Piante velenose per il cane: quali sono e come evitarle

Piante velenose per il cane: sono davvero tante e si deve fare attenzione ad evitare che il cane ne mangi i fiori o i boccioli.

piante velenose per animali

Esistono diverse piante velenose per il cane e a volte si tratta persino di piante molto comuni. Queste infatti possono trovarsi in casa e, ad insaputa del padrone, possono anche avvelenare il cucciolo oppure provocargli dei danni.

È molto importante conoscerle, anche perché sono diverse e molto utilizzate come arredo per le stanze. Alcune sono anche utilizzate durante alcune festività, come il vischio oppure l’agrifoglio.

Quali sono

Le piante velenose per il cane sono davvero tantissime, e oltre a nuocere lui, a volte possono provocare danni anche per l’uomo e per i gatti. Spesso si tratta di piante che già si tengono in casa e sarebbe bene tenerle lontane dal cane.

Piante velenose per il cane: quali sono e come evitarle

Tra le piante dannose c’è il vischio, molto usato come pianta di Natale. Nonostante il suo valore simbolico, se si ha un cane sarebbe bene tenerle lontane da lui. Infatti possono provocargli diminuzione della temperatura, sono tossiche e se la quantità è eccessiva, possono portare persino alla morte.

Anche le bacche di agrifoglio, sempre usate durante il Natale, sono molto tossiche sia per gli amici a quattro zampe e addirittura anche per i cavalli. Da evitare in casa anche l’ortensia, perché se il cane ne ingerisce i boccioli può avere nausea o addirittura coma.

Altre piante dannose

Dannosa è anche la Stella di Natale, altra pianta sempre natalizia, che però irrita sia la pelle del cane, sia quella dell’uomo. Per gli amici a quattro zampe è considerata tossica. Lievemente irritante per il cane invece è la Dieffenbachia, pianta molto utilizzata per arredare le stanze della casa.

Piante velenose per il cane: quali sono e come evitarle

Da evitare anche l’Aconito, tipico per i suoi bei fiori viola ed anche il Lauroceraso, se si ha un cagnolino in casa. Queste due piante sono tossiche e addirittura la seconda può portare alla morte del cane.

Quando si passeggia andrebbe evitato che il cane possa toccare i fiori rosa del Colchito, anche perché se li mangia può avere gravi intossicazioni. Se invece tocca il Tasso, ancora peggio. Questa pianta è velenosa sia per le sue bacche rosse sia per tutto il resto della sua struttura.

Cosa fare

Questo elenco ovviamente non significa che non si possono tenere piante in casa, o che non si può più passeggiare tranquillamente. Significa solo che il padrone deve avere l’accortezza di sistemare alcuni tipi di piante in luoghi lontani dal cane.

Piante velenose per il cane: quali sono e come evitarle

Se il proprietario si rende conto di possedere una pianta mortale per il cane, allora ovviamente in quel caso è meglio sbarazzarsene, per evitare che il cane la tocchi. Nel caso però si possano separare cani e pianti, allora il problema non sussiste.

Basterà verificare di che tipo di pianta si tratti, prima di acquistarla o di sistemarla in un luogo accessibile al cane. In questo modo si potrà stare tranquilli. Nel caso invece si esca a fare una passeggiata, non si deve temere nulla se non il fatto che il cane annusi troppo in giro.

Se si è in un parco oppure in un giardino sconosciuto, sempre meglio far evitare al cane di mangiare boccioli oppure altri tipi di fiori. Questo soprattutto se non si conosce che tipo di piante sono.

Prodotti Consigliati dalla nostra Redazione: