Infezione ossea nel cane: tutto quello che bisogna sapere

L'osteomielite è un'infezione ossea nel cane causata da ferite contaminate, fratture o infezioni fungine. Ecco come si cura

L’osteomielite è un’infezione ossea nel cane che colpisce le ossa oppure il midollo e deriva da un’infezione batterica o fungina.

Questa infiammazione si può presentare in forma acuta o cronica e in genere si diffonde da altre aree del corpo tramite il flusso sanguigno.

Può essere causata anche da una contaminazione delle ossa o del midollo a partire da una ferita o una frattura.

Sintomi

I sintomi dell’osteomielite variano a seconda della posizione dell’infezione. I primi sintomi in genere includono:

  • Dolore
  • Gonfiore
  • Febbre alta
  • Depressione
  • Letargia

Se un arto è colpito dall’infezione il cane può mostrare segni di zoppia o incapacità di movimento.

cane depresso

Quando l’infezione ossea nel cane si aggrava possono insorgere altri sintomi come perdita di tono muscolare e fuoriuscita di pus.

Cause

L’osteomielite o infezione ossea nel cane è causata da un’infezione batterica o fungina che permea l’osso a partire da un’altra parte del corpo.

Un’infezione batterica può essere causata da qualsiasi batterio patogeno ed è più comunemente la conseguenza di un intervento chirurgico o della contaminazione di una ferita.

cura della zampa del cane

Perciò è fondamentale prestare attenzione sia durante che dopo un qualsiasi intervento chirurgico per scongiurare l’eventualità di un’infezione.

Le infezioni fungine, invece, variano a seconda dell’area geografica in cui vive il cane e in genere vengono trasportate all’osso da un’altra parte del corpo.

Ecco le cause specifiche di un’infezione ossea nel cane:

  • Traumi
  • Fratture
  • Post-intervento
  • Impianto protesico articolare
  • Ferite aperte
  • Morsi
  • Infezioni sistemiche

In presenza di queste cause dobbiamo immediatamente portare Fido dal veterinario per procedere immediatamente con il trattamento più adeguato.

Diagnosi

Se il veterinario sospetta che il cane abbia un’osteomielite deve fare tutti gli esami necessari, prima di tutto le analisi del sangue e delle urine.

valutazione lastra del cane

La prova che conferma la presenza di un’infezione ossea nel cane si può avere con esami più specifici come emocolture e biopsia ossea.

Ulteriori test che possono contribuire a una corretta diagnosi dell’osteomielite sono le radiografie, che ci aiutano a individuare il punto esatto dell’infezione.

In presenza di pus è bene prelevarne un campione per identificare l’origine dell’infezione ossea nel cane e le migliori opzioni di trattamento.

Trattamento

L’osteomielite può richiedere diverse fasi di trattamento che variano a seconda dell’entità dell’infezione.

Esistono due opzioni principali di trattamento ed entrambe richiedono la pulizia della ferita e il drenaggio del pus nell’area infetta.

calcio alto nel sangue nel cane

Se l’infezione ossea nel cane è conseguenza di una frattura, l’osso dovrà essere stabilizzato e potrebbe anche essere necessario l’intervento chirurgico per rimuoverne i frammenti.

Il trattamento medico prevede la somministrazione di un ciclo di antibiotici per via orale o per iniezione, per un lungo periodo di tempo.

Nel caso di un’infezione ossea causata dalla presenza di funghi il veterinario può prescrivere anche dei farmaci antifungini.

cane fasciato

A seconda dell’entità dell’infezione il veterinario può optare per il trattamento chirurgico, per drenare l’area interessata.

Se la frattura è molto grave può, inoltre, inserire piastre, perni o viti per stabilizzare l’osso.

Nei casi più gravi, purtroppo, per evitare che l’infezione si diffonda al resto dell’organismo è necessario ricorrere all’amputazione dell’arto.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati