Direne per cani: cosa sapere su questo integratore per i quattrozampe

Direne è un integratore alimentare per cani in compresse che si usa quando Fido soffre di insufficienza renale. Ecco tutto quello che c'è da sapere

cane di colore marrone

Direne è un integratore per cani che si usa per contrastare l’insufficienza renale. Si tratta di un alimento complementare, quindi fa da supporto alla terapia farmacologica e a quella alimentare prescritte dal veterinario. Direne per cani è naturale al cento per cento e  contiene principi attivi che non producono effetti indesiderati sui nostri amici a quattro zampe.

Direne per cani: com’è fatto e come si usa?

Direne per cani: cosa sapere su questo integratore per i quattrozampe

Il Direne è un complemento alimentare indicato per i cani che soffrono di problemi ai reni. In particolare serve quando Fido è affetto da insufficienza renale e sta seguendo delle terapie specifiche. Ciò significa che Direne non è di per sé un farmaco e va usato soltanto in eventuale aggiunta al trattamento vero e proprio. Non cura l’insufficienza renale ma è utile per contrastarla. Contiene sostanze antinfiammatorie molto potenti e del tutto naturali che non hanno alcun effetto collaterale su Fido.

Direne si può usare anche per i gatti, si trova nelle farmacie e nei negozi specializzati in prodotti per animali. Si vende in confezioni da 32 compresse ognuna delle quali contiene una precisa concentrazione di prodotti naturali, vitamine, provitamine e microrganismi che contribuiscono alla salute di Fido. La dose consigliata è di una compressa ogni 10 kg di peso corporeo una volta al giorno, per almeno 4 mesi.

Cosa c’è all’interno delle compresse?

Questo integratore contiene al suo interno diverse sostanze naturali, prima di tutto un fungo chiamato Ganoderma Lucidum, utile per ridurre l’infiammazione dei reni. C’è anche la curcuma, che per noi è una gustosa spezia ma in realtà molto efficace per contrastare i processi infiammatori all’interno dell’organismo. Direne per gatti contiene anche altre sostanze naturali davvero prodigiose, come l’astragalo (Astragalus membranaceus), una pianta erbacea che da sempre viene impiegata nella medicina tradizionale cinese e che ha proprietà immunostimolanti e diuretiche.

Poi ci sono la quercetina che ha effetto antinfiammatorio, antiossidante e protegge Fido dai radicali liberi e il chitosano, ovvero un polimero della D-glucosammina che ingloba il fosforo. Inoltre Direne per cani contiene yucca, che migliora l’assorbimento delle proteine, il mirtillo rosso, che è ricco di flavonoidi, antiossidante e previene le infiammazioni delle vie urinarie. Infine troviamo anche la betulla, con un potente effetto depurativo.

Quando si usa questo integratore?

Direne per cani: cosa sapere su questo integratore per i quattrozampe

Essendo un integratore alimentare completamente naturale, Direne per cani ha il vantaggio di non produrre effetti indesiderati sul cane che soffre di malattie ai reni. Quando Fido ha l’insufficienza renale o un altro problema renale naturalmente è un animale che soffre, perciò dobbiamo fare moltissima attenzione a cosa gli somministriamo. Ha bisogno di cure e medicine specifiche, non possiamo rischiare di peggiorare la situazione! Direne per cani si può somministrare anche in caso di rene policistico, calcoli renali, ischemia renale, tumori, malattie immunomediate e perfino diabete.

Anche se si tratta di un integratore senza particolari controindicazioni dobbiamo sempre seguire le indicazioni del veterinario e mai fare di testa nostra. Soltanto il veterinario che segue le cure del nostro Fido può decidere cosa somministrargli. Ogni cane è un caso a sé e di volta in volta deve valutare la terapia migliore per le sue esigenze. Quel che è certo, però, è che non dobbiamo mai superare la dose consigliata di Direne per cani e che lo dobbiamo dare al cane soltanto una volta al giorno. Prima di dare le compresse a cagnoline in gravidanza o allattamento è meglio consultare il veterinario.

Insufficienza renale nei cani: cosa sapere

Direne per cani: cosa sapere su questo integratore per i quattrozampe

I problemi ai reni non sono troppo frequenti nei nostri amici a quattro zampe ma soprattutto con l’avanzare dell’età potrebbero colpire Fido. I cani possono sviluppare due tipi di insufficienza renale, quella acuta e quella cronica. In ogni caso questa malattia compromette la funzionalità dei reni.

I reni sono fondamentali per l’intero organismo di Fido perché hanno il compito di filtrare le sostanze di scarto presenti nel sangue, che il cane poi espelle tramite la pipì. Inoltre servono a regolare la quantità di minerali nell’organismo e a produrre ormoni di fondamentale importanza e regolano l’equilibrio idrico e salino, oltre al metabolismo della vitamina D.

Quando Fido ha l’insufficienza renale acuta la diagnosi è più facile da effettuare perché il veterinario si accorge subito che i reni si bloccano. Possiamo osservare noi stessi in casa che Fido non riesce più a fare la pipì e che prova anche dolore mentre cerca di espellerla. L’insufficienza renale cronica è un po’ diversa e decisamente più pericolosa. La malattia in questo caso progredisce nel tempo e lentamente, senza manifestare inizialmente particolari sintomi. Così mentre pensiamo che Fido stia bene in realtà sta pian piano sviluppando dei problemi, come calcoli e persino tumori. Comunque in entrambi i casi l’insufficienza renale ha tra le cause principali la scorretta alimentazione, quindi l’ingestione di sostanze tossiche o il consumo eccessivo di farmaci. E, in ultimo, anche il naturale invecchiamento e deterioramento dei reni che aumenta con l’avanzare dell’età.

Prevenzione e cura di Fido

La salute dei nostri amici a quattro è fondamentale e dobbiamo fare tutto ciò che è in nostro potere per prendercene cura al meglio. Direne per gatti non funziona come una “bacchetta magica” ma è utilissimo per il cane che soffre di problemi ai reni e lo aiuta a stare meglio. Da padroncini abbiamo una grande responsabilità ma con l’aiuto del veterinario possiamo garantire al nostro Fido una vita dignitosa, superando la malattia nel modo meno doloroso possibile.

La prevenzione in tal senso gioca un ruolo fondamentale, ancor prima che compaiano sintomi più gravi o disturbi specifici. Con l’avanzare dell’età dobbiamo garantire al cane controlli periodici frequenti, anche ogni sei mesi, in modo che il veterinario possa monitorare le sue condizioni di salute. Tra esami del sangue e delle urine, il medico in questo modo potrà accorgersi del minimo cambiamento e di un eventuale malfunzionamento.

Per prevenire i problemi ai reni nei nostri quattrozampe dobbiamo curare attentamente la loro alimentazione, dalla quale spesso i reni sono danneggiati. Fido deve mangiare cibi sani e adatti alle sue esigenze, se soffre di insufficienza renale o è predisposto a malattie dei reni dobbiamo scegliere quelli specifici. Sono alimenti con basso contenuto di proteine e che stimolino l’ingestione dell’acqua. Quando Fido soffre di insufficienza renale è fondamentale che beva tanto in modo da eliminare più facilmente le scorie accumulate nell’organismo.