro stile di vita. Siamo consapevoli che non sia facile, ma ne gioveranno sia la vostra che la salute del vostro cane.

Anche i cani possono mostrare segnali di impazienza. Voi amate coccolarli e loro amano le vostre attenzioni, quindi se percepiscono che li state trascurando, loro saranno pronti a farvelo capire. Per questo motivo spesso i cani hanno il sonno agitato, si svegliano di soprassalto la notte e abbaiano molto più del solito. Questo accade soprattutto con i cuccioli, che hanno bisogno di molte più cure di un cane adulto.

Dedicate del tempo ai vostri cani, giocate con loro, uscite per delle passeggiate insieme e coccolatelo. Fate tutto quello che è in vostro potere per fargli capire che voi ci siete e che può contare su di voi. In questo modo il vostro amico a quattro zampe sarà più rilassato e di conseguenza meno impaziente. Attenzione però a non cedere alle coccole eccessive. Se il suo abbaiare o fare le feste sono dei comportamenti negativi, il vostro compito non è di assecondarli ma di educarli a migliorare.

I casi in cui il cane mostra maggiormente la sua impazienza sono due: quando arriva l’ora della pappa e quando arriva quella della passeggiata. Vediamo insieme cosa fare per educare il cane in queste occasioni.

Educare il cane ad aspettare pazientemente la passeggiata

Il momento della passeggiata è molto importante nella giornata di un cane. È quando è fuori casa infatti che il vostro amico a quattro zampe è libero di fare i suoi bisogni, può approfittarne per fare un po’ di esercizio fisico e soprattutto vede e incontra altre persone o altri animali. Abbiamo già detto che il cane è un animale molto socievole, quindi adora la compagnia di altri esseri viventi.

Proprio per questo motivo, il cane non vede l’ora di uscire per la passeggiata e diventa impaziente. Spesso basta che il cane vi veda prendere il guinzaglio in mano per comportarsi come se fosse impazzito.

È invece importante che stia tranquillo quando capisce che sta per uscire di casa. Per insegnare al cane ad aspettare pazientemente la passeggiata è fondamentale che impari alcuni comandi come “Fermo” e “Seduto”. Pronunciateli con fermezza se vedete che il vostro amico a quattro zampe è particolarmente agitato e impaziente di uscire.

Se non vi obbedisce, non vi resta che posare il guinzaglio al suo posto e spostarvi in un’altra stanza, come se aveste annullato la passeggiata. Poi riprovate gradualmente finché capirà che deve rispettare il vostro comando.

Un altro consiglio utile che vi diamo è quello di posizionare il  guinzaglio in un punto in alto in modo che il cane possa vederlo ma non raggiungerlo. Ogni tanto fategli sentire anche il rumore del guinzaglio in momenti che non hanno a che fare con la passeggiata e riponetelo. Con calma e pazienza il vostro cane imparerà che non tutte le volte in cui sente quel rumore o vi vede toccare il guinzaglio è esattamente il momento di uscire per una passeggiata.

Insegnare al cane ad aspettare la ciotola con pazienza

Quello del pasto è uno dei momenti più desiderati nella giornata di un cane e anche uno di quelli in cui si agita maggiormente. Basta solamente che il vostro pelosetto senta l’odore del cibo o il rumore della ciotola per andare su di giri.

A quel punto comincia a salterellare intorno a voi, a scodinzolare freneticamente, a volte anche ad abbaiare. Il rischio è che urtandovi durante queste manifestazioni di gioia e impazienza, vi faccia rovesciare il cibo sul pavimento o addirittura che vi faccia cadere. Questo, per esempio, è uno dei motivi per cui è importante organizzare bene la zona pappa per il cane.

Per insegnare al cane ad aspettare pazientemente la ciotola, dovete usare dei piccoli accorgimenti. Mentre preparate il pasto, non nascondetevi. Fate in modo che il vostro amico a quattro zampe veda quello che state facendo ma ignorate la sua presenza. Quando vi avvicinate a lui, tenete la ciotola ben in vista davanti al vostro corpo. Se il vostro cane comincia ad agitarsi, aspettate prima di posare la ciotola accanto a lui. Quando si sarà calmato, potete lasciargliela.

Se “fa la finta”, sembra cioè che si sia calmato ma si scompone appena posate la ciotola, allora tiratela di nuovo su. Guardatelo con fermezza, senza rimproverarlo. Se necessario basta un “No” pronunciato in maniera ferma e decisa. Lasciate la ciotola accanto al vostro cane solo ed esclusivamente quando avrà imparato ad aspettare pazientemente. In caso contrario, ripetete le operazioni che vi abbiamo descritto.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati