Zigomicosi del cane: cause, sintomi e trattamento

La zigomicosi del cane è una rara infezione causata da un fungo che si trova nei terreni contaminati e nella vegetazione. Ecco come si cura

La zigomicosi del cane è una rara malattia della pelle causata da un particolare tipo di funghi, chiamati appunto zigomiceti.

In particolare parliamo di due specie di funghi, il Rhizopus e il Mucos, comunemente presenti nel terreno quindi è probabile che entrino a contatto con la pelle e il pelo di cani che trascorrono molto tempo all’aperto.

Come altre infezioni fungine (ficomicosi, mucormicosi), anche la zigomicosi si può manifestare con più facilità nei cani affetti da malattie immunosoppressive.

Sintomi

I sintomi della zigomicosi del cane possono essere lievi ma anche molto gravi, e nel secondo caso potrebbe diventare pericolosa se non trattata in tempo.

escrescenza anomala sulla pelle del cane

Il cane potrebbe iniziare ad avere dei noduli in alcune aree specifiche del corpo, o avere sintomi quali vomito e diarrea, oltre a dolore nell’area interessata dall’infezione.

In alcuni casi potrebbe manifestare infiammazioni, ittero, polmonite o lesioni cutanee molto sanguinolente.

Cause della zigomicosi del cane

Come abbiamo detto in precedenza, la zigomicosi del cane è causata da uno specifico tipo di funghi che invade l’organismo dell’animale.

infezione fungina nel cane

Parliamo di Absidia Conidiobulos, Mucor, Rhizopus e Mortierella, tutti funghi che si possono trovare in qualsiasi terreno contaminato, perfino sulle piante e la vegetazione.

Questi fastidiosi “intrusi” possono entrare nel corpo di Fido per inalazione, o se entrano a contatto con una ferita aperta o ancora se il cane mangia foglie o altro materiale contaminato.

Diagnosi

Se il cane mostra tutti i sintomi della zigomicosi è necessario rivolgersi subito al veterinario, che dovrà appurare se a colpire Fido sono stati gli zigomiciti o altri funghi.

esame del sangue nel cane

A questo punto il medico procede con le analisi del sangue, le analisi delle urine e un profilo biochimico, esaminando attentamente le condizioni della pelle e, se necessario, prelevandone un campione per una biopsia.

Trattamento della zigomicosi del cane

Per curare la zigomicosi il veterinario può scegliere tra diverse opzioni di trattamento e, nei casi più gravi, procedere al ricovero in clinica.

controllo per emobartonellosi

Il trattamento più diffuso è quello con i farmaci antifungini da somministrare a lungo termine, per evitare che i funghi si ripresentino.

Il trattamento chirurgico, invece, è l’opzione più adatta in presenza di noduli della pelle o dei tessuti circostanti.

Dopo l’intervento in genere al cane vengono somministrati farmaci come ioduro di potassio, amfotericina B e benzimidazoli.

La cosa fondamentale, in ogni caso, è continuare a monitorare regolarmente il cane per appurare che l’infezione fungina non si ripresenti e non si diffonda anche in altre parti del corpo.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati