Dalmata

Dalmata
esemplare di dalmata su prato

Esemplare di Dalmata

Dati generali
Etimologia Dalla Dalmazia, dove si ritiene che siano nati.
Genitori Antichi segugi slavi e croati
Presente in natura No
Longevità 10-13 anni
Impieghi Cane segugio, cane da compagnia, cane da caccia e da riporto
Taglia Media

I Dalmata sono cani d’origine antichissima, nati nelle zone della ex Jugoslavia e famosi per il manto a macchie scure.

Il nome della razza si pensa sia dovuto infatti alla Dalmazia il cui simbolo è un leopardo accomunato al Dalmata per via del pelo maculato.

La razza dei Dalmata è riconosciuta dalla FCI, la federazione internazionale delle associazioni di allevatori canini, ed è inserita nel gruppo 6, cioè dei segugi e cani per pista di sangue.

Scheda informativa del Dalmata
Anallergico No
Per bambini Sì, ama giocare con loro ma va rispettato il suo ritmo
Per anziani No, per il bisogno di esercizio
Con altri cani Socievole se cresciuto con gli altri cani
Con gatti Consigliato il rapporto solo se cresciuti insieme
Rumoroso Abbaia molto quando si annoia
Sport Deve necessariamente sfogare la sua energia tramite esercizio e corsa per evitare di diventare distruttivo

ORIGINI STORICHE DELLA RAZZA

Secondo alcune fonti, il Dalmata sarebbe arrivato nei territori della ex Jugoslavia, l’attuale Croazia, durante le invasioni slave.

Alcuni sostengono che questa razza discenda dall’alano arlecchino ma secondo altre teorie nascerebbe dall’incrocio tra il bracco del Bengala, ormai estinto, e il terrier o il pointer inglese.

Le origini del Dalmata comunque non sono certe in quanto sono storicamente legate alle tribù nomadi che attraversavano l’Europa e che quindi non avevano una fissa dimora.

Da fonti scritte e pittoriche emerge però che i Dalmata erano utilizzati principalmente, tra il XVII e il XIX secolo, come cani da caccia, cani pastore e cani da soma e durante le guerre balcaniche, nel 1912-13, come cani staffetta per portare velocemente e con una certa sicurezza i messaggi in trincea.

Ben presto il Dalmata si è diffuso anche tra i nobili inglesi affascinati dal manto maculato che caratterizza la razza, dal suo corpo longilineo e dalla sua andatura elegante.

PREZZO

Il prezzo di un esemplare di Dalmata proveniente da un allevamento certificato può oscillare fra i 700 e gli 800 euro.

CARATTERE

I Dalmata hanno un carattere solitamente mansueto ma altrettanto imprevedibile tanto da diventare spesso aggressivi.

Quest’aspetto può essere generato dalla sua indole possessiva e protettiva nei confronti del suo padrone e della sua famiglia verso i quali nutre un profondo attaccamento.

Gli esemplari di questa razza infatti tendono a soffrire di ansia da separazione e depressione se lasciati a lungo soli e richiedono costanti attenzioni che ricambiano con assoluta devozione e inossidabile fedeltà.

Possono inoltre diventare molto irrequieti se non adeguatamente stimolati. La soluzione migliore dunque è quella di offrire almeno una passeggiata giornaliera per evitare che, soprattutto in appartamento, manifesti il suo aspetto più distruttivo.

Inoltre si tratta di cani che inizialmente possono apparire diffidenti e distaccati nei confronti degli estranei ma, dopo non molto tempo, sono capaci di manifestare tutta la loro allegria e tutto il loro affetto.

Nonostante il loro aspetto elegante e, per certi versi superbo, i Dalmata sono cani molto gioiosi ed energici, vivaci e giocherelloni.

Adorano infatti ogni tipo attività all’aperto che sia correre, inseguire una palla e uno frisbee e divertirsi anche con i bambini.

I Dalmata si può dire che siano tra le razze perfette per i più piccoli: baby sitter e compagni di gioco assicurati. I rappresentanti di questa razza non solo vanno d’accordo con altre persone ma anche con altri animali.

ADDESTRAMENTO

Il Dalmata è un cane lunatico e imprevedibile e non facile da addestrare. Motivo per cui è necessario impartire regole e comandi in maniera ferma e decisa fin da cucciolo.

L’addestramento del Dalmata inoltre deve essere costante e ben strutturato e in questo caso è fondamentale affidarsi a un professionista evitando di procedere in autonomia.

Per favorire inoltre rapporti positivi con altre persone e con altri animali può essere utile fare in modo che i Dalmata fin da cuccioli socializzino con l’ambiente esterno.

CARATTERISTICHE FISICHE

I Dalmata sono cani di taglia medio-grande con un’aspettativa di vita di circa 11-12 anni.

Zampe

Le zampe dei Dalmata sono lunghe e affusolate ma molto muscolose e agili.

Corpo

Il corpo si presenta longilineo ma robusto e aerodinamico che gli permette veloci e lunghi spostamenti. Il torace è molto ampio ma non troppo profondo.

Peso e altezza

I Dalmata raggiungono un’altezza di circa 56-61 centimetri negli esemplari maschi e di circa 54-59 centimetri per le femmine. Il peso raggiunto dal maschio invece va dai 27 ai 32 chili, per la femmina scende leggermente 24-29 chilogrammi.

Testa

La testa dei Dalmata è lunga ma con un cranio piatto e ampio. Il muso è anch’esso lungo che termina con un tartufo nero nei cani con macchie nere, e marroni nei cani a macchie marroni.

Gli occhi dei Dalmata sono di media grandezza, rotondi e molto distanziati tra di loro. Le orecchie sono di media grandezza e leggermente pendenti verso la testa. Il collo infine è lungo e leggermente arcuato.

Coda

La coda presenta una base robusta e si assottiglia verso la fine. Inoltre si presenta dritta con una leggera curvatura verso l’alto e preferibilmente a macchie.

Pelo

Il pelo del Dalmata è corto, liscio, fitto e lucente ma anche molto morbido al tatto.

Colori

La caratteristica principale dei Dalmata sono le macchie che possono essere nere o marroni, tondeggianti e accuratamente delineate e di un diametro di circa 2-3 centimetri.

Il colore di base invece è sempre il bianco.

CUCCIOLI

I cuccioli di Dalmata hanno una particolarità: nascono infatti completamente bianchi e senza macchie che compariranno con il passare del tempo, nella fase iniziale di piccole dimensioni per aumentare di diametro nei mesi successivi.

I Dalmata fin da cuccioli sono esuberanti e vivaci e richiedono dunque un controllo e un addestramento immediato per evitare che sviluppino un’indole distruttiva.

I piccoli Dalmata inoltre devono essere abituati da subito alla pulizia di orecchie, denti e unghie per facilitare la toelettatura anche nei mesi successivi.

SALUTE

Sono diverse le malattie, soprattutto ereditarie, a cui i Dalmata possono andare incontro.

Gli esemplari di questa razza sono solitamente sani ma è bene sapere fin dall’inizio a quali patologie possono essere soggetti.

I Dalmata possono soffrire di sordità ereditaria in quanto sono cani che nascono con le orecchie chiuse e che dovrebbero aprirsi intorno ai 12-16 giorni di vita.

Questo però potrebbe non accadere provocando un deterioramento permanente all’udito del cane. In questi casi è sempre consigliabile fare un test affidabile per capire l’eventuale presenza della malattia.

L’apparato urinario dei Dalmata è molto sensibile alla formazione di calcoli. L’urina di questa razza contiene infatti acido urico e non urea o allantoina cosa che provoca la formazione di piccoli granellini.

La razza Dalmata inoltre è particolarmente soggetta ad allergie alimentari ma anche ad allergie cutanee, inalanti e infine anche ad allergie da contatto provocate da pulci o da shampoo troppo aggressivi.

Tra le razze a soffrire di displasia dell’anca si inserisce anche il Dalmata. Ma questi cani possono soffrire anche di displasia dello sfintere dell’iride, un disturbo oculare ereditario che può causare sensibilità alla luce intensa, scarsa visione notturna, cecità parziale o totale e cataratta.

Indicazioni sull’alimentazione

Per fare in modo che il Dalmata mantenga la sua fisicità longilinea bisogna sempre ricordare di somministrare una dieta equilibrata e bilanciata a base di cibo sempre di buona qualità.

La quantità giornaliera consigliata per un Dalmata di peso medio è di circa 400/500 grammi a cui è possibile un 10% di cibo umido.

La scelta della tipologia di crocchette e di alimenti deve sempre essere sottoposta al consiglio di un veterinario.

Toelettatura

Il pelo del Dalmata si mantiene sempre pulito, non si sporca facilmente e non tende a emettere forti odori. Per questo motivo gli esemplari di questa razza non hanno bisogno di bagni frequenti, circa 3-4 volte all’anno.

Ogni settimana però è necessario pettinare il mantello con una spazzola in gomma per rimuovere i peli in eccesso.

I denti devono essere lavati almeno due o tre volte alla settimana per rimuovere eventuali formazioni di tartaro.

Sono le unghie e le orecchie dei Dalmata invece che richiedono qualche attenzione in più. Le unghie infatti devono essere tagliate per due/tre volte al mese per fare in modo che non si rompano bruscamente.

Le orecchie invece devono essere controllate settimanalmente per verificare la presenza di arrossamento o cattivo odore, che possono indicare un’infezione.

ALLEVAMENTI

Per le numerose malattie a cui sono soggetti per fattori ereditari, l’acquisto di un Dalmata deve essere fatto in un allevamento certificato che possa fornire uno storico genealogico dell’esemplare.

Ricordate dunque di affidarvi sempre a un professionista che sappia anche mostrarvi la documentazione adeguata sullo stato di salute dei genitori del cucciolo che state per acquistare.

È UN CANE D’APPARTAMENTO?

Come abbiamo accennato, i Dalmata sono cani energici, vivaci e molto attivi ma se lasciati soli o se non adeguatamente stimolati con passeggiate e movimento rischiano di adottare un atteggiamento distruttivo.

I Dalmata dunque possono vivere in appartamento ma bisogna valutare, prima di acquistarlo, questa sua necessità.

Detto ciò, un’abitazione con uno spazio aperto sarebbe l’ideale ma nel caso abitaste in appartamento dovrete ricordare di assicurargli sempre una passeggiata giornaliera.

CURIOSITÀ

I Dalmata si sono diffusi e sono conosciuti davvero da chiunque intanto perché dal 1800 divennero il simbolo dei pompieri, in quanto utilizzati per guidare i carri trainati dai cavalli.

Ma è con l’uscita nel 1961 del film della Disney “La carica dei 101” che la razza dei Dalmata si è fatta conoscere al grande pubblico raggiungendo generazioni e generazioni di appassionati.

Bisogna infine ricordare che i Dalmata non nascono già con le macchie ma queste compaiono durante la crescita.

Classificazione FCI – n. 153
Gruppo 6 Segugi e cani per pista di sangue
Sezione 3 Razze affini
Standard n. 153 del 14/04/1999 (en fr)
Nome originale Dalmata
Tipo Compagnia, famiglia, adatto a vari tipi di addestramento
Origine Croazia

Dalmata, quanti cuccioli possono avere questi cani?

dalmata sguardo dolce

Quanti cuccioli possono avere i Dalmata? Qual è il parto ideale per questo splendido e famosissimo esemplare? Ecco dei dettagli.

10 razze di cani che vanno d’accordo con il Dalmata

dalmata lingua di fuori

Quali sono le razze di cani che vanno d'accordo con il Dalmata? Prima di tutto, scopriamo qualcosa su questo cagnolone famosissimo!