Alaskan Malamute, tutto sul suo carattere e sul temperamento

L'Alaskan Malamute è un cane dal carattere forte ma allo stesso tempo tranquillo, facilmente addestrabile e adatto alla vita in famiglia

cane con gli occhi marroni

Un grande cane con un gran carattere: basterebbero queste parole per descrivere l’Alaskan Malamute, uno dei cosiddetti grandi cani del nord.

Si tratta di una delle razze più longeve attualmente esistenti nonché una delle più forti e resistenti, un cane da lavoro come pochi!

L’Alaskan Malamute è un fedele compagno di vita, obbediente se ben addestrato e adatto alla vita in famiglia.

Ma per descrivere in toto il suo carattere dobbiamo approfondire alcuni aspetti, utili per chi ha intenzione di adottarne un esemplare.

Alaskan Malamute: un cane tranquillo e docile

Uno degli aspetti caratteristici dell’Alaskan Malamute risiede nel fatto che abbia un carattere in genere tranquillo e che ben si adatta alla vita in famiglia.

Del resto si tratta di un’antica razza selezionata sin dalle sue origini per vivere e lavorare insieme agli uomini.

Alaskan Malamute, tutto sul suo carattere e sul temperamento

L’Alaskan Malamute è forte e possente perciò adatto a lavori pesanti come il traino di grossi carichi di merci e oggetti, per mezzo delle slitte.

Nel corso dei secoli ha sviluppato per tale ragione una naturale propensione al contatto con l’uomo, che tuttora resta una delle sue peculiarità.

L’Alaskan Malamute, quindi, può vivere tranquillamente in famiglia a patto però che sia ben addestrato sin da cucciolo.

Non dobbiamo dimenticare che si tratta di un cane che ha ereditato molto del lupo primordiale, anche l’indole indomita e fiera.

Ma è un cane intelligente per cui non è difficile da addestrare, richiede soltanto impegno e dedizione da parte di un padrone autorevole.

Sembra un po’ diffidente (ma non lo è)

Sebbene si tratti di un cane che convive pacificamente con l’uomo spesso l’Alaskan Malamute sembra un cane dal carattere un po’ schivo.

Ha degli atteggiamenti che possono esser confusi per diffidenza nei confronti del padrone o della famiglia, ma l’apparenza come sempre può ingannare.

L’Alaskan Malamute ama la compagnia dell’uomo ma allo stesso tempo ha bisogno dei suoi spazi e della sua indipendenza.

È semplicemente un cane molto discreto e introverso, di certo non uno di quelli che fa i salti di gioia non appena torniamo a casa.

Ciò non esclude il fatto che sia al contempo un cane molto affezionato al padrone, tanto che a dispetto delle apparenze ne soffre moltissimo la mancanza.

Addestramento di un Alaskan Malamute

Il carattere dell’Alaskan Malamute, unito alla sua intelligenza, ci offre il ritratto di un cane facilmente addestrabile.

Alaskan Malamute, tutto sul suo carattere e sul temperamento

Recepisce al volo i comandi e non esita a obbedire al padrone quando l’addestramento è completo e giunge al suo culmine.

Tuttavia non è da tutti riuscire ad addestrarne un esemplare e per farlo serve una persona esperta, ma soprattutto un padrone autorevole.

Attenzione a non confondere l’autorevolezza con l’autorità: l’Alaskan Malamute eredita dai suoi avi un temperamento dominante e qualsiasi atto violento e autoritario può causare le sue cattive reazioni.

Alaskan Malamute, tutto sul suo carattere e sul temperamento

Come tutti i cani primitivi anche l’Alaskan Malamute mantiene un carattere fiero che lo spinge a eleggersi a naturale capobranco, anche quando sta in famiglia.

Un bravo padrone, dunque, deve saper imporre la sua autorità in modo pacifico e intelligente delineando i ruoli all’interno del branco-famiglia.

Soltanto così l’Alaskan Malamute lo riconoscerà come capobranco e punto di riferimento e da quel momento non esiterà neanche per un attimo a seguirlo fedelmente.

Alaskan Malamute e bambini

L’Alaskan Malamute adora stare in famiglia, anche in presenza di bambini. L’importante è che questi siano educati e buoni, che lo trattino con il dovuto rispetto.

In genere si sconsiglia di lasciare incustoditi dei bimbi troppo piccoli in compagnia di un cane di tali dimensioni.

Seppur involontariamente tra un gioco e una coccola l’Alaskan Malamute potrebbe far del male ai piccoli, causando non pochi problemi.

È sempre meglio che un adulto sorvegli attentamente i momenti di gioco in modo da poter intervenire tempestivamente quando occorra.

Alaskan Malamute e altri animali

Per un cane come l’Alaskan Malamute la socializzazione è una parte fondamentale dell’addestramento e deve iniziare sin da cucciolo.

Alaskan Malamute, tutto sul suo carattere e sul temperamento

E ciò vale sia quando si parla di contatto con le persone che di contatto con altri animali, cani in primis.

L’Alaskan Malamute ben addestrato riconosce nel padrone il capobranco ma vede negli altri animali una potenziale minaccia al suo dominio.

È istintivamente molto protettivo sia nei confronti della famiglia che del suo territorio perciò quando intendiamo inserirvi altri animali dobbiamo fare attenzione ed essere previdenti.

Per fortuna l’Alaskan Malamute ha dalla sua una grande intelligenza oltre a un temperamento che difficilmente lo vede lanciarsi in gesti avventati e aggressivi.

Basta poco e accetta gli altri cani senza troppe remore, li accoglie come parte del branco e riesce a convivervi in tutta tranquillità.

Del resto si tratta di uno dei cani da slitta per antonomasia, da sempre abituato a lavorare in squadra con i suoi simili!

Un cane che ha bisogno di “lavorare”

Naturalmente chi decide di adottare e crescere un Alaskan Malamute difficilmente sarà qualcuno a cui occorra un cane da traino.

Non a caso ormai la razza si è diffusa in diversi Paesi del mondo e anche in Italia è possibile trovare degli allevamenti riconosciuti e certificati.

Alaskan Malamute, tutto sul suo carattere e sul temperamento

Un Alaskan Malamute nella gran parte dei casi si ritrova a vivere in casa con la famiglia e per via del suo spirito di adattamento ci riesce alla grande.

Tuttavia non dobbiamo mai dimenticare l’importanza di assecondare la sua “natura” di instancabile cane da lavoro.

Ciò non significa acquistare una slitta, ovviamente, ma semplicemente far sì che il cane abbia la possibilità di muoversi e svolgere una buona quantità di attività motoria quotidiana.

L’ideale sarebbe inserire l’Alaskan Malamute in una casa con giardino in cui possa correre e giocare, facilmente accessibile.

Se non ne abbiamo uno a disposizione dobbiamo ovviare al problema assicurando al cane più uscite giornaliere al parco e in spazi aperti (e sicuri).

Un Alaskan Malamute che non svolge regolare attività fisica non solo rischia di sviluppare problemi muscolari e articolari, ai quali tra l’altro è soggetto, ma anche “mentali”.

Il suo carattere tranquillo e docile rischia di trasformarsi in quello irrequieto e nervoso di un cane stressato e annoiato.

Quando l’Alaskan Malamute si annoia si mette persino ad abbaiare e ululare, due cose che non fa praticamente mai, neanche quando avverte un pericolo.