I cani possono mangiare le mele?

Non solo i cani possono mangiare le mele, ma ne vanno pazzi: ecco perché e come introdurle nella dieta senza brutte sorprese per i nostri quadrupedi

cane odora mela

I cani possono mangiare le mele? Se il famoso detto “Una mela al giorno toglie il medico di torno”, vale anche per i nostri amici a quattro zampe, allora la risposta è certamente sì, ma con moderazione. L’alimentazione, però, è una questione seria, il termometro del benessere del nostro adorato Fido, quindi è necessario argomentare e mettere in chiaro alcuni aspetti salienti.

Siamo di fronte a un pet, infatti, che per quanto sia stato addomesticato rimane comunque prevalentemente carnivoro. La sua dieta deve essere principalmente a base di proteine di origine animale, ma – nel giusto quantitativo – necessita anche di vitamine, minerali e fibre. In tal senso, la frutta può rappresentare una risorsa utile, se non crea squilibri allo stomaco delicato della nostra piccola palla di pelo.

Il mio cane ha mangiato semi di mela

I cani possono mangiare le mele?
 

I cani possono mangiare le mele, ma con moderazione. Il loro organismo, infatti, nomn segue le stesse regole del nostro e pensare che ciò che fa bene a noi sia salutare automaticamente anche per Fido è un grosso errore. Se siamo alla prima esperienza con Bau, ma comunque rimane una procedura virtuosa anche dopo, chiediamo sempre consiglio al veterinario di fiducia. Lui, che conosce anche eventuali pregressi clinici e caratteristiche di razza, avrà un quadro completo e ci dirà cosa è meglio per il nostro amico a quattro zampe.

La regola numero uno è che la dieta sia sempre sana e bilanciata. Al di là che si opti per una alimentazione naturale del cane o per una industriale, dobbiamo tenere conto di tutti i nutrienti di cui Bau necessita giornalmente. La mela non può diventare onnipresente ma, se non vengono riscontrate allergie o altre contro indicazioni, possiamo integrarla secondo le dosi consigliate dal nutrizionista. L’importante è che siano sane, biologiche e di ottima qualità.

Mela al cane: provoca diarrea?

Come sempre, quando si parla di alimentazione, si tratta di trovare il giusto equilibrio: vale per noi bipedi e per i quadrupedi che ormai fanno parte della famiglia a tutti gli effetti. Questo frutto in particolare può rappresentare un valido alleato se considerato come uno snack, un bocconcino buono ma salutare da fare mangiare ogni tanto al nostro adorato Fido. Infatti, contiene importanti nutrienti e non provoca fastidi se non si esagera. Possiamo usarlo anche come rinforzo positivo durante le sessioni di allenamento. Ebbene, sì, addestrare il cane con gli snack è possibile.

Oltretutto è un frutto economico, che si trova praticamente in qualsiasi stagione ed è buonissimo. Che sia verde, gialla o rossa è sempre dolcissima e succosa, con quel sapore zuccherino che piace tanto a Fido. Ed ecco che subentra il tasto dolente: lo zucchero, ma soprattutto lo xilitolo, infatti è tra i cibi proibiti per i cani.

Dare la mela al nostro amico a quattro zampe vuol dire fargli del bene, se il veterinario non fa presente eventuali effetti collaterali, ma va alternata ad altri alimenti e da altra frutta. A tal proposito, i cani possono mangiare le banane, ricche di potassio e vitamine. Ma anche il frutto oggetto della nostra analisi non scherza mica: contiene le vitamine A, C e K; calcio e fosforo e non contiene neanche tante calorie. Si tratta di un frutto ricco di fibre, caratteristica che lo rende ideale per mantenere in salute l’apparato digerente, ma che non è indicato se Fido sta avendo episodi di diarrea.

Il cane può mangiare la carota

I cani possono mangiare le mele?

Tra le verdure che possono mangiare i cani c’è la carota, un alimento che può accompagnare perfettamente la mela, sempre nelle dosi indicate dal veterinario di fiducia. I cani possono mangiare gli spinaci, anche, e tante altre tipologie di frutta e verdura. Le mele però sono indicate perché a basso contenuto di grassi. Contengono anche poche proteine, e bisogna tenerne conto quando calcoliamo il fabbisogno giornaliero di Fido.

Si tratta di un frutto utile soprattutto quando il nostro amico a quattro zampe è in là con gli anni, oppure se sta affrontando determinate malattie.  specialmente quando è anziano oppure sta affrontando delle particolari malattie. Infatti, potenzia il sistema immunitario aiuta a prevenire le malattie alle ossa e ha benefici sulla cute dei cuccioli.

Essendo un potente antiossidante, è un valido strumento preventivo contro il cancro e le patologie di natura articolare. Essendo pure molto croccante, è un valido alleato per salvaguardare la salute dei denti. A tal proposito ecco cosa possiamo fare contro la placca e il tartaro del cane.

I cani possono mangiare la banana

I cani possono mangiare le mele?

I cani possono mangiare le mele e le banane, questo ormai è assodato, ma non dobbiamo mai esagerare con le dosi. Una mela intera è troppo anche per gli esemplari di grossa taglia. Giusto per farsi un’idea, una o due fettine corrispondono al 10% delle calorie giornaliere di cui la nostra piccola palla di pelo ha bisogno.

Possiamo dare le mele al cane ma dobbiamo inderogabilmente privarle dei semini. Non è un aspetto da sottovalutare, perché i semi delle mele contengono cianuro e una quantità eccessiva è altamente nociva. A tal proposito, ecco cosa sapere su cani e semi.

Frutti tossici per i cani

I cani possono mangiare le mele?

Fermo restando che si tratta di un alimento consentito, ogni esemplare rappresenta un mondo a sé. Se un alimento non è mai stato provato prima, facciamo una prova allergica con una piccolissima quantità. Se non notiamo alcuna conseguenza anomala, procediamo con i consigli del nutrizionista, altrimenti optiamo per qualcos’altro. Vale per qualsiasi alimento.

Le mele però sono sconsigliate se Fido soffre di diabete, o quantomeno le quantità vanno riviste (ma dallo specialista). Il diabete nel cane, infatti, può avere delle gravi conseguenze e va tenuto sotto controllo.

I cani possono mangiare le mele e moltissimi altri frutti ma a volte sanno essere davvero molto esigenti. Niente paura, possiamo aggirare il problema e ‘ingannare’ il nostro amico a quattro zampe con alcune gustose alternative, oppure con una preparazione più invitante. Le fettine, per esempio, possono essere schiacciar e ridotte in poltiglia. Così è possibile amalgamarle al cibo di tutti i giorni (ma non tutti i giorni).

In conclusione, comunque, qualsiasi sia la nostra idea di cambiamento in merito alla dieta del nostro fedele amico, non agiamo se prima non otteniamo il nulla osta dal veterinario di fiducia. Inoltre, dobbiamo seguire alla lettera le sue indicazioni.