Anemia non rigenerativa nei cani, in cosa consiste?

L'anemia non rigenerativa nei cani è una particolare tipologia di anemia causata da una diminuzione dei globuli rossi che non vengono sostituiti

L’anemia non rigenerativa nei cani è una tipologia di anemia molto particolare causata da una diminuzione dei globuli rossi. Può avere numerose cause ma anche molti sintomi che richiedono un’attenta analisi dal parte del veterinario che somministrerà la terapia adatta da seguire.

Cosa è?

L’anemia non rigenerativa è caratterizzata da una diminuzione del numero dei globuli rossi che non vengono sostituiti e quindi “rigenerati” dal midollo osseo. Può accadere infatti che il midollo osseo, deputato a rispondere alla produzione di globuli rossi, non dia una risposta adeguata.

bulldog sul tavolo operatorio del veterinario

È stato inoltre dimostrato che i cani che diventano anemici all’improvviso hanno più difficoltà ad adattarsi rispetto ai cani anemici da sempre. Questo accade perché risulta più difficile per il cane fronteggiare un attacco di anemia improvvisa. Mentre è più semplice abituarsi lentamente e con il tempo a un numero ridotto di globuli rossi.

Cause

Come accennavamo, le cause dell’anemia non rigenerativa nei cani sono molteplici. Prima fra tutte, come è ovvio, si verifica se il midollo osseo non è sano e in grado di produrre un’adeguata quantità di globuli rossi. Tra le cause scatenanti di questo tipo di anemia vi possono essere anche infezioni, come quella causata dalle zecche, e l’insufficienza renale.

un cane accucciato

Anche l’avvelenamento da piombo può provocare frequentemente l’anemia non rigenerativa come anche un’esposizione eccessiva a radiazioni e prodotti chimici potenzialmente tossici, ascessi e tumori.

Tra i fattori di rischio di anemia non rigenerativa infine si inseriscono anche disturbi ereditari caratteristici di alcune razze come gli Schnauzer giganti, i Border Collie e i Beagle.

Sintomi

Anche i sintomi dell’anemia non rigenerativa sono molto vari anche se si accomunano principalmente per un caretteristico pallore localizzato principalmente sulle gengive ma anche sugli occhi e le orecchie.

un cane è stanco

Un altro sintomo che indica la presenza di questa patologia nel cane è la debolezza unita a depressione che possono farlo apparire abbattuto e apatico. In questo potrebbe dormire più del solito, mangiare di meno e potrebbe anche smettere di pulirsi, un chiaro segnale che qualcosa non va.

Infine un cane con anemia non rigenerativa potrebbe anche soffrire di un aumento sia della velocità di respirazione sia della frequenza cardiaca.

Diagnosi

Dal momento che l’anemia nel cane può essere causata da numerose patologie, per capire se si tratta proprio di quella non rigenerativa il veterinario dovrà analizzare la storia clinica del suo paziente.

un cane malato

Potrà inoltre eseguire dei test specifici come quello delle urine, del sangue per effettuare una conta ematica e del ferro. Per avere una diagnosi precisa inoltre eseguirà anche un test per valutare la funzionalità del midollo osseo.

Trattamento

Per trattare l’anemia non rigenerativa per prima cosa sarà necessario curare la malattia che principalmente la causa. Inoltre oltre all’anemia ci fosse anche carenza di globuli bianchi e piastrine potrebbe essere necessario somministrare una terapia a lungo termine per tenere sotto controllo tutte e tre le problematiche.

veterinario fa una trasfusione

Se l’anemia non rigenerativa si è sviluppata nel tempo il vostro cane non avrà bisogno di assumere una terapia in particolare. Potrebbe piuttosto dover osservare delle norme comportamentali come una riduzione dell’esercizio fisico per limitare gli effetti della debolezza e, di tanto in tanto, potrebbe avere bisogno di trasfusioni.

Infine sarà necessario osservare tutte le indicazioni del veterinario, evitando piuttosto di seguire terapie non specificatamente raccomandate.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati