Come addestrare un cane ad accettare una cuccia tutta nuova

Addestrare un cane ad accettare una cuccia può essere difficile, ma non impossibile! Ecco come fare in pochi e semplici passaggi

beagle nella sua cuccia

Quando adottiamo un cucciolo dobbiamo badare a molte cose e il primo passo è introdurlo in un ambiente nuovo con oggetti, suoni e odori che non conosce. Tra le prime cose da fare c’è addestrare un cane ad accettare una cuccia, punto cruciale per la buona convivenza in casa.

La cuccia non è semplicemente il posto in cui Fido schiaccia i suoi pisolini ma un vero e proprio rifugio, un punto di riferimento che diventa cardine per la sua vita domestica.

Generalmente la cuccia viene posizionata all’aperto quando abbiamo un bel giardino o un cortile e di norma si utilizza per cani di taglia grande, o che con il tempo diventeranno tali.

Le cucce non sono tutte uguali ma per tutte valgono le stesse regole: posizionarle nel punto giusto, essere delle giuste dimensioni e realizzate con i giusti materiali.

La cuccia di Fido deve essere calda e confortevole, donargli un senso di protezione e, in senso strettamente fisico, salvaguardarlo dal freddo dei mesi invernali.

Insomma, addestrare un cane ad accettare una cuccia è utile soprattutto al cane stesso, oltre che naturalmente a noi per evitare spiacevoli comportamenti in casa.

Scegliere la cuccia perfetta per Fido

Come addestrare un cane ad accettare una cuccia tutta nuova

Per addestrare un cane ad accettare una cuccia dobbiamo assicurarci che sia quella perfetta per le sue esigenze.

La cuccia non dovrebbe mai essere troppo grande rispetto alle dimensioni del cane né troppo piccola.

Deve avere la possibilità di muoversi tranquillamente al suo interno e riuscire sia a distendersi che a stare in piedi senza alcun problema.

Non dimentichiamo l’importanza dei materiali con cui è costruita che devono essere sicuri per il nostro cane, senza vernici o sostanze che possano in alcun modo arrecargli danno.

E poi la cuccia deve essere confortevole, calda e con una base morbida che consenta al cane di fare dei riposini con la R maiuscola.

Se vogliamo addestrare un cane ad accettare una cuccia dobbiamo prima di tutto metterci nei suoi panni: chi vorrebbe mai dormire in un giaciglio scomodo?

Ecco allora che appare chiaro quanto sia importante scegliere la cuccia giusta per Fido. Deve diventare il suo luogo preferito!

Come posizionare al meglio la cuccia del cane

Come addestrare un cane ad accettare una cuccia tutta nuova

Addestrare e abituare un cane a una cuccia significa anche rendere l’approccio ad essa tranquillo e assolutamente non traumatico.

Se ad esempio abbiamo adottato un cucciolo da un canile dobbiamo capire che i traumi e le esperienze vissute potrebbero influenzare il suo comportamento.

Il vissuto di Fido spesso è la chiave per comprendere il suo rifiuto o atteggiamenti che potrebbero apparire del tutto inspiegabili.

Di solito un cane non accetta la cuccia per problemi “logistici” che in qualche modo influenzano la sua percezione della casetta.

Posizionando la cuccia in un luogo isolato e troppo lontano dall’ambiente familiare potremmo ottenere una reazione negativa.

Per il cane o il cucciolo, a seconda dei casi, potrebbe essere un segno di trascuratezza e generare uno stato di ansia che gli impedirebbe di accettare il suo nuovo giaciglio.

Non dimentichiamo che anche Fido può soffrire di ansia da separazione, una condizione che con il tempo può avere risvolti patologici difficili da gestire.

La cuccia andrebbe posizionata in un luogo esterno, certamente, ma comunque vicino all’ingresso dell’abitazione in modo che il cane possa averci sempre sott’occhio.

Allo stesso modo non dovrebbe mai essere in un punto troppo centrale del cortile o del giardino. Non dimentichiamo che Fido deve dormirci e non può essere continuamente disturbato da passi e rumori di ogni sorta.

Addestrare un cane ad accettare una cuccia: renderla accogliente

Come addestrare un cane ad accettare una cuccia tutta nuova

Gli errori che spesso commettiamo nei confronti del nostro cane sono del tutto innocenti, lo sappiamo, ma possono rendere difficile anche le più semplici pratiche di convivenza.

Addestrare un cane ad accettare una cuccia nuova talvolta ci viene complicato dal fatto che Fido non la trova accogliente.

Sembra una banalità, ma non lo è affatto. La cuccia è il luogo deputato ai sonnellini e alla protezione del cane, il piccolo tempio in cui trascorrere in tutta tranquillità i suoi momenti di privacy.

Così se la cuccia non è calda e accogliente è naturale che il cane non voglia entrarci dentro e sia sempre più restio quando cerchiamo di introdurvelo.

Per sistemare la cuccia dobbiamo scegliere gli accessori giusti tenendo conto della temperatura esterna.

In inverno il cane avrà sicuramente bisogno di più calore, specialmente se l’esemplare è a pelo corto e quindi meno protetto di altri.

Perciò mettiamo all’interno della cuccia una bella coperta calda oppure degli indumenti di lana che non utilizziamo più.

Gli indumenti sono una buona opzione perché da un lato tengono Fido al caldo e dall’altro lo rassicurano con il nostro odore.

Come addestrare un cane ad accettare una cuccia

Scelta la cuccia giusta e sistemata in modo confortevole e nel punto giusto, non ci resta che capire come addestrare il cane ad accettarla e utilizzarla senza problemi.

Un primo, piccolo ma importante passo è posizionarvi accanto le ciotole dell’acqua e della pappa.

Due accessori essenziali per ciascun cane e che lo fanno sentire sicuramente a suo agio, oltre che invogliarlo a trascorrere del tempo nei pressi della sua nuova casetta.

Un passo per volta, il secondo step prende le mosse da noi: dobbiamo osservare attentamente il comportamento di Fido e capire perché non voglia utilizzare la cuccia.

Nella maggior parte dei casi noteremo che il cane ha scelto un altro posto in cui rannicchiarsi che preferisce alla cuccia nonostante sia lontano dalle ciotole o privo di qualsiasi comfort.

Quel che dobbiamo fare, allora, è addestrare il cane ad accettare la presenza della sua cuccia con qualche piccolo trucchetto.

Primo step

Come addestrare un cane ad accettare una cuccia tutta nuova

Per prima cosa iniziamo ad abituare il cane alla presenza della cuccia mediante il gioco mettendoci proprio di fianco alla casetta con i suoi giochi preferiti.

Bastano una pallina o un peluche per raggiungere il nostro scopo in modo semplice: giochiamoci con Fido prima nei pressi della cuccia, poi sempre più vicino.

E, infine, tra un gioco e l’altro lanciamo i giocattoli proprio al suo interno in modo che il cane vi entri per riacciuffarli e riportarceli.

Il gioco è sempre un ottimo metodo per educare il cane con un approccio ludico ma al contempo istruttivo.

In questo modo insegniamo a Fido tante cose importanti ma facendolo divertire un mondo!

Secondo step

Se, nonostante i giochi, il cane continua a rifiutarsi di usare la sua cuccia preferendo un altro punto del giardino dobbiamo passare al “contrattacco”.

Badate bene, non dobbiamo mai e poi mai costringerlo ad entrarci né tanto meno rinchiuderlo al suo interno.

Immaginate che trauma potrebbe essere per il cane vedersi rinchiuso dal proprio padrone in una casetta che diventa una prigione. Non fatelo mai!

Piuttosto spostiamo la casetta nel punto esatto in cui Fido adora tanto schiacciare i suoi pisolini snobbando la cuccia che abbiamo scelto con tanto amore.

A poco a poco, senza che se ne accorga, spostiamola a piccoli passi fino a portarla nel luogo che avevamo scelto noi sin dall’inizio.

In questo modo il cane dovrebbe abituarsi a usarla senza neanche rendersi conto che lo abbiamo portato esattamente dove volevamo!

Terzo step

Può capitare che pur spostando la cuccia nel suo posto preferito continui a evitarla. In questo caso dobbiamo comportarci in modo un po’ diverso.

Se spostiamo la cuccia nel suo punto preferito ma nonostante tutto non vi entra, continuiamo a spostarla ogni volta nel nuovo punto che il cane sceglie per sonnecchiare.

Ci vorrà un po’ ma, inibendogli di volta in volta l’accesso ai luoghi che sceglie, alla fine si ritroverà “costretto” ad accettare la sua cuccia.