Osteopatia craniomandibolare nel cane: cause, sintomi e diagnosi

L'osteopatia craniomandibolare nel cane, si presenta già dalla tenera età. Nelle forme più gravi e avanzate richiede l'intervento chirurgico.

osteopatia craniomandibolare nel cane

Alcune patologie di Fido, possono presentarsi già dalla nascita, come quelle ossee. Un esempio ne è l’osteopatia craniomandibolare nel cane.

Se in forma avanzata e degenerata, richiede l’intervento chirurgico. Le cause sembrano essere genetiche, quindi non esiste un piano di prevenzione. Scopriamo qualcosa in più su questa patologia.

Cosa è

La bocca di un cane è costituita principalmente da due ossa, la mandibola e la mascella. Queste due ossa si uniscono in un’articolazione chiamata articolazione temporo-mandibolare (anche identificata come ATM).

L’ATM è il giunto che consente alla mascella di aprirsi e chiudersi. I cani usano i muscoli delle guance per muovere l’ATM per aprire e chiudere la bocca.

Osteopatia craniomandibolare nel cane: cause, sintomi e diagnosi

L’osteopatia craniomandibolare è una condizione in base alla quale si formano ossa extra lungo la mandibola e l’ATM, rendendo doloroso e difficile per il cane affetto aprire la bocca e mangiare.

I segni di solito sono presenti nei cuccioli di età compresa tra i quattro e gli otto mesi, ed è più frequente in alcune razze di cani che in altri.

Cause

In alcune razze, la causa sembra essere genetica.

Osteopatia craniomandibolare nel cane: cause, sintomi e diagnosi

Sintomi

Tra i sintomi più comuni riscontrati in caso di osteopatia craniomandibolare nel cane, troviamo sicuramente:

Osteopatia craniomandibolare nel cane: cause, sintomi e diagnosi

  • Dolore quando si apre la bocca
  • Difficoltà ad aprire la bocca
  • Difficoltà a raccogliere cibo
  • Difficoltà a masticare e concomitante perdita di appetito
  • Il dolore e la difficoltà a mangiare peggiorano con il tempo
  • Febbre
  • Occhi che sembrano sporgere
  • Gonfiore nella mascella
  • Eccessiva sbavatura

Diagnosi

Prima di tutto, il veterinario effettuerà una visita alla bocca del cane. Verificherà la condizione delle articolazioni di Fido e l’eventuale mancanza di muscolatura. Sicuramente, il cane sentirà fastidio all’apertura della bocca.

Poi, verrà condotto un profilo ematico completo, incluso un profilo ematico chimico, un emocromo completo e livelli di biochimica. Questi esami saranno usati per identificare se ci sono anomalie nelle ossa del cane.

Osteopatia craniomandibolare nel cane: cause, sintomi e diagnosi

Ulteriori esami del sangue possono aiutare a escludere o verificare la presenza di funghi o altri tipi di infezione. Lo strumento diagnostico più preciso per questa condizione saranno le radiografie della testa del cane, che mostreranno una crescita ossea anormale.

In alcuni casi, in base a tutti i risultati degli esami effettuati, il veterinario potrebbe anche voler prelevare un campione di osso per assicurarsi che i sintomi del cane non siano causati da un tumore o infezione ossea.

Trattamento

Il trattamento con farmaci antinfiammatori per il gonfiore, insieme agli antidolorifici, contribuirà a ridurre al minimo i sintomi del cane ma non effettuerà una cura immediata.

Osteopatia craniomandibolare nel cane: cause, sintomi e diagnosi

In alcuni casi, la chirurgia può essere utilizzata. Potrebbe essere necessario alimentare il cane con un alimento liquido durante il processo di trattamento, come una zuppa o un liquido ad alto contenuto calorico se ha difficoltà a mangiare cibo normale.

Prodotti Consigliati dal nostro Team: