Amflee per cani: a cosa serve, dosaggio e quando viene usato

I farmaci rappresentano degli alleati, ma vanno usati con raziocinio. L’Amflee per cani deve prescriverlo il veterinario, ma facciamoci un’idea

Quando il nostro amico a quattro zampe non si sente bene, la nostra preoccupazione sale e vorremmo subito vederlo in forma e pimpante. Ecco perché, dopo un paio di giorni o anche prima in base ai casi, è bene chiamare lo specialista di fiducia.

Solo lui, infatti, può avere un quadro completo e valutare anche eventuali caratteristiche di razza e pregressi clinici che possono avere un certo peso nella salute della nostra piccola palla di pelo.

Lo Amflee per cani è un antiparassitario che aiuta a tenere lontane pulci e zecche. Rappresenta comunque un medicinale, che va usato con cautela e a seconda del peso di Fido e delle indicazioni dello specialista.

Farmaci per uomini Vs medicine per quadrupedi

cane in campagna

Prima di conoscere a fondo l’Amflee per cani è bene fare una precisazione, anche se in questo caso non si corrono rischi del genere. Fermo restando che può capitare che il nostro veterinario di fiducia prescriva un farmaco per uso umano al cane con cognizione di causa, di norma non bisogna fare confusione o, perlomeno, non sono iniziative che possiamo prendere noi profani.

Non è detto che le formulazioni create ad hoc per noi vadano bene per Fido e soprattutto c’è da valutare la questione dosaggio. Infatti, il peso di un uomo adulto non è quello di un amico a quattro zampe e quello di un bambino non è quello di un cucciolo.

Quando si tratta della salute di colui che consideriamo parte integrante della famiglia non c’è da prendere nulla sottogamba e da improvvisarsi veterinari. Per quanto si possa avere esperienza in campo cinofilo, questo non ci dà una laurea in veterinaria Honoris Causa.

Ecco allora che la diagnosi tocca allo specialista e anche la conseguente cura migliore per la risoluzione del problema. Certamente una anamnesi il più possibile dettagliata da parte nostra può fare la differenza e dare delle informazioni importanti al medico, ma per il resto lasciamo fare a lui che ha esperienza e competenza specifiche.

Varie formulazioni

cane fa il bagno

L’Amflee per cani lo si trova in tre formulazioni diverse. Ci sono confezioni da tre pipette da 134 mg, da 228, da 402, da 50 e da 67 mg. Il fatto che per Fido ne vada bene una tipologia o un’altra dipende dalla stazza, dalla razza, dal peso e da una serie di fattori che devono essere valutati dallo specialista. Fa parte della categoria degli Ectoparassicidi e contiene Fipronil. Gli eccepienti che troviamo al suo interno sono: Butilidrossianisolo (E320), Butilidrossitoluene (E321) Polisorbato 80, Povidone K25, Dimetilsolfossido.

L’Amflee per cani è ottimo per combattere le infestazioni, e prevenirle, da pulci e zecche. È utile anche contro il pidocchio morsicatore, che viene ucciso entro due giorni. Le nuove infestazioni, poi, sono scongiurate per circa otto settimane (contro le pulci) e per tre (contro gli acari). Inoltre, questo prodotto può essere utilizzato anche come cura per controllare la dermatite allergica da pulci, ma mi raccomando: solo dopo la diagnosi del veterinario e sotto sua prescrizione.

Controindicazioni ed effetti collaterali

veterinario mette antiparassitario

Non ci sono dati che ci possano fare utilizzare il prodotto su cuccioli più piccoli di due mesi e con un peso inferiore ai due chili, quindi è meglio evitare. Non va usato i soggetti malati, che per esempio hanno la febbre e malattie sistemiche, o ancora in convalescenza. Inoltre non è indicato per chi è sensibile al principio attivo oppure a uno o più eccepienti.

Se il nostro amico a quattro zampe dovesse leccarsi, si può manifestare un periodo di salivazione eccessiva. Raramente può succedere che si presenti un’allergia cutanea in corrispondenza della zona dove è stato applicato il prodotto, con scolorimento della pelle, alopecia nel cane locale, prurito oppure eritema.

Da segnalare ci sono anche alcuni sintomi di natura neurologica, come l’iperestesia, la depressione, nervosismo, episodi di vomito e problemi respiratori. Contattiamo subito il veterinario di fiducia, che conosce anche eventuali pregressi clinici e caratteristiche di razza, se notiamo la comparsa di uno o più di questi sintomi.

Sarà lo specialista a consigliarci eventuali trattamenti. In ogni caso non è mai consigliata l’improvvisazione. Eventuali decisioni fai da te, infatti, potrebbero peggiorare le condizioni di salute del nostro amico a quattro zampe e metterne in pericolo la vita. Ecco perché è importante non peccare di presunzione e aspettare il parere dello specialista, mai vorremmo che la nostra piccola palla di pelo stesse peggio a causa di un errore di valutazione.

Somministrazione e modalità di uso

cane in attesa

L’Amflee per cani è solo per uso esterno. La pipetta da 1,34 ml è per cani da 10 a 20 chili, quella da 2,68 ml per esemplari dai 20 ai 40, quella da 4,02 ml per quelli che pesano dai 40 ai 60, la pipetta da 0,67 ml per cani che vanno dai 2 ai 10 chili e quella da 0,50 per quelli ancora più piccoli.

Rimuoviamo la pipetta dal sacchetto e teniamola in posizione verticale, ruotiamo e togliamo il cappuccio. Il medicinale dobbiamo applicarlo fra le scapole, spostando il pelo dalla cute, in maniera tale che arrivi in profondità e che Fido non possa leccarsi, comprometterne l’efficace e provocare un avvelenamento del cane. Ha una copertura di un mese circa, ma chiediamo sempre consiglio allo specialista.

Va utilizzato una volta aperto e il prodotto intatto conservato lontano dall’umidità e fonti di calore. Prima della somministrazione, teniamolo a una temperatura ambiente sopra i 14 gradi per circa un’oretta. Evitiamo i bagni nei due giorni successivi alla somministrazione.

Qualche avvertenza

cane stanco

Per rimuovere i parassiti dal corpo del nostro amico a quattro zampe o dalla casa, nel caso delle pulci è bene saperne di più su come funziona l’antipulci del cane e come trovare le zecche sul cane. Se l’Amflee per cani viene usato contro la dermatite del cane, e in special modo è efficace contro quella allergica da pulci, si raccomandano applicazioni mensili o secondo indicazione veterinaria.

Fido deve essere pesato accuratamente, per evitare di sbagliare dosaggio e creargli qualche problema di salute. Non applichiamolo su eventuali ferite o lesioni e deve stare lontano da occhi e bocca, di bipedi e quadrupedi. Evitiamo coccole e carezze fino a quando il sito di applicazione non si è completamente asciugato.

Per quanto riguarda il sovradosaggio, non ci sono reazioni sospette in cuccioli dalle otto settimane di vita in poi e dai due chili in su, ma è comunque un’eventualità che va scongiurata considerando anche che ogni amico a quattro zampe è a sé. Più piccola di età e di peso è la nostra palla di pelo, maggiori sono i rischi.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati