Criptococcosi del cane: cause, sintomi, prevenzione, cura

La criptococcosi del cane è una malattia molto frequente anche molto pericolosa. Ecco come diagnosticarla ed evitarla

cane malato

Fido può essere colpito da diverse patologie e spesso non siamo capaci di riconoscerne i sintomi per prevenirli. La criptococcosi del cane è una malattia fungina sistemica che può colpire il tratto respiratorio soprattutto la cavità nasale ma non solo.

Conoscerne le cause e saperle prevenire è necessario per poter evitare che il quattro zampe ne venga colpito. Continua a leggere l’articolo per saperne di più.

Cause

I funghi che provocano la criptococcosi del cane si trovano sotto forma di spore negli escrementi degli uccelli, in particolare in quelli dei piccioni. La trasmissione della malattia avviene tramite inalazione di spore o per infezione di ferite aperte.

Criptococcosi del cane: cause, sintomi, prevenzione, cura

 

La criptococcosi è molto frequente nei gatti ma è diffusa anche tra i cani, i bovini, cavalli, pecore, capre, uccelli e animali selvatici. Molto spesso sono gli animali con un sistema immunitario debole a dare una risposta diffettosa.

Sintomi

La criptococcosi del cane colpisce il tratto respiratorio, il sistema nervoso centrale, gli occhi e la pelle soprattutto del viso e del collo. I sintomi clinici più frequenti sono meningoencefalite, neurite ottica e corioretinite granulomatosa. Ma sono frequenti anche stato mentale alterato, perdita di mobilità e convulsioni.

Criptococcosi del cane: cause, sintomi, prevenzione, cura

 

Ma in alcuni casi possono anche verificarsi lesioni nella cavità nasale di molti cani, nei polmoni dove si possono anche localizzare dei granulomi. Gli organi che vengono solitamente colpiti dalla criptococcosi del cane sono reni, linfonodi, milza, fegato, tiroide, ghiandole surrenali, pancreas, ossa, tratto gastrointestinale, muscoli, miocardio, prostata, valvole cardiache e tonsille.

Per individuare le lesioni da criptococcosi bisogna controllare se è presente una massa gelatinosa con una piccola infiammazione e con all’interno dei granulomi.

A questi sintomi si aggiungono:

  • Vomito
  • Ulcere e ascessi al naso
  • Linfonodi ingrossati
  • Pus e sangue dal naso
  • Diarrea
  • Tosse
  • Respirazione faticosa
  • Letargia
  • Collo dolorante
  • Inappetenza
  • Perdita di peso
  • Cecità

Diagnosi

Qualora notaste uno di questi sintomi e dunque sospettaste che il vostro cane sia stato colpito da un’infezione da criptococcosi recatevi subito dal vostro veterinario per fare le dovute analisi ed eseguire una diagnosi.

Criptococcosi del cane: cause, sintomi, prevenzione, cura

Qualora infatti il medico dovesse sospettare la presenza di criptococcosi preleverà campioni di tessuto per eseguire un esame bioptico delle cellule nasali e della pelle, delle cellule oculari, del liquido articolare.

Inoltre il criptococco può essere individuato anche attraverso l’esame delle urine e del liquido cerebrospinale.

Cura

La prima cura che viene somministrata per debellare la criptococcosi del cane si basa su farmaci antifungini per 6/12 mesi. Se però il sistema nervoso risultasse già colpito potrebbe essere necessario un ricovero.

Criptococcosi del cane: cause, sintomi, prevenzione, cura

Nel caso inoltre in cui la malattia fosse progredita oltre il dovuto potrebbe essere difficile una ripresa completa del cane. Se infatti la criptococcosi viene diagnosticata in stato già avanzato potrebbe causare la morte dell’animale.

Prevenzione

Per evitare che il cane contragga la criptococcosi fate in modo che non entri in contatto con zone e luoghi dove vi possano essere molti piccioni e soprattutto escrementi aviari in modo che non possa inalare in alcun modo le spore fungine che trasportano i criptococchi.