Salviette per il cane, fanno male? Come e quando bisogna usarle

Non tutte le salviette per il cane fanno male, dobbiamo saperle scegliere con cura e capire come utilizzarle al meglio: scopriamolo insieme

pulire le zampe del cane

Tra i tanti prodotti in commercio le salviette per il cane sono tra i più gettonati, ma fanno male a Fido o possiamo usarle tranquillamente?

In effetti non possiamo nascondere che siano un prodotto utile e conveniente che ci può essere di grande aiuto nella cura e nell’igiene del nostro compagno a quattro zampe.

La gran parte delle salviette per cani sono profumate e formulate appositamente per eliminare i cattivi odori.

Ma non sono efficaci come promettono spot e pubblicità e spesso anzi le salviette per il cane fanno male sia a lui che a noi perché contengono sostanze non proprio salutari.

Salviette per il cane: fanno tutte male?

Salviette per il cane, fanno male? Come e quando bisogna usarle

Oggi si trovano in commercio tantissimi tipi di salviette per il cane ma dobbiamo stare molto attenti e capire quali possiamo usare e quali invece gli fanno male.

Innanzi tutto dobbiamo fare una premessa: curare l’igiene di Fido è di fondamentale importanza e le salviette possono essere un piccolo aiuto, ma non la soluzione.

Il cane va spazzolato regolarmente per eliminare il pelo morto, le polveri e i detriti che si depositano sul mantello e periodicamente è necessari fargli un bagnetto più approfondito.

Naturalmente la frequenza di spazzole e shampoo dipendono dal tipo di mantello del cane per cui è bene prendere tutte le informazioni del caso.

Se non ci sentiamo sicuri e non siamo proprio pratici possiamo affidarci a dei professionisti della toelettatura che hanno strumenti e tecniche adatti a questo compito.

Premesso ciò, però, l’igiene va curata tutti i giorni e avere un pacchetto di salviette per il cane non fa mai male.

Tutto sta nel saper scegliere quelle migliori e adatte al nostro Fido che non gli facciano male e mantengano inalterato il PH della sua pelle.

La maggior parte delle salviette sono profumate perché hanno come obiettivo principale quello di coprire gli odori sgradevoli del cane.

Ma profumi e sostanze chimiche possono danneggiare la pelle di Fido che è molto delicata e soggetta ad allergie e irritazioni.

Inoltre non devono essere utilizzate troppo spesso perché la pelle del cane produce una particolare sostanza sebosa che serve a proteggerla da batteri e microrganismi dannosi, dalle intemperie e persino dai piccoli traumi.

Eliminarla del tutto significherebbe togliere al cane la sua naturale protezione e renderlo maggiormente esposto all’azione di micosi, infezioni batteriche e morsi di insetto.

Come scegliere quelle giuste

Salviette per il cane, fanno male? Come e quando bisogna usarle

Non tutte le salviette per il cane fanno male alla pelle, sta a noi scegliere un prodotto di qualità che non danneggi la sua salute.

Di solito siamo attratti da quelle profumate ma l’odore che emanano ci può trarre in inganno: non dobbiamo sceglierle in base alla profumazione!

Le salviette ideali devono pulire il cane senza irritare la sua pelle e senza coprire del tutto il suo odore.

I cani hanno un olfatto molto sviluppato e quello che per noi è un buon profumo per lui potrebbe essere un grande fastidio.

Le salviette ottime per il cane e che non gli fanno male dovrebbero contenere sostanze naturali che non danneggino il mantello.

Spesso sono talmente sovraccariche di agenti chimici che addirittura scoloriscono il pelo e lo ingialliscono.

Non facciamo altro che ottenere un pessimo effetto: le salviette devono pulire il cane ma lasciarne il mantello intatto!

Le salviette ideali per il cane sono quelle inodori che non fanno male né al pelo né alla pelle e non contengono allergeni.

Sono studiate proprio per evitare che il cane abbia reazioni allergiche o irritazioni ma fanno benissimo il proprio lavoro.

Possiamo utilizzarle quando torniamo da una passeggiata al parco o quando Fido mette le zampe nel fango in una giornata di pioggia.

Non importa se due o più volte al giorno, possiamo utilizzarle tutte le volte che occorra e il nostro Fido continuerà a stare bene!

Tra le migliori in commercio attualmente ci sono delle salviette profumate per il cane in cotone che non sono umidificate da utilizzare a secco oppure imbevute nell’acqua.

Sono un vero toccasana per il mantello del nostro Fido e in più hanno un’azione igienizzante, per cui possiamo usarle perfino per disinfettare ferite e pulire zone molto sensibili come occhi, orecchie e genitali.

Come devono essere le salviette ideali

Salviette per il cane, fanno male? Come e quando bisogna usarle

Non possiamo negare che le salviette per il cane sono una valida alternativa per pulire il cane in modo facile e veloce.

Ma dipende tutto dalla loro qualità e quindi dagli ingredienti che contengono che, come abbiamo visto, possono fare male al nostro Fido.

Lo scopo principale della pulizia del cane deve essere la cura e l’igiene della pelle e del manto, non una semplice questione di odore.

Perciò evitiamo di scegliere salviette dalle profumazioni eccessive che nella gran parte dei casi contengono sostanze e saponi che irritano la pelle e ne alterano il PH naturale.

Le salviette ideali dovrebbero essere inodori e prive di agenti chimici, naturali e igienizzanti e che non alterino il naturale equilibrio della pelle.

Meglio ancora quelle in cotone da utilizzare a secco, un utile strumento anche per pulire occhi, naso e altre parti sensibili come le orecchie e i genitali.

Alternative alle salviette per il cane

Salviette per il cane, fanno male? Come e quando bisogna usarle

In alternativa possiamo optare per uno shampoo a secco, scelto naturalmente con il consiglio del nostro veterinario di fiducia.

Lo shampoo a secco ci consente di tenere Fido fresco e pulito senza aver bisogno di riempire la vasca di acqua: si applica sul mantello ben spazzolato e poi si spazzola nuovamente per eliminarne i residui.

Molti di questi prodotti hanno anche funzione districante perciò sono l’ideale per chi possiede un cane a pelo lungo soggetto a nodi e grovigli.

Se il cane emana un odore davvero insopportabile potremmo realizzare un deodorante fai da te naturale al cento per cento con aceto di mele e acqua.

Misceliamoli in rapporto di 1 a 2 e spruzziamolo su tutta la superficie del mantello evitando naturalmente gli occhi.

Se nonostante le salviette, gli shampoo e i deodoranti naturali il cane continua a emanare un odore molto forte e pungente dobbiamo consultare il veterinario.

Potrebbe trattarsi di un problema più grave legato all’alimentazione di Fido o a uno stato infettivo.