Cani, dove adottarli in Calabria: piccola guida

Per chi si trova in Calabria e vuole adottare un cane ma non sa a chi rivolgersi, ecco una guida con tutte le informazioni necessarie.

cane nero su pavimento

Anche per tutti gli appassionati di animali che si trovano in Calabria adottare un cane non è un gesto da compiere dall’oggi al domani: è importante infatti sapere dove chiedere informazioni e a chi rivolgersi con un certo anticipo, in modo tale da poter accertare al 100% che si tratti di strutture affidabili e sicure. In questo articolo puntiamo proprio a fornirvi tutte le informazioni possibili per aiutarvi a realizzare il vostro sogno, e allo stesso tempo aiutare il vostro futuro compagno di vita a incontrare la sua nuova famiglia.

L’importanza delle adozioni

Cani, dove adottarli in Calabria: piccola guida

Sono tante le ragioni per le quali ognuno di noi potrebbe decidere un giorno di prendere con sé un nuovo cane, e sono spesso molto personali. E se non si tratta di un semplice capriccio o di un desiderio difficile da concretizzare, una delle prime scelte che ci si porranno davanti sarà quella tra acquistare un cane di razza, disponibile negli allevamenti dedicati (e possibilmente certificati) con fasce di prezzo anche molto variabili, oppure adottare un cane che attualmente è ospite di un canile o di un rifugio privato.

È in particolare di questa seconda opzione che tratteremo in questo articolo: la decisione di regalare a un animale solo, abbandonato e spesso proveniente dalla strada o da contesti disagiati una seconda possibilità di vivere la vita che merita in sicurezza, nel massimo rispetto dei suoi bisogni e accudito da persone che lo amano.

Inutile dire che si tratta di un gesto meraviglioso e della massima importanza sia per lui che per noi. Statene certi: questa nuova convivenza non cambierà per sempre soltanto la sua vita, ma anche la vostra, e siamo abbastanza sicuri che sarà per il meglio. A determinare questo risultato contribuirà in modo importante la vostra capacità di rispondere a determinati requisiti per assicurare a tutte le parti coinvolte una esperienza più serena possibile.

Innanzitutto valutate le vostre possibilità dal punto di vista economico: tenete a mente che accudire un cane vita natural durante vuol dire assicurargli il miglior stile di vita possibile; e questo comprende ovviamente garantirgli una alimentazione adeguata per quantità e qualità e cure mediche in caso di necessità, nonché visite regolari dal veterinario per monitorare periodicamente il suo stato di salute.

Ad alcuni potrebbe sembrare una richiesta un po’ cinica: del resto siamo tutti perfettamente al corrente del fatto che prendere un nuovo cane in casa significa molto ma molto di più che ritrovarsi semplicemente con “una bocca in più da sfamare”; ma non tutti sono in grado di far fronte a spese del genere e molti se ne rendono conto solo quando vengono messi di fronte al fatto compiuto, e in questi casi i primi a subirne le conseguenze tendono a essere proprio i nostri amici a quattro zampe. Non fate anche voi questo errore e valutate per tempo la vostra situazione economica.

Un altro aspetto di cui tener conto con un certo anticipo riguarda la sistemazione che darete al vostro nuovo amico peloso, che dipende ovviamente dagli spazi di cui disponete in casa. Se vivete in un piccolo appartamento privo di giardino, ad esempio, un cane di taglia piccola (a prescindere dalla razza, poiché i cani disponibili per l’adozione sarebbero per la maggior parte dei meticci) farebbe più al caso vostro; se invece potete godere di spazi all’aperto e/o aree che permettono anche a un Fido più grandicello di muoversi in piena libertà, potrete optare con maggior tranquillità per esemplari di taglia più grande.

In realtà però la valutazione più importante che dovreste effettuare prima di procedere con l’adozione di un cane è quella su voi stessi. Vi siete presi cura di un animale domestico prima d’ora o siete comunque dei tipi affidabili e pronti a imparare a farlo al meglio? Sapreste venire incontro alle esigenze di un cane traumatizzato o che soffre di ansia da separazione?

E ancora: Vi assentate spesso da casa per lavoro o altri motivi? Vi recate spesso in vacanza in luoghi che non ammettono cani? Conoscete una persona affidabile (che viva o meno con voi) a cui lasciare Fido se se ne dovesse presentare la necessità? Anche in questo caso ribadiamo il fatto che avere un cane non vuol dire solo sobbarcarsi di nuovi impegni, ma sicuramente questi non mancheranno ed è bene conoscere i propri limiti e prendersi le dovute responsabilità prima di fare il grande passo.

La situazione in Calabria

Cani, dove adottarli in Calabria: piccola guida

Per chi si trova in Calabria e ha deciso di adottare un cane, la situazione non è rosea come in altre regioni d’Italia: le strutture presenti non sono moltissime, ma sicuramente non manca la voglia di assicurare ai cani la miglior sistemazione possibile sia allo stato attuale che nella famiglia che li accoglierà.

Si tratta comunque, come di consueto, sia di canili municipali e strutture pubbliche finanziate dallo Stato che di associazioni zoofile private che si autofinanziano o si affidano all’aiuto di volontari e donatori. Queste ultime sono a volte in polemica più o meno aperta con i canili della zona, certe di poter garantire ai propri ospiti spazi maggiori e cure migliori; molte si occupano inoltre di condurre campagne di sensibilizzazione al fine di mettere l’opinione pubblica al corrente del problema del randagismo.

Su qualunque struttura cada la vostra scelta, anche per motivi logistici, vi consigliamo di non basarvi mai esclusivamente su foto o annunci su internet: recatevi invece di persona sul luogo, osservate le condizioni e lo stile di vita che conducono tutti i suoi ospiti a quattro zampe e non solo di quello del cane che avete “puntato”. E per quanto riguarda lui, imparate a conoscerlo: visitatelo più volte, guardate come reagisce a stimoli diversi e cercate di capire a che punto sia la sua socializzazione, nonché se ci sia una certa compatibilità caratteriale tra di voi.

E se, dopo aver effettuato le opportune valutazioni sulla vostra situazione e sul cane che volete adottare, nonché sul posto che lo sta ospitando, doveste ritenere di non essere in grado di occuparvi di lui per il resto della vostra vita anche nel migliore degli scenari, non dovete vergognarvene: è anche questa una presa di responsabilità non da poco. Tenete a mente che, a seconda delle vostre possibilità, potrete comunque aiutarlo con una donazione oppure optare per le sempre più popolari adozioni a distanza.

Adottare un cane a Catanzaro e provincia

Cani, dove adottarli in Calabria: piccola guida

Canile Municipale di Catanzaro: dotato sia di un canile sanitario, per le cure di animali abbandonati o randagi, che di un vero e proprio rifugio pensato per degenze più lunghe, il canile municipale è situato in una ampia area verde nel comune di San Florio (CZ). Per ulteriori informazioni è possibile chiamare il numero 320 740 4428 o mandare una mail a info@canilemunicipalecatanzaro.it.

Il Villaggio dei Randagi – Associazione BIOS Catanzaro: nata nel 2000, è gestito in forma privata e accoglie circa 150 cani in un’area che si estende per più di 3 ettari (in contrada Puma a Caraffa di Catanzaro) e permette così ai suoi ospiti di godere di molto spazio in cui muoversi. Oltre al sito web dell’associazione, è possibile contattare la struttura al numero 335 8095687 (Phaedra Martino) o mandare una mail a info@associazionebioscz.it.

Associazione Anima Randagia Calabria: sita in via Schipani 110 a Catanzaro città, non si limita soltanto a ospitare cani randagi o abbandonati (al momento sono circa una ventina) ma si batte anche per sensibilizzare il territorio sul problema del randagismo e sull’importanza di rispettare e tutelare i nostri amici animali. Per ulteriori informazioni il numero telefonico da contattare è 329 4092406.

Balzoo amici di Ronzo (Banco Italiano Zoologico ONLUS): associazione zoofila con rifugi nei comuni di Albi, Magisano e Taverna nella provincia di Catanzaro impegnata anche in campagne di sensibilizzazione nel territorio, nonché nella distribuzione di cibo agli animali abbandonati. Per informazioni e adozioni i contatti sono l’indirizzo email balzoosersale@gmail.com e la pagina facebook dell’associazione.

Adottare un cane a Cosenza e provincia

Cani, dove adottarli in Calabria: piccola guida

Canile comunale di Donnici: situato in Contrada Albicello a Donnici Inferiore (CS), è un punto di riferimento nel territorio e organizza anche giornate dedicate all’adozione di cani e gatti nel capoluogo di provincia. È aperto al pubblico da lunedì a venerdì dalle 10:00 alle 11:30 tranne il giovedì, giorno di adozioni, per il quale l’apertura va dalle 9:00 alle 12:00.

Gli Invisibili dei canili rifugio – Cosenza ODV: in aperta polemica con alcuni canili rifugio della zona, questa associazione si batte per trovare una nuova casa a tutti i cani abbandonati o randagi che sono stati ospiti di un canile sanitario e sono in procinto di essere smistati altrove. Per informazioni utili l’indirizzo email è infocanilicosenza@gmail.com e il numero 327 636 2179.

Adottare un cane a Crotone e provincia

Oasi Rifugio Crotone ONLUS: associazione privata che si occupa del recupero di animali abbandonati o randagi, che vengono poi curati e accuditi fino a completa guarigione e ospitati finché non trovano una nuova casa. Attualmente ospita circa 120 animali all’interno di un’ampia struttura privata. Per informazioni consultare la pagina Facebook dell’associazione o contattare il numero 320 9391240 (solo whatsapp).

Adottare un cane a Reggio Calabria e provincia

Pro Randagi (I randagi della ferrovia): associazione senza scopo di lucro che si occupa di curare, accudire e riportare in salute cani abbandonati, maltrattati o denutriti e li ospita nella sua sede di via Calvario 7 a Taurianova (RC). Per informazioni chiamare al numero 329 494 9089, scrivere una mail a info@prorandagi.it o consultare la pagina Facebook dell’associazione.