Alaskan Malamute, colori e standard: tutto ciò che c’è da sapere

Dal classico Alaskan Malamute grigio e bianco fino a quello a "unica tinta", scopriamo tutti i colori ammessi dallo standard di razza

L’Alaskan Malamute è un meraviglioso cane dalle origini antichissime, diretto discendente dei lupi nordici e selvatici, dei quali conserva l’aspetto e i colori. Non è un caso che in genere abbia il mantello bianco e grigio, ma c’è molto di più da conoscere su questa razza.

Forte e potente, si tratta di un quattro zampe dalle dimensioni imponenti e dalla muscolatura ben marcata, utilizzato in origine per trainare le slitte e i carichi più pesanti. Insomma è un cane da lavoro a tutti gli effetti, riconosciuto dall’American Kennel Club con uno standard ben preciso che ne delinea le caratteristiche in modo certosino.

Cosa sapere sui colori dell’Alaskan Malamute? È proprio il suo standard a venirci in aiuto per comprendere meglio quanto sia variegato il mondo di questa fantastica e antica razza canina.

Indice

I colori secondo lo standard

alaskan malamute colori standard

Leggendo lo standard di razza dell’Alaskan Malamute salta agli occhi immediatamente una cosa: le sue caratteristiche non sono fisse e variano da esemplare a esemplare. Cosa che potrebbe rendere difficile distinguere un esemplare “purosangue” da uno derivante da incroci di vario tipo.

Lo standard di razza dell’AKC (American Kennel Club), che fornisce una scheda dettagliata per tutte le razze canine ufficialmente riconosciute, ne descrive l’aspetto stilando delle linee guida che in genere vengono seguite per lo più da chi iscrive i cani ai concorsi ufficiali. Per partecipare, in pratica, il cane deve rispondere a caratteristiche specifiche che lo rendano “purosangue” con pedigree annesso.

Per quanto riguarda l’Alaskan Malamute, lo standard descrive un cane dai colori piuttosto variegati. Così recita il documento ufficiale: “I colori abituali vanno dal grigio chiaro attraverso sfumature intermedie al nero, zibellino e sfumature di zibellino al rosso. Le combinazioni di colori sono accettabili in fondi, punte e rifiniture. L’unico colore solido consentito è tutto bianco. Il bianco è sempre il colore predominante sul sottoscocca, parti di gambe, piedi e parte dei segni del viso. Una macchia bianca sulla fronte e/o sul colletto oppure a punto sulla nuca è desiderabile e accettabile. Il Malamute è ammantato e dai colori spezzati che si estendono sul corpo o schizzi irregolari sono indesiderabili”.

Ma vediamo nel dettaglio i colori del mantello di un Alaskan Malamute più conosciuti e apprezzati.

Alaskan Malamute grigio e bianco

alaskan malamute grigio

Nell’Alaskan Malamute grigio e bianco, la combinazione più comune insieme a quella con i colori bianco e nero, i peli di guardia sono grigi e tipicamente più scuri dei cosiddetti Alaskan Malamute “argentati”.  Il sottopelo del cane può essere bianco, crema oppure grigio chiaro. Non sono mai presenti peli di colore rosso mentre potrebbero esserci dei peli neri qua e là, in genere sulla schiena, ma talmente rari da non essere neanche visibili.

A caratterizzare l’Alaskan Malamute grigio e bianco è un aspetto d’insieme che vira al grigio, ma non solo. Il colore del muso e della testa sono ben distinti, con la caratteristica “maschera”: muso chiaro e testa scura con grandi sopracciglia bianche.

Alaskan Malamute argento e bianco

alaskan malamute colori

L’Alaskan Malamute argento e bianco è una variazione del tipo che abbiamo appena descritto e di fatto spesso è un po’ difficile distinguerli perché sembrano identici a una rapida occhiata. Tuttavia i peli di guardia pigmentati sono significativamente più chiari rispetto al tipo precedente, con il sottopelo bianco a unica tinta.

I colori in questi cuccioli di Malamute non sono evidenti sin da subito, tanto che di solito nascono completamente bianchi e il pelo si scurisce via via col tempo. Anche questo tipo di Alaskan Malamute ha la maschera, ma decisamente più chiara.

Alaskan Malamute rosso e bianco

alaskan malamute rosso

E poi c’è la variante rossa e bianca, un mantello davvero meraviglioso oltre che un po’ più raro rispetto agli altri. L’Alaskan Malamute di questo tipo non ha alcun pelo nero sul corpo e il sottopelo in genere è bianco, anche se può capitare che sia leggermente più scuro (color crema) oppure rossastro.

Tutte le aree pigmentate dell’Alaskan Malamute – compresi naso, labbra e rime degli occhi – sono rosse o marroni, anziché nere, mentre il mantello può avere tantissime sfumature che variano dal rosso mogano chiaro fino alle tonalità più scure.

Alaskan Malamute bianco e nero

alaskan malamute colori

Anche l’Alaskan Malamute con i colori bianco e nero è meno comune rispetto a quello “classico” grigio e bianco, ma è davvero uno dei più belli. I peli di guardia sono di un nero intenso e anche il sottopelo è molto scuro (dal nero al grigio) e c’è una caratteristica che distingue questo esemplare dagli altri della sua razza: in genere anche le zampe sono scure, rispetto al resto del corpo.

Nell’Alaskan Malamute bianco e nero la maschera è ben marcata, come negli altri tipi riconosciuti dallo standard, con sopracciglia bianche e definite.

Alaskan Malamute zibellino e bianco

alaskan malamute colori

Tra le combinazioni di colori più comuni (e amate) dell’Alaskan Malamute c’è zibellino e bianco, che rende il cane in generale più chiaro rispetto ad altri tipi di esemplari. Diciamo pure che col termine “zibellino” si può dare riferimento a un mix particolare di colori e variazioni. Tanto per fare un esempio, un cane di questa razza con i colori rosso, bianco e nero si può definire Alaskan Malamute “zibellino rosso”.

Per distinguere bene questi cani, comunque, vi basti sapere che le parti più chiare hanno sempre una sfumatura rossastra (quindi parte inferiore, gambe, maschera sul viso), da non confondere con gli Alaskan Malamute rosso e bianco, che le hanno distintamente bianche.

Alaskan Malamute tutto bianco

alaskan malamute bianco

E poi c’è lui, l’Alaskan Malamute completamente bianco, una vera rarità nel mondo di questi fantastici amici a quattro zampe. Descriverli è molto semplice perché, appunto, possiedono soltanto peli bianchi in qualsiasi parte del corpo e non sono ammesse sfumature né altri colori. L’unica variazione possibile è una leggera sfumatura color crema o biscotto attorno agli occhi, ma di fatto il mantello non dovrebbe mai spingersi al di là del color crema.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati