Preparare il cane al distacco prima di un viaggio: ecco come

Coda tra le gambe, sguardo basso, Fido ha capito che stiamo per partire. Cosa bisogna fare? Come preparare il cane al distacco?

Come preparare il cane al distacco

Sfiliamo la valigia dall’armadio. Fido ha capito, stiamo per partire e il suo umore non è dei migliori. Cosa fare? Come preparare il cane al distacco?

Non è la prima volta che ci prepariamo per un viaggio e sistemiamo le valigie. Il nostro cane, però, è avvolto dalla tristezza ogni volta come fosse la prima. Che i cani siano abbastanza emotivi lo si sa, ma vediamo se c’è modo di far avvertire meno questo distacco.

Fido sa, Fido capisce

Fido è parte della nostra famiglia, oramai conosce le nostre abitudini. Per ogni azione che compiamo, probabilmente, lui ha già in testa un’associazione positiva o negativa da riscontrare, un ricordo che riemerge. Ci conosce, sa immediatamente come reagire.

Preparare il cane al distacco prima di un viaggio: ecco come

Proprio quando prendiamo la valigia dall’armadio, inizia ad essere triste, tende a non incrociare il nostro sguardo e un alone di malinconia lo avvolge. Ecco arrivata l’associazione negativa, il ricordo triste: Fido sa che a breve ci allontaneremo da lui.

Affrontare il distacco

Vi sono dei piccoli accorgimenti, dei piccoli gesti che potrebbero aiutare il nostro cane ad affrontare il distacco. Sicuramente non potranno rappresentare la soluzione definitiva, ma potrebbero aiutare Fido a soffrire un po’ meno e a non sentire esageratamente la nostra mancanza, nonostante spesso non sembri possibile.

Preparare il cane al distacco prima di un viaggio: ecco come

Per poter fare ciò è necessaria la compagnia di un altro essere umano, un pet sitter potrebbe essere la soluzione migliore, una persona che sa esattamente quali siano le esigenze del nostro cane e che proverà a far trascorrere queste giornate a Fido senza avvertire solitudine o malinconia.

Pet Sitter

Si sa, i cani sono degli animali teneri ed empatici in fondo, riescono ad affezionarsi ad una persona nel minor tempo possibile. Ovvio è che non può fare tutto da solo, ha bisogno di fidarsi e di capire che su quella persona può riporre la sua fiducia e le sue speranze.

Un’ottima mossa, infatti, potrebbe essere quella di far incontrare il pet Sitter e il cane qualche giorno prima della nostra partenza.

Preparare il cane al distacco prima di un viaggio: ecco come

Una passeggiata al parco, una visita a casa o degli incontri apparentemente casuali potrebbero aiutare Fido ad instaurare già un primo rapporto con l’umano.

Nel momento in cui partiremo, in questo modo, il nostro cane sicuramente si renderà conto della nostra mancanza, ma sentirà di non essere solo. Condivide il tempo con una persona che già conosce, con una persona di cui può fidarsi.

Conclusioni

In definitiva, esistono molteplici modi per preparare il nostro cane al distacco. Altri modi, un po’ meno efficaci della presenza di una persona già conosciuta, comprendono la presenza, in giro per casa, di oggetti familiari al cane.

Preparare il cane al distacco prima di un viaggio: ecco come

Altra opzione sarebbe non sconvolgere le abitudini presenti a casa, continuare a tenere oggetti in giro che abbiano il nostro odore, lasciare il suo tappeto preferito esattamente dove è tutte le volte in cui noi siamo in casa.

Prodotti Consigliati dal nostro Team: