Encefalitozoonosi del cane: tutto ciò che c’è da sapere

Encefalitozoonosi del cane, infezione molto rara per i quattro zampe e curabile se diagnosticata in tempo. Come viene contratta da Fido?

Infezione molto rara tra i simili di Fido. Ne hai mai sentito parlare? Scopriamo cosa è l’encefalitozoonosi del cane.

Non è facile che Fido la contragga, ma se succede la sua vita potrebbe essere in pericolo. Risulta necessario il consulto del veterinario.

Cosa è

Encephalitozoon cuniculi è un’infezione parassitaria protozoica nei cani.

Nel momento in cui si diffonde, crea lesioni a polmoni, cuore, reni e cervello, influenzando significativamente la loro capacità di funzionare normalmente.

 

cane sul divano

Questa malattia è anche comunemente chiamata microsporidiosi, poiché l’ E. Cuniculi è un parassita appartenente alla specie dei microsporidi. 

È un’infezione relativamente rara nei cani, colpisce solitamente la popolazione dei conigli. 

Sintomi

I sintomi che si presentano in caso encefalitozoonosi del cane, sono diversi in base all’età che ha il cane quando viene colpito. La distinzione principale viene fatte con i cuccioli nati da appena tre settimane e con i cani adulti.

Nel caso di infezione contratta e sviluppato intorno alle tre settimane di età, i sintomi che risultano sono:

  • Crescita stentata
  • Lenta e minima comparsa del pelo 
  • Sviluppo della predisposizione all’insufficienza renale
  • Complicanze neurologiche

encefalitozoonosi del cane

In caso di cane adulto, i sintomi variano:

  • Anomalie cerebrali
  • Comportamento aggressivo
  • Convulsioni
  • Cecità
  • Comparsa progressiva dell’ insufficienza renale

Cause

La principale e probabilmente unica causa legata a questa patologia risulta essere “E. cuniculi“, possibile (e spesso probabile) agente eziologico di numerosi disturbi neurologici.

cane che odora

L’infezione derivante da E. cuniculi, solitamente, viene contratta annusando e leccando zone infette.

Diagnosi

L’intervento del veterinario è necessario. Chiederà un quadro completo della vita e delle abitudini di Fido. Nel caso di cane femmina, che ha appena partorito, viene consigliato un controllo anche per i cuccioli.

Non è da sottovalutare che anche i cuccioli stessi siano affetti dalla stessa patologia. Si proseguirà poi con gli esami di routine, necessari per verificare il valore dei globuli bianchi.

Proprio dal valore dei globuli bianchi dovrebbe risultare un’anomalia se l’infezione è in corso. Ulteriore controllo sarà un esame delle urine. Delle spore infette potrebbero essere presenti nell’urina di Fido.

Le spore prelevate dall’urina saranno poi esaminate al microscopio per identificarle e avere la certezza che siano infette.

Trattamento

Il trattamento dell’ encefalitozoonosi del cane a volte non è necessario. Potrebbe essere un caso in cui l’infezione è passeggera e va via da sola.

Sarà il veterinario a stabilire la gravità della patologia. Questo non vale se l’infezione è in forma grave e ha compromesso l’apparato renale.

farmaci

In quel caso, saranno necessari ulteriori controlli per curare la disfunzione dei reni.

La terapia di supporto può essere utilizzata insieme a un farmaco fungicida fino a quando l’infezione non viene eliminata dal corpo.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati