Home Razze di cani American Akita

American Akita

American Akita
esemplare di American Akita

Esemplare di American Akita

Dati generali
Etimologia Da Akita, nome della razza giapponese, e American, luogo di sviluppo della razza.
Genitori Akita Matagi × Mastiff
Presente in natura No
Longevità 10-12 anni
Impieghi Cane da compagnia, cane da guardia
Taglia Grande

L’American Akita, conosciuto anche con l’appellativo di “grande cane giapponese”, era originariamente considerata una razza del gruppo degli akita inu ma allevata negli Stati Uniti.

La razza degli American Akita è stata recentemente riconosciuta dalla FCI, la federazione internazionale delle associazioni di allevatori canini, ed è stata inserita nel gruppo 2, cioè dei cani di tipo pinscher, schnauzer, molossoidi e cani bovari svizzeri.

L’American Akita e l’Akita Inu si assomigliano sia fisicamente che caratterialmente seppur con qualche differenza che comunque le rendono due razze separate.

Scheda informativa dell’American Akita
Anallergico No
Per bambini Sì, ma solo con bambini più cresciuti per cui potrà essere un buon compagno di giochi. Con i più piccoli finirà col perdere in fretta la pazienza.
Per anziani Calmo e pigro al punto giusto, adatto anche a loro, ma vanno garantiti i suoi bisogni primari
Con altri cani Può essere molto competitivo con i suoi simili se non abituato a stare con loro dai primi mesi di vita
Con gatti Coabitazione possibile se cresciuti insieme
Rumoroso Abbaia poco se non stimolato da noia o inattività forzata
Sport Cane che non ama molto l’attività fisica ma non disdegna di tanto in tanto del nuoto, e passeggiate all’aperto

ORIGINI STORICHE DELLA RAZZA

Gli American Akita discendono dagli Akita Matagis nati e diffusi nella regione montuosa a nord dell’isola di Honshu del distretto di Akita, dal quale questi cani prendono il loro nome, dove erano impiegati nella caccia di grossi animali come i cervi, gli orsi e i cinghiali.

Intorno agli anni ‘60 del 1800 la razza Akita Matagis venne incrociata con i Tosa e i Mastiff dando vita agli Akita Dewa, cioè cani da combattimento.

Fu questa variante, più grande e massiccia, ad essere stata portata dall’esercito americano negli Stati Uniti dopo la seconda guerra mondiale.

In Giappone invece si preferì allevare questi cani cercando di ritornare alle origini pure della razza distinguendo quindi definitivamente gli Akita Inu dai cugini americani.

PREZZO

Il prezzo di un esemplare di American Akita proveniente da un allevamento certificato può oscillare dagli 800 ai 1000 euro.

CARATTERE

Il carattere degli American Akita è molto simile a quello degli Akita Inu, il che li rende cani fieri e forti ma anche assolutamente fedeli al suo proprietario. I cani di questa razza sono infatti molto dolci, affettuosi e protettivi nei confronti della famiglia tanto che spesso vengono impiegati sia come cani da compagnia che come cani da guardia.

Sono inoltre ottimi compagni di giochi dei bambini con i quali gli American Akita sono molto gentili e pacati. Ma sono anche molto allegri e gioiosi ecco perché lasciare i più piccoli in loro compagnia è un ottimo modo per avere un baby sitter speciale.

Sono anche dei perfetti cani da guardia in quanto territoriali, diffidenti e vigili verso gli estranei, almeno inizialmente, ma mai aggressivi. Verso gli altri cani, soprattutto quelli dello stesso sesso invece sono dominanti. Non vanno invece per niente d’accordo con i cani più piccoli e con i gatti che a loro sembrano quasi delle prede.

Le caratteristiche che contraddistinguono questi cani dagli Akita Inu sono la loro tendenza ad abbaiare di più, arrivando persino ad ululare, e ad avere maggiore bisogno del contatto con il padrone.

ADDESTRAMENTO

Gli American Akita sono cani molto versatili e ben disposti all’addestramento che deve iniziare precocemente, da cuccioli.

Con i cani di questa razza ci vuole sicuramente polso perché possono essere parecchio testardi ma non serve sicuramente un metodo basato su forza e comandi impartiti con violenza. Le reazione sarebbe sicuramente opposta al risultato sperato perché, per la loro indole fiera, non tollerano facilmente ordini e imposizioni.

Bisogna dunque optare per il rinforzo positivo e per un addestramento variegato in quanto questi esemplari tendono ad annoiarsi facilmente diventando ansiosi e distruttivi con la tendenza a scavare e a mordere freneticamente.

Nell’addestramento bisogna anche inserire un percorso di socializzazione sia con le persone che con gli altri animali per agevolare il loro rapporto e in loro inserimento in ambienti diversi da quello familiare. Anche la socializzazione deve cominciare da cuccioli in modo da sviluppare concretamente l’indole di questi cani.

Questo è il motivo per cui il padrone ideale di un Akita è una persona già esperta che possa adeguatamente rapportarsi con lui e gestirne sia i lati negativi sia quelli positivi.

CARATTERISTICHE FISICHE

L’American Akita è un cane di taglia grande con un’aspettativa di vita di 10-12 anni.

Zampe

Le zampe di questi cani sono ben strutturate, muscolose e terminano a forma leggermente arrotondata che li rende molto simili agli akita giapponesi.

Corpo

Il fisico degli American Akita è molto forte, con ossatura massiccia e ben proporzionato. Sono inoltre cani relativamente alti e compatti ma non molto lunghi.

Peso e altezza

Il peso degli American Akita oscilla tra i 35 e i 60 chili. L’altezza al garrese varia tra i 66 e i 71 centimetri nei maschi e oscilla tra i 61 e i 66 centimetri nelle femmine.

Testa

La testa è larga e forma un triangolo smussato con muso lungo. Gli occhi sono marroni, leggermente a mandorla e piccoli, come le orecchie portate leggermente in avanti, quasi a sembrare un prolungamento della testa. Il tartufo è grande e nero.

Coda

La coda è arricciata sul dorso e si distende soltanto quando è in allerta, quando vuole dimostrare che qualcosa non gli piace, quando ha paura e quando vuole fare le feste al suo padrone.

Pelo

Il pelo esterno è dritto e rigido mentre il folto sottopelo è morbido e soffice.

Colori

Il pelo secondo lo standard può essere di vari colori: rosso fulvo, nero bianco, color cioccolato, tigrato e persino total black.

CUCCIOLI

I cuccioli di American Akita richiedono parecchia cura. Devono sicuramente essere addestrati già dai primi mesi di vita affinché la loro indole fiera e dominante venga controllata e venga stabilito un certo equilibrio tra i ruoli con i padrone.

Nello stesso periodo il cucciolo di questa razza deve essere socializzato per favorire il contatto con le altre persone e con gli altri animali limitando la loro diffidenza.

Anche l’alimentazione non è un aspetto da sottovalutare con gli esemplari di questa razza che tendono a crescere rapidamente e che quindi necessitano di alimenti a basso contenuto calorico e alto livello proteico per lo sviluppo corretto di muscoli e ossa.

A proposito di ciò bisogna evitare che gli American Akita camminino da cuccioli su superfici troppo dure e che esagerino con l’attività motoria per non compromettere le articolazioni ancora in fase di sviluppo.

SALUTE

Per quanto gli American Akita siano cani robusti, maestosi e resistenti possono comunque essere soggetti a svariate malattie che spesso caratterizzano i cani di grossa taglia.

Una di queste è sicuramente torsione gastrica che si verifica quando i cani mangiano un pasto troppo abbondante o lo divorano rapidamente, se bevono grandi quantità di acqua dopo aver mangiato e se fanno troppo movimento dopo aver mangiato. Questo genera aria nello stomaco causando un fastidioso gonfiore.

Un’altra patologia relativamente frequente è la displasia dell’anca, condizione ereditaria che si verifica quando l’osso della coscia non si adatta perfettamente all’articolazione dell’anca. Questo disturbo provoca dolore e zoppia su una o entrambe le zampe posteriori, in base alla gravità con cui si presenta.

Gli American Akita possono soffrire anche di atrofia retinica progressiva che causa appunto un progressivo deterioramento della retina. Questa malattia può provocare una graduale perdita della vista fino alla totale cecità.

Comune in questa razza anche l’ipotiroidismo caratterizzato da una produzione anomala dell’ormone tiroideo.

Infine gli esemplari di American Akita possono anche soffrire di adenite sebacea spesso scambiata per ipotiroidismo o per un’allergia e caratterizzata da un’infiammazione delle ghiandole sebacee e che vengono progressivamente distrutte.

I cani colpiti da questa malattia presentano pelle secca e squamosa e perdita di peli sulla testa, sul collo e sulla schiena.

Indicazioni sull’alimentazione

Come abbiamo accennato, gli American Akita necessitano di un’alimentazione ben bilanciata ed equilibrata fin dai primi mesi di vita, che deve cambiare nel corso della crescita per fare in modo che la muscolatura e l’ossatura crescano in maniera costante durante tutta la fase di sviluppo.

La dieta degli esemplari di questa razza deve essere sempre di buona qualità e può essere basata sia su cibo secco sia su pietanze umide preparate in casa.

In linea di massima comunque un American Akita deve ricevere circa 600 grammi di crocchette divisi in due razioni giornaliere, al mattino e alla sera, a cui è possibile aggiungere se lo si desidera un 10% di cibo umido come carne bianca, verdure e riso.

Toelettatura

L’American Akita tende a perdere molto pelo, soprattutto per due volte all’anno, e deve dunque essere spazzolato due o tre volte a settimana per eliminare quello in eccesso.

Il bagno deve invece essere programmato ogni tre mesi, più spesso in caso di necessità. Le unghie devono essere tagliate una volta al mese e le orecchie controllate una volta alla settimana per verificare la presenza di sporco, rossore o cattivo odore che possono indicare che c’è un’infezione in corso.

ALLEVAMENTI

L’American Akita, rispetto all’Akita Inu, non è molto diffuso in Italia e questa è la ragione per cui non sono numerosi gli allevamenti presenti sul territorio nazionale.

Quelli certificati, a cui è consigliabile rivolgersi per essere sicuri che il cucciolo sia completamente in salute, sono circa una quindicina e sono rintracciabili sul sito dell’ENCI.

È UN CANE D’APPARTAMENTO?

I cani di questa razza possono vivere sia in appartamento che all’aperto. Nel primo caso perché sono esemplari che hanno sempre bisogno del contatto con la propria famiglia e che il loro padrone stia sempre accanto a loro. Ma sono anche cani molto grandi e che perdono molto pelo.

L’ideale per questi cani potrebbe essere un’abitazione con un cortile o un giardino preferibilmente recintato dal momento che comunque si tratta di animali territoriali e diffidenti verso gli estranei.

CURIOSITÀ

L’intelligenza, la versatilità e la forza dell’Akita americano lo rendono un cane molto adatto ai percorsi di agility e per gli stessi motivi viene impiegato nella pet therapy, come cane guida per persone cieche, nell’esercito e anche nelle forze di polizia.

Classificazione FCI – n. 344
Gruppo 5 Cani tipo Spitz e tipo primitivo
Sezione 5 Spitz asiatici e razze affini
Standard n. 344 del 06/07/2005
Nome originale American Akita, アメリカン・アキタ
Tipo Grande Cane Giapponese
Origine Giappone
toelettatura del cane

American Akita, toelettatura perfetta: cosa serve e come farla al meglio

Con il suo aspetto da morbido orsacchiottone un cane come l'American Akita non può che aver bisogno di una toelettatura coi fiocchi. Si tratta di...
sguardo triste del cane

American Akita: video interessanti e simpatici per conoscere questa razza

Un cane splendido, forte e fedele al suo padroncino: questi video vi faranno innamorare dell'American Akita e del suo temperamento. L'American Akita è un amico...
cane che corre in montagna

American Akita, foto bellissime e immagini stupende di questo cane

Le splendide immagini e foto dell'American Akita vi faranno innamorare di questo cane dal temperamento forte e allo stesso tempo dolcissimo. L'American Akita discende dall'antico...
esemplare di american akita

American Akita, carattere e temperamento: conosciamo meglio questo cane

È un bell'osso duro l'American Akita, un cane dal carattere fiero, forte e indipendente non adatto proprio a tutti. Non è raro sentire parlare di...
sguardo dolce del cane

American Akita, cosa mangia? Consigli utili sulla dieta e sull’alimentazione

Fedele e tenero nel carattere ma forte e muscoloso nel corpo: scopriamo cosa mangia un American Akita, il "cugino" americano dell'Akita Inu. Fino a non...