Ipercapnia nel cane: troppa anidride carbonica nel sangue, cosa fare

Cos'è l'ipercapnia nel cane e da cosa è caratterizzata? Un eccesso di anidride carbonica nel sangue può causare sintomi anche gravi. Leggi di più

L’ipercapnia nel cane è una condizione caratterizzata dall’aumento parziale della quantità di anidride carbonica nel sangue delle arterie. L’ipercapnia è spesso alla base di malattie polmonari e può colpire qualsiasi razza canina e qualsiasi età.

Scopriamo dunque cosa accade in questi casi, quali sono i sintomi e come bisogna trattare questo disturbo.

Cosa provoca l’ipercapnia

L’ipercapnia nel cane è provocata da un eccesso di anidride carbonica nel sangue. L’anidride carbonica si trova normalmente nell’atmosfera ed è il prodotto finale della respirazione, che viene dunque spinta fuori dai polmoni. L’ipercapnia provoca ipoventilazione o un’errata inalazione dell’aria.

L’anidride carbonica infatti, come elemento naturale dell’atmosfera e dell’aria che viene inalata, viene costantemente aggiunta e rimossa dalle cellule dei polmoni. Di conseguenza un eccesso di anidride carbonica nel sangue può provocare un anomalia nel processo della respirazione e può portare a sintomi che vanno dalle vertigini alle convulsioni.

cane malato

Se non trattata adeguatamente, l’ipercapnia può portare alla morte stessa del cane. Ma può anche essere correlata a malattie polmonari, come l’asma nel cane, o a condizioni ambientali che provocano un aumento dei livelli di anidride carbonica nell’aria respirabile.

I cani di qualsiasi razza, età o genere possono essere colpiti da questo disturbo.

Cause

L’ipercapnia nel cane è sinonimo di ipoventilazione e dunque di diminuzione del ritmo della respirazione. A provocare questa condizione possono essere:

anestesia al cane

  • Anestesia
  • Paralisi muscolareù
  • Ostruzione delle vie aeree superiori
  • Aria o fluido nello spazio pleurico
  • Restrizione del movimento della gabbia toracica
  • Ernia diaframmatica
  • Parenchima polmonare
  • Malattia del sistema nervoso centrale
  • Somministrazione di bicarbonato di sodio presente spesso in alcuni farmaci e alimenti

Sintomi

L’organo sicuramente più colpito dall’ipercapnia nel cane è il cervello e quindi il sistema nervoso centrale. Questa condizione provoca i seguenti sintomi:

cane che respira

  • Respirazione anomala
  • Ritmo respiratorio lento
  • Debolezza
  • Battito cardiaco lento
  • Ostruzione delle vie aeree superiori
  • Malattia polmonare parenchimale
  • Eccesso di liquido addominale

Diagnosi

Dal momento che sono diverse le cause e i sintomi dell’ipercapnia nel cane, il veterinario per prima cosa eseguirà una diagnosi differenziale dei sintomi esteriori. L’obiettivo è quello di escludere le cause più comuni ed individuare invece l’origine del disturbo.

cane dal veterinario

Nel caso in cui il cane fosse cosciente, il medico verificherà la presenza di ipertermia, cioè una temperatura corporea troppo elevata, di ipossiemia, cioè mancanza di ossigeno, e trauma cranico. Se il cane invece non è cosciente, per esempio se si trova sotto anestesia, il veterinario potrà controllare la presenza di ipossiemia nel cane.

Se non viene osservato nessuno di questi disturbi potrebbe essere necessaria un’endoscopia delle vie aeree superiori per escludere una massa laringea o una paralisi della laringe.

Trattamento

Nel caso in cui l’ipercapnia nel cane dovesse verificarsi durante l’anestesia, per prima cosa verrà fornita un’adeguata ventilazione alle cellule dei polmoni. Le alternative sono ventilazione manuale e meccanica con ventilatore per anestesia.

cane in visita dal veterinario

Se invece il disturbo fosse provocato da una malattia del sistema polmonare potrebbe essere necessario somministrare ossigeno supplementare insieme a una ventilazione meccanica.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati