Come comportarsi con un cane che ha paura delle auto in strada?

Il nostro cane ha paura delle auto in strada? Ecco quali possono essere i principali motivi

Molto spesso i nostri piccoli amici a 4 zampe hanno delle paure, se non delle vere e proprie fobie, che ai nostri occhi possono risultare assurde, addirittura insensate. Per cercare di scoprire il motivo che li spinge a spaventarsi, il metodo migliore potrebbe essere quello di studiare giorno dopo giorno il loro comportamento.

È chiaro che più impariamo a conoscere il nostro grande compagno di vita, meglio riusciamo ad interagire con lui, ad aiutarlo a scoprire il mondo, ad insegnargli tutto quello che di bello o di pericoloso esiste.

Ad esempio, ci siamo mai chiesti perché il cane ha paura delle auto in strada? Quali potrebbero essere le motivazioni che giustificano tale strana preoccupazione? Scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere riguardo questa particolare situazione.

Cane e paura delle auto: da cosa dipende?

cagnolino aspetta qualcuno

Prima di capire il motivo per il quale il nostro cane ha paura delle auto in strada, è importante tener presente un aspetto determinante: Fido è spaventato da qualsiasi tipo di veicolo o mezzo di trasporto, oppure è terrorizzato soltanto dalle macchine?

Per trovare la risposta a tale domande, l’unica cosa da fare è osservarlo e imparare a conoscerlo. Quando decidiamo di accogliere un cane in casa, infatti, dobbiamo metterci in testa un aspetto da non sottovalutare mai: essere curiosi di scoprire ogni sua qualità, paura, ansia, preoccupazione, vivacità, caratteristica.

Solo dopo aver fatto questo, potremo ritenerci soddisfatti! Imparare le caratteristiche del nostro amico a 4 zampe è determinante per instaurare un rapporto di fiducia e per capire come eventualmente aiutarlo al meglio nelle situazioni di difficoltà.

Se dovessimo arrivare alla conclusione che il cane ha paura delle auto in strada, potremmo valutare vari elementi che potrebbero causare tale disagio. Ecco un elenco di quelli più comuni:

  • evento traumatico: questo è legata all’esperienza singola dell’esemplare. Se da piccolo ha subito un trauma o ha vissuto un evento spiacevole in cui erano coinvolte le auto, è facilmente deducibile attribuire tale paura a ciò. Ecco perché è importantissimo conoscere il nostro amico;
  • dimensioni e rumore dei veicoli: come spesso avviene, i cani sono spaventati da rumori molto forti o da “oggetti” molto grandi. Cosa c’entra questo con il cane che ha paura delle auto per strada? Semplice! Esse sono percepite come delle estranee o delle nemiche di grandi dimensioni che non possono essere controllate. Cosa impaurisce delle auto? Il rombo de motore; il suono del clacson; la velocità con cui sfrecciano sulla strada: tutti aspetti che il cane percepisce come “terrorizzanti”. Esse, nell’immaginario del cane, diventano quasi dei possibili predatori pronti ad attaccare;
  • educazione mal riuscita o assente: l’educazione fin dalla tenera età è determinante per ogni aspetto della vita futura di Fido. Se noi non ci dovessimo preoccupare di abituare Bau alle auto fin da piccolo, potremmo ritrovarci di fronte ad un rifiuto totale, se non una vera e propria fobia, di tali “veicoli” considerati come dei “nemici”. Meglio prevenire, che curare;
  • socializzazione: anche questo aspetto rientra nell’ambito dell’educazione. La paura, molte volte, deriva da ciò che non si conosce. L’interazione e la socializzazione non devono essere intese soltanto come un rapporto con persone o altri animali: è fondamentale aiutare Bau ad interagire anche con l’ambiente circostante! Prendere confidenza con ogni tipo di situazione è un punto di partenza ottimale per evitare lo sviluppo di ossessioni o fobie;
  • manifestazioni di ansia e fobie generalizzate: il cane ha paura delle auto in strada? Stiamo tranquilli! Questa potrebbe non essere l’unica paura che percepisce, anzi! Solitamente, Fido è soggetto a moltissime ansie, derivate sia dal fatto che non è abituato a determinate cose, sia dal fatto che ci mette un po’ per adattarsi ad ogni situazione, rumore, evento. Le macchine, il traffico, il caos della strada creano confusione! L’importante, in tutto ciò, è scoprire come affrontare, insieme a lui, ogni timore.

Soluzione allo spavento: scopriamo come tranquillizzarlo

cane interessato a qualcosa

Il cane ha paura delle auto in strada e non riesce a gestire questa ansia? Sicuramente, c’è un aspetto da sottolineare: Fido deve imparare a percepire il pericolo che la strada può rappresentare per lui. Tuttavia, questo non deve diventare una fobia o un’ossessione. Trovare l’equilibrio giusto è sempre la soluzione migliore.

Prima di tutto, per aiutarlo a superare questo timore, dovremmo farlo abituare gradualmente e fin da piccolo alle dinamiche del traffico. Però, dobbiamo fare attenzione! La strada è un luogo da frequentare necessariamente, ma deve essere affrontato con la giusta cognizione.

Fido deve essere rassicurato ed educato affinché l’asfalto diventi gestibile. Dobbiamo rassicurarlo e fargli capire che, con le dovute accortezze, la strada, le auto, il traffico sono soltanto una parte dell’ambiente circostante. Imparare ad affrontare tutto questo nel modo corretto e senza ansie è l’elemento essenziale per stare al mondo senza difficoltà.

Come agire in modo preventivo?

cane dal musetto dolce

Come facciamo a prevenire una tale paura? Oppure, come facciamo a gestirla, qualora si dovesse presentare? Sicuramente, capire il motivo scatenante, se possibile, è il primo traguardo da raggiungere.

E come portiamo a spasso Fido terrorizzato dalle auto? Ecco perché è così importante il guinzaglio! Molti lo vedono solo come un mezzo di controllo: in realtà, moto spesso serve per tenere Bau al sicuro e non metterlo in pericolo.

Invece, come potremmo viaggiare in auto, se il nostro cagnolino è terrorizzato anche dalla nostra macchina? Sicuramente, dovremmo abituarlo gradualmente. Coccole, snack, carezze e presenza sono degli spunti interessanti. Inoltre, potremmo pensare a creare un ambiente favorevole e familiare, in cui lui possa sentirsi a proprio agio.

Oltre a ciò, se la situazione dovesse degenerare e Fido si dovesse agitare troppo in macchina (ricordiamo il trasportino o quanto serve per il viaggio!), specialmente in mezzo al traffico, valutiamo di fermarci e fargli prendere un po’ d’aria.

Solo dopo che si sarà calmato, riprenderemo il viaggio con tutte le accortezze necessarie. Sicuramente, dovremmo cominciare con tratte brevi e poco trafficate, per poi arrivare al livello successivo di caos su strada. Piano piano, noteremo che Fido comincerà a percepire le auto come qualcosa di familiare, di cui non deve aver paura.

Un po’ addestramento precoce, di giusta educazione e di pazienza e polso faranno davvero al caso nostro! Bau, al termine di questo percorso di formazione o di “recupero e riabilitazione” a seguito di traumi o cattive abitudini, sarà contento (o, al massimo, tranquillo) di salire in macchina con noi o di passeggiare sul ciglio della carreggiata.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati