Cucciolo di cane e coniglio, come farli convivere senza che si facciano male

cane e coniglio amici

Cucciolo di cane e coniglio, come farli convivere? Come possono questi due animali poter condividere gli spazi comuni all’interno dello stesso appartamento? È possibile tutto ciò? Cosa possiamo insegnare ad entrambi al fine di non farli azzuffare costantemente, rischiando di farsi male? Ecco qualche consiglio utile.

Cucciolo di cane e coniglio: convivenza sì o no?

Cucciolo di cane e coniglio, come farli convivere senza che si facciano male

Succede molto spesso che un umano amante degli animali non si vuole limitare ad averne soltanto uno in casa. Anzi, accade tantissime volte che siano più animaletti a rallegrarci le giornate nella nostra più intima quotidianità.

Quello che oggi vorremmo capire è: possono convivere più animali nella stessa casa? E soprattutto: è possibile una condivisione degli spazi comuni anche fra specie diverse?

Il focus di questo articolo sarà: cucciolo di cane e coniglio possono convivere senza farsi male o rischiare di azzuffarsi dalla mattina alla sera?

La risposta a questa interrogativo è molto semplice: sì, ma serve tempo, abitudine, amore, dolcezza e soprattutto…tanta, ma tanta pazienza! Vediamo insieme come agire prima di scegliere di intraprendere questo percorso di “coinquilinaggio“.

Sicuramente, tutto quello che bisogna considerare prima di ogni altra cosa è il carattere dell’uno e dell’altro. È ovvio che non possiamo dare delle linee guida che siano valide per tutti gli esemplari di entrambe le specie.

Quello che invece possiamo valutare è un insieme di parametri di cui tener conto per tenere a bada la situazione al meglio delle nostre possibilità. Sicuramente c’è da prendere in considerazione un’opzione: il cane, per sua natura, è un animale molto più attivo, vivace e vispo rispetto al coniglio.

Dunque, potrebbe (ma non è detto necessariamente) essere eccessivamente pericoloso per un piccolo coniglietto più indifeso e meno agile. Consideriamo sempre che il cane è un animale territoriale, dunque si preoccupa sempre di mettere i puntini sulle “i” nei luoghi di sua “appartenenza”.

Inoltre, stabilendo solitamente un rapporto simbiotico e forte con il suo amico umano, sa essere anche molto geloso dei padroncini e, di conseguenza, potrebbe non accettare di buon occhio la presenza di un altro animale in casa da coccolare.

Cucciolo di cane e coniglio dunque possono convivere o no? Sì, ma bisogna stargli molto dietro, soprattutto i primi tempi. Inoltre, c’è da considerare un’altra cosa: gli animali, per quanto adorabili e tenerissimi, sono pur sempre dominati dagli istinti.

L’indole naturale che li spinge ad agire in determinati modi molto spesso può portare a creare delle situazioni in cui si presentano dei litigi. È meglio, allora, educare quello dei due che è più facile da addestrare.

Nonostante i conigli siano degli animali molto intelligenti che capiscono il linguaggio umano e riescono a rispettare anche qualche comando, è anche vero che la nostra comunicazione con loro non sarà mai come quella fra uomo e cane.

È sicuramente più facile, invece, gestire un cucciolo di cane, molto più disponibile e affabile al rispetto delle regolette e dell’uomo. La comunicazione e la socializzazione sono dei passaggi imprescindibili per l’addestramento di qualunque cane.

Dunque, è bene prendere in considerazione questo aspetto al fine di creare un ambiente consono dove far vivere serenamente cane e coniglio.

Cucciolo di cane e coniglio: come farli convivere? Ecco le possibili situazioni e dei consigli su come gestirle al meglio.

Coniglio che trova il cane già in casa: cosa fare?

Cucciolo di cane e coniglio, come farli convivere senza che si facciano maleIl cane, in tale senso, è già il padrone assoluto e indiscusso della casa. Già risulta difficile, in casi del genere, far abituare il nostro cane alla presenza di un altro cagnolino…figuriamoci di fronte ad un’altra specie!

Primo passo: chiudere il coniglio in un “trasportino” o simili e far avvicinare il cucciolo di cane con calma e delicatezza all’animale. Annuserà il tutto e cercherà di prendere confidenza con la situazione, sicuramente domandandosi fra sé e sé: “chi è e cosa vuole questo nuovo arrivato?”.

Monitorare al 100% la situazione è quello che ci vuole per cercare di mantenere la calma. Il cane sarà tenuto al guinzaglio: questo potrà tornare sia a nostro vantaggio, poiché riusciremo a controllare meglio la situazione, sia a vantaggio del coniglio. Evitare di farlo spaventare al primo ingresso in casa è fondamentale!

I primi incontri fra cane e coniglio dovranno essere sempre controllati. Prima cosa da fare: cercare di tranquillizzare il cane e fare in modo che lui capisca che quel coniglietto non è né un pericolo né una minaccia.

Nessuno vuole rubargli il posto, anzi: è importante fargli capire che più lui si comporta bene e si tranquillizza, più sarà semplice condividere la casa in serenità.

Mano a mano che vediamo il cane calmarsi, è bene premiarlo con biscottini o cose stuzzicanti, in modo che percepisca al meglio di aver fatto la cosa giusta e che quello è il comportamento adeguato.

Ci vuole pazienza e amore: piano piano, quando entrambi avranno capito che l’uno non è una minaccia per l’altro, si potrà pensare di farli avvicinare sempre di più. Alla fine di un lungo percorso, entrambi potranno imparare a convivere senza darsi addosso. Cibo, amore, affetto e compagnia ce ne sono per entrambi!

Cane che trova il coniglio già in casa: cosa fare?

Cucciolo di cane e coniglio, come farli convivere senza che si facciano male

E se fosse il contrario? Se fosse il cucciolo di cane ad arrivare per secondo nell’appartamento? In questo caso, sarà il cagnolino a dover rimanere “bloccato” in un recinto o qualcosa di simile, mentre il “padrone vecchio di casa” potrà scorrazzare liberamente e cercare di analizzare al meglio la questione.

Il cagnolino dovrà essere in grado perfettamente di osservare la quotidianità del suo nuovo amico, al fine di non disturbare o sconvolgere troppo degli equilibri già presenti da tempo.

Noi, da parte nostra, dovremmo fare in modo che il coniglietto capisca che siamo comunque lì per lui, che siamo disposti ad amarlo e rispettarlo facendogli coccole e scambiandoci tenerezze.

Allo stesso tempo, il cagnolino guardando il nostro rapporto col coniglio, si renderà conto che l’animale è perfettamente integrato nella famiglia e che ne fa pienamente parte.

Per diventare un membro effettivo anche lui, non dovrà far altro che rispettare tutti, coniglio compreso, e non sentirsi escluso: c’è sempre posto per tutti.

Piano piano, poi, potremo far avvicinare i due, tenendo sempre il cane al guinzaglio e cercando di dare la stessa dose di coccole ad entrambi, al fine di tranquillizzarli ed evitare eventuali istinti.

Il cane deve capire che il coniglio non è una preda da raggiungere, anzi: deve essere suo amico. Dunque, sì al gioco ma niente rincorse, niente abbaii, niente di niente: questo potrebbe spaventare il coniglio e farlo sentire soltanto un animale da acciuffare.

La convivenza può essere considerata perfetta quando i due si rispetteranno reciprocamente e cominceranno ad avvicinarsi senza paura, a giocare in serenità e a leccarsi tranquillamente.

Soltanto così, potremmo stare tranquilli nel lasciargli liberi di scorrazzare per la casa: ovviamente è un percorso lungo che va controllato a dovere per moltissimo tempo.

Cucciolo di cane e coniglio: come farli convivere? Se i due cuccioli, invece, entrassero in casa nello stesso momento, non ci dovrebbero essere problemi: crescere insieme è sempre la soluzione a tutto. La socializzazione sarà sicuramente più facile.

Se invece non dovessero mai riuscire ad entrare in confidenza senza battibeccare, allora sarà il caso di non farli incontrare senza che sia presente qualcuno o senza che uno dei due non sia bloccato.