Collasso della trachea nel cane: tutto quello che bisogna sapere

Hai notato che Fido ha problemi a respirare. Potrebbe trattarsi di un collasso della trachea nel cane. Vediamo come potere intervenire.

Può capitare di non notare alcuni sintomi in Fido. Alcune patologie, però, devono essere diagnosticate in tempo. Un esempio ne è il collasso della trachea nel cane.

È una patologia che può avere delle conseguenze gravi. Far intervenire immediatamente il veterinario può migliorare di gran lunga a qualità di vita del cane.

Sintomi

Tra i principali sintomi in caso di collasso della trachea nel cane, ne troviamo alcuni comuni:

  • Tosse secca
  • Respirazione difficoltosa
  • Sforzi non produttivi per il vomito 
  • Respirazione anormalmente rapida
  • Suoni respiratori anomali
  •  Difficoltà nel movimento
  • Perdita spontanea di coscienza

collasso della trachea nel cane

Questi sintomi, sembrano essere aggravati dal calore, dall’eccitazione, dall’esercizio o dall’obesità.

Cause

Tra le cause scatenanti del collasso della trachea nel cane, troviamo sicuramente:

collasso della trachea nel cane

  • Origine congenita, esistente alla nascita
  • Problema nutrizionale
  • Malattia cronica che coinvolge le vie respiratorie
  • Più comune negli obesi o in quegli animali che hanno a che fare con infezioni respiratorie o ostruzione delle vie aeree

Diagnosi

Prima di tutto, il veterinario richiederà informazioni circa la comparsa dei sintomi, eventuali precedenti o traumi che abbiano potuto contribuire all’insorgenza del problema.

Dopo aver ottenuto un quadro generale della salute di Fido, procederà con le analisi di routine. Le analisi di routine prevedono un emocromo completo ed un esame delle urine.

Di seguito, si procede con delle radiografie. Al tatto non è possibile diagnosticare con certezza la patologia, quindi si ricorre ad una procedura che possa permettere la visione completa del tratto interessato.

cane bianco e nero disteso

Il veterinario può anche prelevare un campione di tessuto dall’interno della trachea per test di laboratorio. Questo campione verrà utilizzato per verificare la presenza di batteri nocivi nel tubo tracheale. 

Al fine di valutare la gravità del collasso, inoltre,  è possibile utilizzare anche un’altra tecnica chiamata broncoscopia.

In questa procedura, il broncoscopio, uno strumento tubolare con una telecamera collegata, viene infilato nella trachea e le immagini vengono recuperate e trasmesse su apparecchiature video dove possono essere riviste e valutate nel processo di diagnosi. 

Trattamento

Sarà necessario il ricovero in ospedale se il cane ha sintomi gravi e non è in grado di respirare correttamente. Per compensare i problemi respiratori viene somministrata l’ossigenoterapia.

L’attività deve essere mantenuta al minimo possibile fino a quando il cane non si è stabilizzato. Esistono diversi farmaci che possono essere utilizzati nel trattamento del collasso tracheale. 

cane dal veterinario

I farmaci per la soppressione della tosse possono essere utilizzati per ridurre al minimo lo stress correlato alla tosse continua che è comunemente associata al collasso tracheale e il veterinario fornirà anche farmaci per dilatare le piccole vie aeree per facilitare la normale respirazione.

In alcuni casi, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico, soprattutto se l’ostruzione è un problema. Tuttavia, le complicanze sono comuni in questi pazienti dopo l’intervento chirurgico.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati