Bassotto Tedesco: cosa sapere su questa razza speciale

Perché il Bassotto Tedesco ha quella strana forma a salsiccia? E a chi è adatto? Qui troverete le risposte a (quasi) tutte le vostre domande!

Tra tutti gli amici a quattro zampe senza dubbio il Bassotto Tedesco ha un posto speciale nel cuore di molte persone. E non è mica un caso, visto il suo carattere dolce e vispo e il suo buffo aspetto da piccola “salsiccia”.

Un cane dalle origini piuttosto antiche, che un tempo era considerato un provetto cacciatore (e lo è tuttora!). Ci sono tante cose bellissime da scoprire a proposito di questi esemplari e qui cercheremo di fare una summa di tutto ciò che dovremmo sapere a proposito della razza.

Dai colori alle misure, dal temperamento alle curiosità, tutto sul Bassotto Tedesco. L’amico a quattro zampe perfetto per tutti, anche per le famiglie!

Indice

L’origine del Bassotto Tedesco

bassotto tedesco sul prato

Sull’origine del Bassotto Tedesco ci sono diverse teorie. Una di esse afferma che esemplari a lui molto simili vivessero già nell’antico Egitto, stando a quanto si evince da alcune raffigurazioni. Immaginatelo tra sabbia e piramidi… un vero spasso!

Ma la razza vera e propria, per come la conosciamo oggi, è nata in tempi relativamente più recenti. Abbiamo testimonianze di esemplari simili al Bassotto Tedesco già nel Medioevo, ma è nel Settecento che gli allevatori hanno cominciato a selezionare la razza per soddisfare alcune esigenze specifiche. Serviva un cagnolino non troppo ingombrante ma intelligente e abile, che riuscisse a scovare tassi, conigli e lepri nei terreni di caccia. Non a caso è diventato uno dei cani prediletti dai nobili di tutta Europa!

Bassotto Tedesco, standard di razza

bassotto tedesco arlecchino

Lo standard di razza ci offre una panoramica sulle esatte caratteristiche che questi esemplari dovrebbero possedere. Innanzitutto il peso, che non dovrebbe mai superare i 9 kg sia nei maschi che nelle femmine. Poi c’è la questione dell’ampiezza del torace, che determina le tre diverse taglie del cane: Bassotto Standard (superiore ai 35 cm), Bassotto Nano (superiore ai 30 cm) e Bassotto Kaninchen (fino a 30 cm).

A colpire di questo dolce quattro zampe è, però, la sua forma particolare. Sembra un po’ una piccola salsiccia con le zampe corte, tozze e rugose, il corpo allungato e il muso con un bel tartufo a punta con larghe narici. Le orecchie sono un altro tratto distintivo del quattro zampe: sono ampie e con attaccatura alta e aderiscono perfettamente alle guance.

Lo standard di razza, inoltre, ci dice quali sono esattamente i tipi di pelo e i colori ammessi per questo quattro zampe. Il Bassotto Tedesco può avere tre tipi di mantello (corto, lungo e duro) tra e le tonalità più diffuse possiamo menzionare il fulvo o nero focato nel pelo corto, il color cinghiale nel pelo duro e il rosso mogano nel pelo lungo. Ma esistono anche splendidi esemplari con mantello arlecchino, tigrato, cioccolato e bicolore.

A chi è adatto il Bassotto Tedesco

bassotto tedesco al guinzaglio

Questo adorabile cagnolino è adatto praticamente a ogni tipo di padroncino, anche alle famiglie con bambini. Il suo carattere vispo e giocherellone è un vero toccasana in casa, assicurandoci una compagnia affettuosa e allegra in ogni momento della giornata. È anche a questo che si deve il successo del Bassotto Tedesco, un cane che sembra fatto apposta per la convivenza con gli umani (più di altri suoi simili).

C’è da non sottovalutare, però, la sua tendenza ad abbaiare. Anche se non è propriamente un cane da guardia, il Bassotto Tedesco tende ad avere un attaccamento eccessivo con il padroncino, perciò può reagire in modo vigoroso alla presenza di estranei o di altri quattro zampe. Un comportamento istintivo che possiamo “correggere” in fase di addestramento.

Bassotto Tedesco, malattie comuni

bassotto tedesco triste

I cani di questa razza godono in genere di buona salute, tanto da avere un’aspettativa media di vita di ben 15 anni e oltre. Non dobbiamo dimenticare, però, che la loro conformazione fisica può porli di fronte al rischio di problemi articolari e alla colonna vertebrale. Dobbiamo fare moltissima attenzione a non causargli traumi e a preservarlo da cadute brusche o salti troppo alti.

Un’altro fattore che potrebbe incidere negativamente sulle articolazioni (e non solo) è il peso. Perciò attenzione a non farlo ingrassare, cerchiamo sempre di mantenerlo in forma e normopeso così da non appesantire il corpo e quindi gli arti. Tra le altre malattie tipiche della razza possiamo menzionare epilessia, glaucoma, ipertiroidismo e atrofia progressiva della retina.

Bassotto Tedesco, molte persone ci hanno chiesto anche:

bassotto tedesco che gioca con un freesbee

Quanto costa un Bassotto Tedesco?

Come i cani di altre razze, anche il Bassotto Tedesco ha un costo mediamente elevato. Parliamo di un prezzo che varia tra i 1.000 e i 2.000 euro per esemplari provenienti da un allevamento certificato e a norma, dotati di pedigree. Affidatevi sempre a persone esperte e che lavorino in maniera corretta, cosa che dà delle garanzie a voi che ci accingete ad acquistare un cane ma anche al quattro zampe stesso, per quanto concerne le sue condizioni di salute.

Quanto è intelligente il Bassotto?

Senza dubbio il Bassotto Tedesco è un cane molto intelligente e perspicace, che sa come affrontare le sfide che gli si pongono dinanzi. E lo fa sempre con grande entusiasmo e curiosità! Con questo quattro zampe è davvero molto difficile annoiarsi ed è per questo che un bravo padroncino deve essere pronto a lasciarsi coinvolgere dalle sue marachelle.

Perché i Bassotti sono così?

Tutte domante interessanti, ma ce n’è una che spicca su tutte le altre: perché mai il Bassotto ha questa strana forma allungata che lo fa somigliare a una salsiccia? Vi diciamo subito che non si tratta di una casualità, ma di una caratteristica che in passato è stata appositamente ricercata dagli allevatori che selezionavano gli esemplari. L’evidente sproporzione del corpo e degli arti si deve a una particolare mutazione genetica (acondroplasia), utile per le attività di caccia. Il cagnolino così formato era molto più abile degli altri a “strisciare” nelle tane delle piccole prede ma al contempo molto forte e resistente.

Lo scopo non era propriamente nobile, ma la cosa più importante è che oggi il Bassotto sia uno dei cani più amati in assoluto. E non per cacciare, semplicemente perché è adorabile!

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati