Alano cucciolo: cosa gli serve e come educarlo

Prima di adottare un cucciolo di Alano è bene informarsi sulla sua educazione, alimentazione e su come prendersene cura al meglio

Se avete deciso di prendere con voi un cucciolo di Alano, dobbiamo dirvelo: avete fatto un’ottima scelta! L’Alano è un cane davvero meraviglioso, di quelli che al primo sguardo ti lascia completamente di sasso. Grande, imponente, regale. Insomma, un vero e proprio “reginetto” di bellezza.

Tuttavia è bene che sappiate che con un cane come l’Alano non è tutto rose e fiori e che – più di altre razze è necessario che vi facciate trovare pronti prima di accoglierne un esemplare in casa. Istruitevi, documentatevi e cercare di fare tutto ciò che occorre per rendere felice il vostro Alano sin da quando è cucciolo.

Qui vi diamo alcune linee guida sulla cura del cucciolo di Alano. Sappiate che è un piccolo dal carattere molto particolare e sì, non vi mollerà neanche per un momento!

Indice

Cucciolo di Alano, sei il padrone giusto?

cucciolo di alano

Ci sembra doveroso fare una piccola premessa, prima di analizzare da vicino le esigenze di un cucciolo di Alano. Ogni volta che decidiamo di adottare un cane e più in generale un animale domestico, dobbiamo sempre porci la fatidica domanda: siamo le persone giuste per prendercene cura?

Ciascuna razza canina ha le sue peculiarità, sia caratteriali che fisiche e l’Alano non è certo da meno. Si tratta di un cane di grandi dimensioni già quando è piccino e che via via cresce, fino a diventare un vero e proprio gigante. Non possiamo mica non tener conto di questa caratteristica, l’Alano avrà bisogno del giusto spazio a disposizione!

Ma c’è anche dell’altro, perché non dobbiamo tralasciare le esigenze alimentari (mangia più di un cane normale), quindi valutare per bene la nostra disponibilità economica e prepararci agli eventuali problemi di salute connessi alla razza stessa. Senza contare che, poi, l’Alano è un cane che ha bisogno del contatto umano, che vuole stare in compagnia e soffrirebbe tantissimo restandosene a casa da solo, annoiandosi e diventando triste.

Perciò il padroncino ideale di un cucciolo di Alano prima, e di un esemplare adulto poi, deve poterlo seguire al meglio. Non pensiate che l’Alano sia un cane che può starsene relegato in un angolino tutto solo: vuole le coccole, vuole attenzioni e vuole sentire la nostra presenza. E non dimenticate che questo cane non è solo grande, ma anche particolarmente “bavoso” e che perde quantità di pelo proporzionate alla sua stazza. Non dite che non ve l’abbiamo detto!

L’educazione del cucciolo di Alano

cucciolo di alano che gioca

Nel cucciolo di Alano si racchiude un cuore delicato e sensibile, caratteristica che non abbandona l’animale neanche quando cresce e diventa il gigante che tutti conosciamo. E questo è un punto saliente del suo carattere, di cui tener conto quando decidiamo di adottarne uno e crescerlo insieme alla nostra famiglia.

L’Alano ha come due anime: alla sua profonda e spiccata sensibilità si contrappone un piglio fermo e deciso, molto protettivo nei confronti dei membri della sua famiglia. Del resto in origine era un cane da guardia e continua a esserlo sempre e comunque: il vostro Alano farà sempre di tutto per proteggervi dai pericoli, senza mai tirarsi indietro. È un cane che letteralmente si innamora del proprio padrone e gli resta devoto per l’eternità.

La prima fase educativa del cucciolo di Alano dovrebbe concentrarsi su due punti essenziali: la socializzazione e l’obbedienza. La prima è quel che ci vuole se vogliamo che sin dai primi mesi non abbia problemi a contatto con altre persone o altri cani e animali, ma state tranquilli: da questo punto di vista l’Alano non ha affatto problemi a imparare e in fretta. È un cane molto intelligente e lo sono anche i piccoli!

L’obbedienza è un altro tassello essenziale se vogliamo che l’Alano da cucciolo diventi un cane adulto e più consapevole. Quando è piccino, non si rende ben conto della sua stazza e, preso dall’entusiasmo di un gioco o dalla gioia nel vedere qualcuno (specialmente i bambini), potrebbe fare qualche danno involontariamente. Solo imparando a rispettare gli spazi e a riconoscersi per ciò che è (un gigante, quindi), l’Alano potrà vivere senza problemi in casa.

Mai lasciarlo da solo

alano cucciolo bianco e nero

Ciò di cui un Alano cucciolo ha realmente bisogno sono le attenzioni. E non parliamo di qualche momento di gioco ritagliato qua e là durante la giornata, ma di una guida che sia costante. Perciò dobbiamo riflettere bene prima di adottare un piccolo di razze come questa: accudire un cane è una cosa seria e dobbiamo essere le persone adatte a ricoprire questo ruolo.

Quel che vi consigliamo è di non lasciare mai il cucciolo di Alano da solo, sia dentro che fuori casa. Essendo ancora piccolo e inconsapevole delle proprie dimensioni e della propria potenza, è facile per un piccolo del genere distruggere tutto ciò che gli capiti a tiro. Accade con i cuccioli di taglia più piccola, figuriamoci con un gigante in erba come questo!

Fornitegli sempre giochi e passatempi che siano adatti a lui, che gli consentano di divertirsi e mordicchiare (una delle sue attività preferite) senza provocare danni in casa. Il cucciolo di Alano ha bisogno inevitabilmente di sfogare le proprie energie, ma dobbiamo saperlo indirizzare verso attività che non nuocciano alla sua salute.

Salute e alimentazione

cuccioli di alano sul prato

Quando un cucciolo arriva in casa è sempre una gioia immensa, ma non dimentichiamo che non si tratta mica di un peluche: è una creatura che ha bisogno di cure e attenzioni specifiche. L’educazione e l’addestramento richiedono ordine e disciplina come abbiamo visto, senza adottare maniere rudi e aggressive ma semplicemente indirizzando il piccolo verso comportamenti virtuosi. E con un cane intelligente come l’Alano non è affatto complicato.

Tuttavia non dovrebbe essere solo l’educazione a preoccuparci. Non tutti sanno che, ad esempio, i cani di taglia molto grande e gigante come l’Alano sin da cuccioli possono andare incontro a particolari problemi di salute. Data la sua mole, l’Alano richiede controlli approfonditi sin da cucciolo per ciò che concerne la conformazione delle ossa, tanto per dire la cosa più importante. La razza va incontro a problemi come la displasia dell’anca e simili, perciò senza un controllo accurato potrebbe ritrovarsi con danni permanenti a ossa e articolazioni una volta adulto.

E poi c’è il capitolo riguardante l’alimentazione, altro fattore determinante nella buona crescita del cucciolo di Alano. Considerate che questo cagnolone cresce piuttosto in fretta e già nel primo anno di vita è altissimo, proprio come sarà da adulto. E, visto il suo fisico particolarmente grande e possente, un errore nell’alimentazione del cucciolo di Alano potrebbe rivelarsi fatale: dategli sempre cibo adatto alla razza, non lasciategli pappa a volontà per tutto il giorno e badate sempre alle quantità. Il cucciolo di Alano non deve mettere su chili di troppo e, sotto il controllo del veterinario, deve assumere integratori specifici per lo sviluppo di ossa e articolazioni.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati