Il cane vede i fantasmi oppure no?

È una convinzione comune, dunque la domanda è legittima: il cane vede i fantasmi e gli spiriti o si tratta soltanto di un'affascinante leggenda?

Fantasmi, spiriti e presenze paranormali da sempre continuano a causare polemiche e dibattiti: c’è chi ci crede e chi no. Il cane vede i fantasmi e percepisce le anime dei defunti o è tutto frutto della nostra immaginazione?

Prima di intraprendere una simile riflessione dobbiamo tenere a mente una premessa: non possiamo affermare con certezza che gli spiriti esistano. Chi ci crede veramente spesso dice di averne visti con i propri occhi oppure di averli percepiti. Non suona strano, perciò, che credano che anche i cani siano in grado di vederli!

Chiunque conosca i quattro zampe sa benissimo quanto questi splendidi animali abbiano dei sensi particolarmente sviluppati. Ma ciò significa che il cane vede i fantasmi o si tratta soltanto di una intrigante leggenda?

Indice

Gli incredibili sensi del cane

cane weimaraner

Dati alla mano, l’unica cosa di cui possiamo essere davvero certi è che i cani hanno dei sensi estremamente sviluppati che gli consentono di percepire cose che noi umani non riusciamo a sentire.

La ricerca da anni studia l’olfatto del cane che è stato dimostrato come possa consentire ai nostri amici a quattro zampe di percepire cose incredibili. I cani sentono la polvere da sparo, percepiscono le tracce di sangue anche quando sono praticamente invisibili e addirittura riescono a fiutare la presenza dei diamanti e delle gemme preziose.

Se vogliamo spostarci su un piano più “metafisico”, i cani riescono anche a percepire il nostro umore, sentono la tensione e l’ansia, capiscono se siamo felici o tristi, e così via. Con queste premesse non appare dunque così assurdo credere che il cane percepisce le anime dei defunti proprio come qualsiasi altra emozione o sostanza.

Il famigerato “sesto senso”

cane sul davanzale

Queste incredibili capacità dei nostri amici a quattro zampe hanno alimentato miti e leggende che riportano al cosiddetto “sesto senso”. Per molte culture i cani avevano dei poteri magici ma la verità è che hanno dei sensi così sviluppati che, molto spesso, ci fanno quasi rabbrividire di fronte alla perfetta percezione del mondo che riescono ad avere. Sempre rispetto alla nostra, che è ben più “elementare”.

La cosa più di altre a noi umani risulta più “stramba” è che i cani riescono a percepire con largo anticipo alcuni tipi di fenomeni, ancor prima che si verifichino. Per questo vien da chiedersi come sia possibile tutto ciò. Per fare un esempio pratico, non si può non nominare l’importanza del loro olfatto nella percezione del mondo e delle cose.

Ci sono cani con l’olfatto più sviluppato di altri, questo è certo, ma tutti ne sono provvisti. Pensate che Fido ha mediamente più di 200 milioni di recettori olfattivi che gli permettono di percepire ogni tipo di odore, anche a distanza di metri (se non chilometri) e persino di svariate settimane! È per questo che non dimentica facilmente tutti gli esseri viventi con i quali entra a contatto, anche per una sola volta.

L’importanza dell’olfatto

Tutti i sensi sono particolarmente sviluppati e importanti per i nostri amici a quattro zampe, ma l’olfatto è quello più utile ed efficace, sotto molti aspetti. Uno fra questi, ad esempio, è che attraverso l’olfatto un cane riesce a percepire perfettamente lo stato d’animo o di salute della persona o dell’animale che gli si trova di fronte. 

L’olfatto, insomma, può essere considerato uno dei principali mezzi per la scoperta e la conoscenza del mondo. È grazie ad esso che riesce a prendere confidenza con tutti gli ambienti, con le persone o gli animali a lui vicini. Basta un’annusata ed ecco che gli si spalancano le porte della percezione!

Pensate agli studi che sostengono anche la capacità di fiutare l’eventuale presenza di cellule tumorali nell’organismo di una persona! Per questo (e altri motivi) ci viene quasi automatico pensare che il cane vede i fantasmi e altri tipi di fenomeni (“paranormali”) che non riusciremmo a spiegare altrimenti.

Il cane ha un comportamento “strano”

cagnolino nero

Chi è fermamente convinto dell’esistenza dei fantasmi presta molta attenzione a certi comportamenti anomali del cane quando entra in alcuni ambienti. Non è insolito vedere un cane che si ferma a guardare un punto fisso, dove in realtà non c’è niente di visibile.

Oppure che, entrato in una stanza, cominci ad essere agitato e nervoso, a camminare avanti e indietro proprio come se ci fosse qualcosa che lo disturba. È questo insieme di comportamenti insoliti che per molti è segno che il cane percepisce le anime dei defunti o che vede i fantasmi.

Come reagisce il cane a uno spirito?

cane e fantasmi

Ogni cane ha il suo carattere, perciò quando un cane percepisce le anime dei defunti può avere reazioni diametralmente opposte. Ci sono cani che quando avvertono la presenza di un fantasma diventano vigili e si eccitano, come se la cosa li divertisse.

Altri, al contrario, possono reagire nascondendosi perché hanno paura oppure mostrando i denti e diventando molto aggressivi. Questi diversi comportamenti, secondo chi crede agli spiriti, sarebbero una conseguenza del fatto che i cani riescono a capire se una persona è buona o cattiva.

I nostri amici a quattro zampe, dunque, farebbero la stessa cosa con gli spiriti riuscendo a distinguere se si tratta di spiriti buoni o di spiriti dall’energia negativa.

Cosa fare se il cane si comporta in modo “strano”?

beagle felice

Se il cane vede i fantasmi o percepisce le anime dei defunti non dipende tanto da un presunto “sesto senso”, che spesso attribuiamo a cani, gatti e altri animali. Piuttosto dobbiamo considerare che i cani riescono a percepire i suoni ad alta frequenza, quelli che noi non possiamo sentire, oltre a odori e profumi che potrebbero essere associati a una presenza.

Chi non crede ai fantasmi non si pone neanche il problema che il cane percepisca o meno le anime dei defunti e gli spiriti. Ma chi ci crede rischia di spaventarsi parecchio quando Fido improvvisamente comincia a comportarsi in modo strano, come se vedesse qualcosa di invisibile.

Un consiglio: se credete ai fantasmi prima di allarmarvi inutilmente sulla presenza o meno di fenomeni paranormali in casa, considerate che il cane può percepire mille cose a noi invisibili.

Non andate nel panico perché in quel momento il cane potrebbe aver sentito un particolare suono o anche la presenza di una persona che non gli va particolarmente “a genio”.

Studi e ricerche

occhi del cane

Nel tempo sono stati condotti numerosi studi sulle capacità sensoriali dei cani e sappiamo quanto il loro udito e il loro olfatto siano molto più sviluppati rispetto ai nostri.

Chi si occupa di spiriti e fantasmi ha condotto delle ricerche anche in tal senso, sulla capacità cioè dl cane di sfruttare i propri sensi per individuare delle presenze invisibili a occhio nudo.

I cosiddetti investigatori paranormali, che si occupano di ricercare e scovare i fantasmi nei luoghi infestati, credono che i sensi di Fido siano addirittura più efficaci di certi strumenti altamente tecnologici di cui si servono nelle ricerche.

L’esperimento di Robert Morris: animali e fantasmi

Robert Morris, psicologo e ricercatore, fece un test all’interno di una casa potenzialmente “infestata” dai fantasmi. La leggenda raccontava che lì, in tempi antichissimi, fossero avvenuti dei crimini terribili, che si portarono dietro delle presenza sovrannaturali rimaste nel luogo per secoli e secoli.

Lui fece entrare un cane, un gatto, un topo e un serpente a sonagli nella stanza dove ci sarebbero dovute essere le presunte presenze paranormali. Effettivamente, il cane, il gatto e il serpente ebbero tutti una reazione aggressiva, di difesa e di nervosismo di fronte ad un particolare punto della stanza.

Era proprio in quel preciso spazio che la storia individuava tale fantasma. Il cane, ad esempio, cominciò a ringhiare, ad innervosirsi e a scappare nell’altra stanza, come se fosse spaventato da qualcosa che l’occhio umano, di certo, non si riusciva a vedere. In modo simili reagirono gatto e serpente. Il topo non fece una mossa in alcuna situazione.

Quando gli animali furono portati in un’altra stanza, dove invece non si presupponeva alcuna presenza, non successe assolutamente nulla. Dunque, si può concludere con certezza che i cani vedono i fantasmi? Ovviamente no. Il tutto non è scientificamente provato. Quello che è razionalmente certo è che gli animali, specialmente alcune specie, hanno una percezione del mondo e delle situazioni molto elevata e sicuramente più sviluppata rispetto a quella che possiamo avere noi umani.

Cane vede i fantasmi, verità o leggenda?

cane travestito da fantasma

Ma quindi possiamo affermare che il cane vede i fantasmi, gli spiriti o qualsiasi altro tipo di fenomeno “paranormale”? L’argomento è ancora discusso ma di fatto non c’è assolutamente alcuna prova scientifica a dimostrazione di questa tesi, che attualmente resta una leggenda. Bella, affascinante ma pur sempre una “favola” che non possiamo dimostrare.

Esiste il paranormale? Ed esistono i fantasmi? Quel che è certo è che i nostri amici a quattro zampe riescono a carpire le “energie” emanate dalla terra, dalle cose, dalle persone. Non è un caso che i cani vengono impiegati anche come animali da salvataggio e da ricerca a seguito di catastrofi naturali. È il caso del cane molecolare, per fare un esempio ancora più calzante.

LEGGI ANCHE: È vero che i cani possono sentire il terremoto?

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati