Perché i cani annusano le parti intime degli umani?

Si tratta di una pratica buffa e imbarazzante, ma perché i cani annusano spesso le parti intime degli umani? Ecco che cosa rispondono gli esperti

Naso di un cane in primo piano

I nostri amici a quattro zampe sono spesso buffi e ci mettono in imbarazzo. È il caso di Fido che si avvicina un po’ troppo ai nostri ospiti o, peggio, agli estranei durante la passeggiata quotidiana sotto casa. Ma perché i cani annusano le parti intime? Si tratta di un comportamento normale, che nasce dall’istinto oppure nasconde un disagio di qualche tipo?

Una precisazione, prima di fare chiarezza su un argomento che ha creato non pochi problemi di socializzazione, è d’obbligo. L’ofatto del nostro adorato Bau è molto sviluppato e viene usato per reperire informazioni sulle persone e le cose che lo circondano. Questo già in parte spiega la ragione di questo atteggiamento e potremmo riferirlo a chi rimane stupito di ricevere tante attenzioni.

Uno sguardo d’insieme

Perché i cani annusano le parti intime degli umani?

Perché i cani annusano le parti intime degli umani? I cinque sensi, forse sei, delle nostre palle di pelo sono davvero straordinari. Uno strumento molto utile per la loro sopravvivenza e che spesso si rivela una risorsa anche per noi bipedi. Basti pensare ai cani molecolari che danno il proprio supporto durante le ricerche dei dispersi sotto le macerie o i cani poliziotti che sono dei partner d’eccezione per gli agenti bipedi. A tal proposito, potrebbe tornare utile conoscere le razze di cani che hanno questo senso particolarmente sviluppato.

Per gli amanti degli animali questa non è certo una novità e sono abituati a vedere i cani che annusano tutto, ma non tutti hanno dimestichezza con i quattro zampe e potrebbero rimanere un attimo interdetti di fronte a reazioni apparentemente strane. Noi, però, adesso che scopriremo tutte le ragioni sottostanti, possiamo essere più esaustivi quando chiediamo scusa per questa ‘invasione di campo’ inaspettata e non richiesta.

Le possibili cause

Perché i cani annusano le parti intime degli umani?

Entriamo nel vivo della questione e scopriamo quali sono le ragioni che spingono il nostro amico a quattro zampe a essere così invadente nei confronti di persone che, spesso e volentieri, nemmeno conosce. Lo abbiamo già accennato, tutto è riconducibile all’olfatto estremamente sensibile che posseggono i migliori amici dell’uomo. Si tratta dello strumento maggiormente utilizzato per esplorare le meraviglie del mondo circostante. Un’avventura giornaliera che li riempie di entusiasmo. Ogni passeggiata al parco sotto casa, le gite fuoriporta di domenica, o semplicemente l’arrivo di un nuovo ospite che ci fa visita: sono tutte occasioni per conoscere qualcosa di nuovo.

Anche le nostre piccole e un po’ goffe palle di pelo, proprio come tutti gli altri mammiferi, posseggono delle ghiandole, conosciute come apocrine sudoripare. Sono presenti su tutto il corpo e producono i cosiddetti feromoni, delle sostanze dall’odore molto intenso che dicono qualcosa agli altri animali che le incontrano. I feromoni servono a dare e ricevere informazioni molto utili per sapere come è il caso di interagire con chi si incontra lungo il cammino.

Si tratta di una specie di carta d’identità che viene utilizzata nel mondo animale. È anche per questo che in commercio esistono dei diffusori a base di queste sostanze. Vengono prescritti dal veterinario di fiducia, che conosce anche eventuali pregressi clinici e caratteristiche di razza utili ad avere un quadro clinico completo, per aiutare a ritrovare la serenità perduta o a evitare litigi che possono diventare pericolosi tra quadrupedi.

Tutte le informazioni utili

Perché i cani annusano le parti intime degli umani?

Perché i cani annusano le parti intime degli umani lo sappiamo già, ma può essere interessante scoprire queli sono le informazioni che sono in grado di reperire semplicemente con l’olfatto. Può sembrare strano o si potrebbe pensare di essere vittime di uno scherzo, ma in questo modo il nostro adorato Fido riesce a scoprire l’età, il sesso e lo stato d’animo del proprio ‘interlocutore’. Un potere sorprendente che, come al solito, ci fa capire come l’uomo spesso sia indietro anni luce. Quanto ci vuole a noi bipedi per scoprire tutte queste informazioni? Inoltre, ed è un dato non di poca importanza, gli animali non mentono.

Insomma, quando il nostro amico a quattro zampe fa conoscenza per la strada può fidarsi del proprio istinto e dedidere se mostrarsi amichevole o mettersi sulla difensiva. Uno strumento importantissimo, se pensiamo che viene usato anche dai cani randagi o che nasce per dare uno strumento di sopravvivenza per i soggetti allo stato brado. Infatti, i nostri pelosi hanno tutti i comfort, non vengono mai lasciati soli e possono godersi la vita; ma per chi non ha la loro fortuna o per gli esemplari che non vivono tra quattro mura domestiche saper interpretare correttamente le intenzioni di chi si incontra può fare la differennza tra la vita o la morte.

E come funziona con l’essere umano?

Perché i cani annusano le parti intime degli umani?

Lo stesso principio che abbiamo descritto sinora il nostro amico a quattro zampe lo mette in pratica con noi bipedi. Anni e anni di convivenza a strettissimo contatto hanno ridotto il gap comunicativo tra due specie così diverse fra loro, ma ci sono degli aspetti interpretativi che ancora sfuggono (e che probabilmente sfuggiranno per sempre). Ecco allora perché Fido deve servirsi dei propri strumenti e perché non sempre sappiamo perché fa qualcosa.

I nostri compagni di avventura annusano le parti intime degli umani proprio quando hanno bisogno di capire qualcosa di più su di loro. È facilmente riscontrabile che noi non abbiamo la coda, ma le nostre ghiandole apocrine sudoripare si trovano nelle ascelle e in corrispondenza dell’inguine. I nostri amici a quattro zampe ne sono perfettamente consapevoli e sanno dove dirigersi quando vogliono sapere qualcosa. Niente domende, niente formalità: il nostro amico a quattro zampe è molto diretto e se vuole ottenere qualcosa va dritto verso l’obiettivo.

Se questo comportamento viene adottato proprio con uno sconosciuto è per capire se possono riporre in lui la loro fiducia. Se lo fanno con il padrone, invece, vogliono conoscere il suo stato d’animo. E, se è triste, possiamo stare certi che faranno tutto quello che è in loro potere per tirargli su il morale. Insomma, anche se può essere un atteggiamento che imbarazza, soprattutto se lo fanno con dei perfetti estranei mai visti prima, adesso sappiamo di che si tratta. Per loro è un comportamento assolutamente naturale e che ha uno scopo non di poco conto.