American Akita e anziani sono compatibili? Scopriamo se è il cane giusto

L'American Akita è un cane grande e forte che richiede molte cure. Non è l'ideale per gli anziani che non hanno più le energie di un tempo

cane in compagnia del suo padrone

Un cane grande, forte ed energico come l’American Akita non è il più indicato per gli anziani per diverse ragioni.

Caratterialmente si tratta di un compagno fidato che ama stare con la famiglia, specialmente con i bambini che vivono in casa.

Tuttavia l’American Akita ha delle esigenze specifiche che possono risultare faticose e troppo impegnative per gli anziani.

American Akita e anziani: perché non è adatto

L’American Akita è un cane prima di tutto grande, ha un fisico possente e muscoloso e per gestirlo occorre una persona altrettanto forte.

American Akita e anziani sono compatibili? Scopriamo se è il cane giusto

Non è il classico cagnolino da passeggio per cui a un American Akita gli anziani dovrebbero preferire senza dubbio un cane meno grande o irruento.

Ma non è soltanto una questione di fisico perché parliamo di un cane che ha anche bisogno di un padrone sempre presente e dal carattere forte.

Per gestire al meglio un American Akita occorrono polso fermo e tanta pazienza e non possiamo pretendere dagli anziani un simile sforzo.

In generale risulta più adatto a persone giovani e in salute che possano stare al suo passo senza rischiare di farsi male.

Ciò non esclude che l’American Akita vada d’accordo anche con gli anziani, anzi è un cane che si integra al meglio in famiglia e se ben educato e socializzato diventa una compagnia amorevole e molto affettuosa.

American Akita e addestramento

L’American Akita è un cane dall’indole fiera e per certi versi testarda, ha un carattere forte e deciso per cui gli anziani non sono le persone più indicate per un percorso di addestramento.

American Akita e anziani sono compatibili? Scopriamo se è il cane giusto

L’educazione e l’addestramento di questo cane sono impegnativi e spesso difficili, soprattutto per chi non ha molta esperienza con i cani.

Gli anziani potrebbero incontrare difficoltà nel gestire questo grande e forte amico a quattro zampe che spesso non è molto propenso ad accettare gli ordini e i comandi del padrone.

Inoltre l’addestramento dovrebbe iniziare sin da cucciolo optando per il rinforzo positivo, l’unico modo per gestire il cane al meglio evitando che reagisca male a fredde e violente imposizioni.

L’inserimento nell’ambiente familiare non è complicato perché l’American Akita si ambienta facilmente e tutto quel che gli occorre per essere felice è stare in compagnia della famiglia e del padroncino.

Per gli anziani addestrare un cane come l’American Akita in generale richiede un grande sforzo e una pazienza che a una certa età possono mettere a dura prova chi non ha più le energie di un tempo.

Un cane che richiede parecchia manutenzione

Sebbene si tratti di un cane che non perde moltissimo pelo durante l’anno, l’American Akita richiede una buona manutenzione.

American Akita e anziani sono compatibili? Scopriamo se è il cane giusto

Un lavoro impegnativo per chiunque ne possieda uno, non soltanto per gli anziani, che richiede costanza e perché no anche forza dal punto di vista puramente fisico.

Non dimentichiamo che l’American Akita è un cane grande e imponente, fisicamente forte e robusto. Possiamo affermare che non sia proprio un cane adatto a tutti.

Nella cura del nostro amico a quattro zampe la toelettatura assume un ruolo fondamentale perciò non possiamo escluderla nella scelta del cane da accogliere in casa.

Ci sono cani poco impegnativi che non richiedono molto lavoro a eccezione di una spazzolata ogni tanto.

Per l’American Akita non è così e anche la gestione del mantello per gli anziani potrebbe rivelarsi difficoltosa.

Questo cane ha un mantello a doppio strato molto fitto, duro e spetto all’esterno e più morbido all’interno, che va spazzolato con regolarità almeno due volte alla settimana.

Tutto con strumenti specifici che servono ad eliminare le grandi quantità di pelo morto che si possono accumulare nel tempo, soprattutto nei periodi di muta.

Inoltre nella cura del cane non dobbiamo dimenticare l’igiene delle orecchie, il taglio delle unghie e la pulizia dei denti.

Effettuare tutte queste operazioni su un American Akita per gli anziani potrebbe essere difficile e stancante. Meglio pensarci su due volte prima di adottarne uno.

Conclusioni

L’American Akita è un cane splendido dal carattere fiero e deciso e dal temperamento spesso testardo.

American Akita e anziani sono compatibili? Scopriamo se è il cane giusto

Ha bisogno di un padroncino che sappia stargli dietro e che lo segua passo per passo nel suo spesso difficile percorso educativo.

È anche un cane di taglia grande, molto forte e robusto perciò l’American Akita non è esattamente l’ideale per gli anziani che vogliano accudire un cane in casa.

Richiede forza e pazienza, tante cure specifiche che vanno affrontate sempre con molta costanza.

In generale una persona di una certa età con tutti i problemi e gli acciacchi del caso potrebbe avere difficoltà a gestire un gigante del genere.

L’American Akita, inoltre, è un cane che si adatta alla vita in appartamento ma ha comunque bisogno di compiere una buona dose di esercizio giornaliero.

Sarebbe più indicata per un cane del genere una famiglia giovane, possibilmente con bambini, i cui membri abbiano le energie e le possibilità necessarie per far fronte a ogni sua esigenza.